ROMA, VIABILITÀ. MASINI-TORQUATI, RIAPERTURA COMPLETA DELLA CASSIA

ROMA, VIABILITÀ. MASINI-TORQUATI, RIAPERTURA COMPLETA DELLA CASSIA

26/07/2014 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3569 volte!

foto 1VIABILITÀ. MASINI-TORQUATI, RIAPERTURA COMPLETA DELLA CASSIA

La stra­da sarà acces­si­bile a doppio sen­so di mar­cia a par­tire dalle 9. Imp­ie­gati 7 km di pali e 13.500 ore di lavoro

Dalle ore 9 di oggi il trat­to di via Cas­sia inter­es­sato dal­la frana causa­ta dal­l’on­da­ta di mal­tem­po di fine gen­naio sarà intera­mente ria­per­to. Si è con­clu­so, infat­ti, l’in­ter­ven­to in dan­no che ha con­sen­ti­to la mes­sa in sicurez­za del ter­reno pri­va­to frana­to e la ricostruzione del ver­sante. Le oper­azioni, coor­di­nate dal Dipar­ti­men­to SIMU di Roma Cap­i­tale, sono durate tre mesi e mez­zo, ed han­no richiesto l’impiego di 7,1 km di pali per la real­iz­zazione del­la para­tia di sosteg­no e del muro di con­teni­men­to. In una pri­ma fase dei lavori, che ha pre­so avvio il 16 aprile in segui­to alla pre­sen­tazione di due dif­fide e di un’or­di­nan­za che si sono rese nec­es­sarie nei con­fron­ti dei pro­pri­etari del ter­reno, i tec­ni­ci han­no effet­tua­to il dis­bosca­men­to, la bonifi­ca del ter­reno e l’implementazione di anal­isi geog­nos­tiche. Il cuore dell’intervento ha riguarda­to poi la real­iz­zazione di una para­tia di 593 micropali di 12 metri, irrigidi­ta da un cor­do­lo perime­trale, e l’innalzamento di un muro di 7,5 metri di altez­za e 40 metri di lunghez­za rivesti­to con 600 mq di tufo. Il 15 giug­no era sta­ta ria­per­ta, antic­i­pata­mente rispet­to al crono­pro­gram­ma, una cor­sia a sen­so uni­co di mar­cia, men­tre la scor­sa set­ti­mana è sta­to real­iz­za­to l’in­ter­ven­to aggiun­ti­vo per il rives­ti­men­to in tufo con lis­tel­la­ture in traverti­no deciso in accor­do con il Munici­pio e con gli abi­tan­ti del trat­to inter­es­sato dal disses­to e volto a miglio­rare l’im­pat­to esteti­co del­l’­opera.

foto 2“Abbi­amo mes­so in cam­po un inter­ven­to di gran­di dimen­sioni, che ci ha vis­to super­are osta­coli ammin­is­tra­tivi e tec­ni­ci, posti dai pro­pri­etari del ter­reno che si opponevano alla mes­sa in sicurez­za, dagli spazi ristret­ti del cantiere, dal ritrova­men­to di con­dotte non seg­nalate e dalle piogge intense”, ha dichiara­to Pao­lo Masi­ni, asses­sore allo Svilup­po delle Per­iferie, Infra­strut­ture e Manuten­zione Urbana di Roma Cap­i­tale. “La rispos­ta di Roma Cap­i­tale c’è sta­ta, ed è sta­ta impor­tante, con 13.500 ore lavo­rate attra­ver­so turni effet­tuati anche durante i week­end e le fes­tiv­ità, la parte­ci­pazione atti­va del ter­ri­to­rio, l’in­for­mazione costante attra­ver­so il sito inter­net del Comune, il rispet­to dei tem­pi. Già dal 15 giug­no, con la ria­per­tu­ra antic­i­pa­ta ad una cor­sia decisa insieme ai com­mer­cianti, abbi­amo inizia­to a dare respiro a ques­ta zona. Ora, con la Tan­gen­ziale ria­per­ta lo scor­so 29 giug­no e la con­clu­sione di questi lavori, un intero quad­rante di Roma potrà tornare alla nor­mal­ità”.

“Siamo sod­dis­fat­ti di pot­er voltare pag­i­na e chi­ud­ere defin­i­ti­va­mente con i prob­le­mi alla via­bil­ità del nos­tro ter­ri­to­rio causati dal­l’al­lu­vione del 31 gen­naio”, ha dichiara­to il pres­i­dente del Munici­pio XV Daniele Torquati. “E’ sta­to svolto un lavoro com­p­lesso ma di squadra, gra­zie alla stret­ta col­lab­o­razione tra Munici­pio e Comune di Roma e per questo ringrazi­amo il Dipar­ti­men­to Lavori Pub­bli­ci di Roma Cap­i­tale e l’Asses­sore Pao­lo Masi­ni. Ringrazio infine l’Asses­sore ai Lavori Pub­bli­ci del XV Munici­pio Elisa Paris che ha segui­to in maniera costante ed impec­ca­bile tutte le oper­azioni che quo­tid­i­ana­mente sono state effet­tuate in questi mesi”.