ROMA; PERIFERIE, MASINI INCONTRA I CONSORZI. “RIPARTIRE DA INFRASTRUTTURAZIONE E MANUTENZIONE”

ROMA; PERIFERIE, MASINI INCONTRA I CONSORZI. “RIPARTIRE DA INFRASTRUTTURAZIONE E MANUTENZIONE”

19/06/2014 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2676 volte!

Paolo Masini

Pao­lo Masini

PERIFERIE, MASINI INCONTRA I CONSORZI. “RIPARTIRE DA INFRASTRUTTURAZIONE E MANUTENZIONE”

Pre­sen­ta­ta la boz­za di memo­ria di giun­ta per la con­feren­za per­ma­nente tra asso­ci­azioni con­sor­tili, municipi e dipartimenti

Si è svolto ques­ta mat­ti­na negli uffi­ci dell’assessorato l’incontro fra l’assessore allo Svilup­po delle Per­iferie, Infra­strut­ture e Manuten­zione Urbana, Pao­lo Masi­ni e i rap­p­re­sen­tan­ti delle Asso­ci­azioni Con­sor­tili. Obi­et­ti­vo: fare un “taglian­do” al lavoro svolto durante questo pri­mo anno di ammin­is­trazione e pre­sentare una serie di inizia­tive per rilan­cia­re le attiv­ità legate allo svilup­po delle per­iferie del­la Capitale.

UNA CONFERENZA PERMANENTE — Nel cor­so dell’incontro l’assessore Masi­ni ha con­di­vi­so la boz­za di memo­ria di Giun­ta per l’istituzione di una con­feren­za di servizi per­ma­nente, che a par­tire da luglio con caden­za men­sile riu­nirà i con­sorzi di recu­pero urbano insieme ai dipar­ti­men­ti e ai municipi inter­es­sati: uno stru­men­to oper­a­ti­vo volto a super­are le crit­ic­ità, trop­po spes­so buro­cratiche, nel­la real­iz­zazione delle opere a scom­puto nell’estrema per­ife­ria del­la Cap­i­tale. “Com­ple­mentare a questo per­cor­so — ha affer­ma­to l’assessore — è il lavoro per inno­vare la delib­era 53 che definisce le regole e le pro­ce­dure per l’attuazione delle opere a scom­puto. Inten­di­amo definire stru­men­ti inno­v­a­tivi anche per la ges­tione diret­ta da parte del­la cit­tad­i­nan­za delle opere di urban­iz­zazione sec­on­darie real­iz­zate nell’ambito di zone O e toponimi”.

INFRASTRUTTURE E MANUTENZIONE — “I con­sorzi di recu­pero urbano devono essere una delle leve fon­da­men­tali del­la nos­tra azione per lo svilup­po delle per­iferie. Bisogna alzare l’asticella: impeg­nar­si per facil­itare il lavoro quo­tid­i­ano e por­si l’obiettivo di pen­sare un nuo­vo mod­el­lo di svilup­po che si basi su due pilas­tri: l’infrastrutturazione e la manuten­zione dei ter­ri­tori, l’incentivazione di per­cor­si che facil­iti­no lo sta­bilir­si di comu­nità solide e coese, che siano pro­tag­o­niste del­lo svilup­po sociale ed eco­nom­i­co dei quartieri per­iferi­ci del­la cit­tà”. L’assessore ha pre­so infine l’impegno ad instau­rare un’interlocuzione sta­bile con Acea per far si che le opere con­nesse alla val­oriz­zazione delle per­iferie attuate dai Con­sorzi tro­vi­no una atten­zione speci­fi­ca da parte dell’azienda. Dalle asso­ci­azioni con­sor­tili apprez­za­men­to per gli impeg­ni pre­si dall’assessore, e la disponi­bil­ità a con­tribuire allo svilup­po delle pro­poste presentate.