Latina. I comunisti di Latina e del Lazio, aderiscono e parteciperanno alla Manifestazione a Latina dopo omicidio sul lavoro di Satnam Singh

Latina. I comunisti di Latina e del Lazio, aderiscono e parteciperanno alla Manifestazione a Latina dopo omicidio sul lavoro di Satnam Singh

21/06/2024 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1092 volte!


A cura del­la Fed­er­azione provin­ciale del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano di Lati­na, la seg­re­taria Sonia Peco­ril­li ha provve­du­to a pub­bli­care una nota sul­la pag­i­na uffi­ciale FB – PCI Lati­na. Essa è pien­amente sostenu­ta e con­di­visa dal PCI Lazio, come ha reso noto il seg­re­tario regionale Bruno Bar­bona. Questo il testo che, è sta­to anche invi­a­to diret­ta­mente alla Flai-Cgil di Lati­na che ha orga­niz­za­to per saba­to la man­i­fes­tazione di sol­i­da­ri­età e lot­ta.
Brac­ciante
s. m. e f. [der. di brac­cio].
Di fronte a tut­to questo orrore cosa si può dire? Forse res­ta un moto di repul­sione e nient’altro, oppure ci rimane l’atroce pen­siero che questo paese nel quale vivi­amo sia diven­ta­to un teatro nel quale viene rap­p­re­sen­ta­ta l’oscena trage­dia di un mon­do del lavoro nel quale con­ta solo il prof­it­to. Un mon­do che dovrebbe essere ripu­di­a­to e che, invece, cresce e ingoia qual­si­asi uman­ità nell’indifferenza di un popo­lo ridot­to a spet­ta­tore o pub­bli­co. Così suc­cede che bas­tano poche righe che descrivono una carn­efic­i­na che ver­rà presto dimen­ti­ca­ta con lavo­ra­tri­ci e lavo­ra­tori che si ammalano, ven­gono muti­lati, uccisi … per­sone che ven­gono but­tate là, ai mar­gi­ni di una soci­età rasseg­na­ta e inerme. Eh sì, lo “spet­ta­co­lo” rac­capric­ciante e macabro di chi lavo­ra ridot­to a pez­zo di carne da macel­lare, non si fer­ma, e noi, tut­ti noi dovrem­mo diventare indif­fer­en­ti, igno­ran­ti, inutili. Eh, no, “cari sig­nori”, noi comu­nisti non ci sti­amo. Con­tin­uer­e­mo a ribel­lar­ci e a lottare per­ché questo sis­tema spaven­toso nel quale siamo costret­ti a vivere ven­ga abbat­tuto. Bisogna smet­tere di par­lare solo di lavoro per iniziare a par­lare di ‘lavoro umano’, dis­tinguen­do­lo per difend­er­lo. Il pas­so suc­ces­si­vo sarà quel­lo di ragionare su un pat­to per il lavoro umano, dob­bi­amo e pos­si­amo elab­o­rare un nuo­vo mod­el­lo di orga­niz­zazione del lavoro. La trasfor­mazione dei pro­ces­si di lavoro a cui dob­bi­amo puntare è sul lavoro parte­ci­pa­to. Vivi­amo in un sis­tema di total­i­taris­mo politi­co autori­tario, ques­ta classe polit­i­ca che ci gov­er­na tende a dom­inare e con­trol­lare l’intera soci­età attra­ver­so la repres­sione dei dirit­ti, monop­o­lio dei mezzi di comu­ni­cazione, e un con­trol­lo cen­tral­iz­za­to dell’economia. In sin­te­si oggi vivi­amo in una soci­età dis­uman­iz­za­ta, noi tut­ti ci sarem­mo dovu­ti inter­es­sare pri­ma alle con­dizioni di Sat­nam Singh che nel suo des­ti­no di lavo­ra­tore ha trova­to la morte. Bas­ta lavoro nero, bas­ta capo­rala­to, bas­ta sfrut­ta­men­to. La Fed­er­azione di Lati­na del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano sarà al fian­co del­la comu­nità indi­ana in qual­si­asi azione essi vogliano com­piere.

Related Images: