Immobiliare: a Roma cala il numero di compravendite ma cresce la fiducia nella riduzione dei tassi

Immobiliare: a Roma cala il numero di compravendite ma cresce la fiducia nella riduzione dei tassi

21/06/2024 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 405 volte!

Dal 2022 al 2023 a Roma c’è sta­to un calo fisi­o­logi­co delle com­praven­dite del 14,4 per cen­to con 34.300 transazioni reg­is­trate. Tut­tavia dal ter­zo trimestre del 2023 è tor­na­ta a crescere la fidu­cia dei con­suma­tori, traina­ta dal­la pos­si­bile riduzione dei tas­si di inter­esse e da una disce­sa media dei prezzi che però – sec­on­do la sti­ma del­la Fimaa Con­f­com­mer­cio di Roma – potreb­bero risalire per 1,5 pun­ti per­centu­ali nel 2024. È ques­ta la fotografia scat­ta­ta dall’indagine sul sul mer­ca­to immo­bil­iare res­i­den­ziale, rifer­i­to al con­sun­ti­vo 2023 e pre­vi­sioni per il sec­on­do quadrimestre 2024, real­iz­za­to dall’Ufficio stu­di del­la Fed­er­azione ital­iana medi­a­tori agen­ti d’affari (Fimaa) e dif­fu­so nell’ambito del con­veg­no “Un mon­do di geni”, orga­niz­za­to dal­la Fimaa Con­f­com­mer­cio Roma nel­la Sala del Tem­pio di Vib­ia Sabi­na e Adri­ano a Roma. Un’occasione per fare il pun­to sull’andamento del set­tore e sulle sfide poste dalle nuove tec­nolo­gie. “Il con­veg­no di oggi ha un tito­lo provo­ca­to­rio, per­ché affron­ti­amo l’argomento dell’innovazione, dell’intelligenza arti­fi­ciale e del­la cyber secu­ri­ty, e quin­di come uti­liz­zare l’intelligenza arti­fi­ciale quale stru­men­to e non essere usati dal­la stes­sa”, ha affer­ma­to il pres­i­dente del­la Fimaa Con­f­com­mer­cio di Roma, Mau­r­izio Pezzetta, che con l’occasione ha annun­ci­a­to: “C’è il tema del­la for­mazione. Su questo noi abbi­amo un fiore all’occhiello, in quan­to abbi­amo ottenu­to un cor­so di lau­rea tri­en­nale con l’Università La Sapien­za nel­la facoltà di Giurispru­den­za, che si chia­ma Dirit­to ed econo­mia del­la pro­pri­età immo­bil­iare, par­ti­to quest’anno. Questo è il pri­mo e uni­co cor­so in Italia che si occu­pa di real estate, e ci ha dato una grande sod­dis­fazione per numero di iscrit­ti”. Sec­on­do l’indagine, le vari­azioni per­centu­ali annue del numero di scam­bi di abitazioni negli ulti­mi tre trimestri del 2023, sebbene si man­tengano in area neg­a­ti­va, sono cres­cen­ti. Sola­mente sec­on­do il 21,8 per cen­to degli oper­a­tori immo­bil­iari accred­i­tati Fimaa Roma, Fed­er­azione ital­iana medi­a­tori agen­ti d’affari, ader­ente a Con­f­com­mer­cio-Imp­rese per l’Italia, nel sec­on­do quadrimestre dell’anno il numero di com­praven­dite risul­terebbe anco­ra in calo. La per­centuale era infat­ti oltre il 45 per cen­to 4 mesi or sono. Ciò por­ta il numero di scam­bi atte­so per il 2024 a ricon­fer­mare il dato del 2023 di cir­ca 33–34 mila abitazioni com­praven­dute, con una vari­azione per­centuale annua del ‑14,8 per cen­to. Quel­la di Roma non è solo la più grande area immo­bil­iare del Paese ma anche quel­la di mag­gior pre­gio nel mon­do. Un’area ric­ca che meri­ta una par­ti­co­lare atten­zione”, ha affer­ma­to il pres­i­dente del­la Cam­era di com­mer­cio di Roma, Loren­zo Tagli­a­van­ti. In par­ti­co­lare, l’abitazione più fre­quente­mente com­praven­du­ta a Roma dagli agen­ti immo­bil­iari accred­i­tati Fimaa nel 77,8 per cen­to dei casi è l’appartamento, segui­to dal­la casa indipen­dente (16,7 per cen­to). Sec­on­do gli oper­a­tori, inoltre, l’abitazione ha un prez­zo tra 200.000 e 300.000 Euro (40,7 per cen­to) o tra 300.000 e 500.000 (33,3 per cen­to). Il 9,3 per cen­to delle ven­dite, invece, ha un prez­zo mag­giore di 500.000 Euro. Tra le carat­ter­is­tiche più impor­tan­ti ril­e­vate, le case sono un 3 locali nel 77,8 per cen­to dei casi, un 2 locali nel 13 per cen­to delle opzioni scelte. Nel 40,4 per cen­to dei casi, la casa è in classe ener­get­i­ca media (B, C, D), men­tre in un caso su 4 (25 per cen­to è in classe E, F, G. Da osser­vare che a giudizio del 5,8 per cen­to di agen­ti immo­bil­iari romani la classe ener­get­i­ca non è ritenu­ta anco­ra di inter­esse nell’acquisto. “Questo non mi sor­prende – ha spie­ga­to Pezzetta – in una cit­tà dota­ta di un pat­ri­mo­nio immo­bil­iare stori­co-artis­ti­co uni­co è evi­dente che la nor­ma­ti­va green sog­giace alla bellez­za. Ciò che invece mi inqui­eta per la tutela del­la pro­fes­sione e la tenu­ta dell’intero set­tore è il 22,5 per cen­to di oper­a­tori accred­i­tati Fimaa Roma che esprime pre­oc­cu­pazione per nuove imposte introdotte dall’ultima legge di bilan­cio: la tas­sazione delle plus­valen­ze degli immo­bili riqual­i­fi­cati gra­zie al Super­bonus può avere pesan­ti riper­cus­sioni sul mer­ca­to immo­bil­iare e per questo aus­pi­co che si pos­sa inter­venire per delim­itare in maniera pun­tuale il perimetro di appli­cazione del­la dis­po­sizione”, ha con­clu­so. Per quan­to riguar­da gli affit­ti, nel 2023 il numero di nuovi con­trat­ti di locazione abi­ta­ti­va si è ridot­to del 6 per cen­to rispet­to al 2022, men­tre i canoni han­no pros­e­gui­to il trend espan­si­vo, con un più 4,9 per cen­to. Sec­on­do le aspet­ta­tive for­mu­late degli agen­ti immo­bil­iari Fimaa per il sec­on­do quadrimestre dell’anno la doman­da di appar­ta­men­ti in locazione sarà in cresci­ta (74,1 per cen­to degli inter­vis­ta­ti) con una offer­ta in dimin­uzione a giudizio del 45,5 per cen­to di tes­ti­moni priv­i­le­giati (il 40 per cen­to delle opin­ioni propende per una sta­bil­ità). Ne con­segue un numero di nuovi con­trat­ti nel 2024 in riduzione di ‑5 pun­ti per­centu­ali, e canoni anco­ra in cresci­ta del 5–6 per cen­to. “Fimaa non solo rap­p­re­sen­ta gli inter­es­si degli oper­a­tori immo­bil­iari ma è la sede del con­fron­to, è il pos­to dove gli oper­a­tori non si sentono soli. Una fun­zione prezio­sis­si­ma che a Roma sta inter­pre­tan­do al meglio”, sono state le parole del pres­i­dente del­la Con­f­com­mer­cio di Roma, Pier Andrea Cheval­lard. “La nos­tra cit­tà – ha aggiun­to – ha bisog­no di inter­ven­ti per riqual­i­fi­care il ter­ri­to­rio dal cen­tro alle per­iferie. Quan­do la cit­tà diven­terà più acces­si­bile sarà anche più attrat­ti­va per tut­ti col­oro che si vogliono inserire”, ha con­clu­so.

Related Images: