Parma, sorrisi ed emozione per la chiusura di “EduBioBimbi” della Fondazione Anna Mattioli

Parma, sorrisi ed emozione per la chiusura di “EduBioBimbi” della Fondazione Anna Mattioli

17/06/2024 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 470 volte!

Il prog­et­to, che ha coin­volto qua­si 200 bam­bi­ni delle scuole, sarà rin­no­va­to anche in occa­sione del­la sta­gione sco­las­ti­ca 2024/25

Coin­vol­gere le nuove gen­er­azioni in una serie di inizia­tive for­ma­tive e ludiche sul benessere col­le­ga­to alla sosteni­bil­ità ambi­en­tale ed incen­tra­to sul rispet­to del­la natu­ra e delle per­sone. Mis­sione com­pi­u­ta per il prog­et­to Edu­Bio­Bim­bi, forte­mente volu­to dal­la Fon­dazione Anna Mat­ti­oli di Par­ma — realtà atti­va da oltre due anni con­tro il dis­a­gio sociale e le fragilità gio­vanili — e avvi­a­to nel cor­so dell’anno 2023/24 nelle scuole del­la Cit­tà Ducale.
Nel pomerig­gio di ven­erdì 14 giug­no, pres­so la scuo­la mater­na Zan­gui­di è anda­to in sce­na l’evento di chiusura del­la pri­ma edi­zione del per­cor­so parte­ci­pa­ti­vo — patro­ci­na­to dal Comune di Par­ma — che ha vis­to coin­volti qua­si 200 pic­coli stu­den­ti degli Isti­tu­ti del Ter­ri­to­rio. Pre­sen­ti, oltre a docen­ti e ragazzi, il Pres­i­dente e la Diret­trice Gen­erale del­la Fon­dazione Anna Mat­ti­oli, Rober­to Pagli­u­ca e Bar­bara Galan­ti, il Con­sulente Sosteni­bil­ità e Ambi­ente del­la Fon­dazione Anna Mat­ti­oli, Andrea Fer­rante, la respon­s­abile oper­a­ti­va del Prog­et­to, Gem­ma Adorni, il pres­i­dente del Con­siglio Comu­nale di Par­ma, Michele Ali­novi, la ref­er­ente del­la Scuo­la Zan­gui­di, Ser­a­fi­na Varone, e la diri­gente del­l’is­ti­tu­to Sal­vo D’Ac­quis­to, Nadia Mal­cisi, che lascerà la gui­da del­la scuo­la dopo 12 anni e ha rice­vu­to i ringrazi­a­men­ti di isti­tuzioni comu­nali e sco­las­tiche per l’enorme lavoro e impeg­no pro­fusi in questi anni.
“Siamo molto con­tenti del­la rius­ci­ta del prog­et­to — ha com­men­ta­to il Pres­i­dente Pagli­u­ca -. Abbi­amo cer­ca­to di offrire un approc­cio com­p­lessi­vo all’e­d­u­cazione ambi­en­tale dei bam­bi­ni nel nuo­vo con­testo dei cam­bi­a­men­ti cli­mati­ci: dal­l’azione indi­vid­uale a quel­la col­let­ti­va, sostenere la salute del piane­ta per favorire il benessere delle nuove gen­er­azioni. L’ele­men­to di inno­vazione è sta­to pro­prio quel­lo di met­tere in rete diver­si luoghi con dif­fer­en­ti ele­men­ti ped­a­gogi­ci in uni­co per­cor­so didat­ti­co. Prin­cipi impor­tan­ti, ispi­rati all’azione del­la don­na da cui la Fon­dazione prende il nome. Anna Mat­ti­oli, infat­ti, ave­va un sog­no: resti­tuire al ter­ri­to­rio quel che da esso ave­va rice­vu­to e des­ti­narlo alla cura delle sue radi­ci più vul­ner­a­bili. Dopo due anni, anche gra­zie a questo prog­et­to, pos­si­amo dire che il suo deside­rio si sta con­cretiz­zan­do”.
Queste, invece, le parole del­la DG Galan­ti: “Il nos­tro prog­et­to ha avu­to suc­ces­so per due motivi: il pri­mo per la metodolo­gia uti­liz­za­ta, vis­to che abbi­amo affronta­to temi impor­tan­tis­si­mi per il futuro dei nos­tri bam­bi­ni, con il gio­co. Il gio­co, infat­ti, è sta­to l’elemento che ci ha garan­ti­to la parte­ci­pazione dei pic­coli su temi com­p­lessi come la sosteni­bil­ità ambi­en­tale; il sec­on­do, essere rius­ci­ti a coin­vol­gere, oltre ai bam­bi­ni, la scuo­la, le maestre e le diri­gen­ti per­ché sig­nifi­ca dare con­ti­nu­ità all’attività svol­ta e per il futuro cercher­e­mo di coin­vol­gere ancor di più le famiglie. Pos­si­amo annun­cia­re, in tal sen­so, che Edu­Bio­Bim­bi sarà pre­sente nelle scuole di Par­ma anche nel prossi­mo anno sco­las­ti­co e di questo ne siamo vera­mente orgogliosi”.
L’evento di chiusura, svoltosi ven­erdì scor­so, ha vis­su­to momen­ti emozio­nan­ti e di impor­tante con­di­vi­sione. Dopo la pre­sen­tazione di Gem­ma Adorni sulle attiv­ità svolte durante l’an­no sco­las­ti­co, è inter­venu­to Andrea Fer­rante, che ha antic­i­pa­to le novità del­la sec­on­da edi­zione di Edu­Bio­Bim­bi. E dopo le dichiarazioni prog­et­tuali e isti­tuzion­ali, tut­ti fuori nel gia­rdi­no del­la scuo­la, dove i pic­coli han­no pianta­to un acero, “pianta tan­to ama­ta da Anna Mat­ti­oli”, e han­no regala­to ai pre­sen­ti alcune piantine di basil­i­co. A con­clu­sione del pomerig­gio, infine un momen­to toc­cante: la con­seg­na ai bam­bi­ni — che il prossi­mo anno andran­no in pri­ma ele­mentare — del diplomi­no di parte­ci­pazione al prog­et­to.
“Oggi è sta­ta una gior­na­ta bel­lis­si­ma — ha com­men­ta­to il Pres­i­dente del Con­siglio comu­nale di Par­ma, Michele Ali­novi. Edu­Bio­Bim­bi è un prog­et­to di grande ril­e­van­za per met­tere in prat­i­ca com­por­ta­men­ti e pic­coli gesti da com­piere fin da pic­coli per con­trastare il cam­bi­a­men­to cli­mati­co e per garan­tire un futuro alla Ter­ra anche attra­ver­so un uso con­sapev­ole delle risorse nat­u­rali. Val­ori e obi­et­tivi che il Comune di Par­ma con­di­vide appieno ed aver inser­i­to recen­te­mente il con­cet­to di bio­di­ver­sità nel­lo Statu­to Comu­nale ne è la con­fer­ma. Sare­mo sem­pre al fian­co di per­cor­si di edu­cazione ambi­en­tale impor­tan­ti, come quel­li mes­si in cam­po dal­la Fon­dazione Anna Mat­ti­oli”.

Related Images: