Viterbo. A Tarquinia Sonia Pecorilli, candidata Presidente, incontra cittadini ed elettori insieme alla Lista PCI per le regionali Lazio

Viterbo. A Tarquinia Sonia Pecorilli, candidata Presidente, incontra cittadini ed elettori insieme alla Lista PCI per le regionali Lazio

24/01/2023 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 612 volte!

Sonia Peco­ril­li, can­di­da­ta alla Pres­i­den­za del­la Regione Lazio col PCI, pres­so gli stu­di Rai per un con­fron­to televisivo


“Dopo 32 anni, il PCI è tor­na­to pre­sente con la falce e martel­lo sul­la sche­da elet­torale del Lazio, ed è il pri­mo in alto a sin­is­tra! A Viter­bo — dichiara Sonia Peco­ril­li, can­di­da­ta alla pres­i­den­za del­la regione Lazio sostenu­ta dal­la Lista PCI — voglio pre­sentare can­di­date e can­di­dati per­chè in questo ter­ri­to­rio sono la vera forza di ques­ta scelta di alter­na­ti­va e per­chè sono i rap­p­re­sen­tan­ti di un per­cor­so che ha vis­to in queste set­ti­mane decine e decine di com­pagne e com­pag­ni, di sosten­i­tori, rac­cogliere le firme per poter­ci pre­sentare nel­la com­pe­tizione. Cer­ta­mente la spin­ta di cui siamo por­ta­tori è l’insieme del­la rispos­ta che met­ti­amo in cam­po per la regione e per Viter­bo. Noi vogliamo affrontare e risol­vere, e per questo sto accoglien­do i tan­ti con­tribu­ti pro­gram­mati­ci che ci ven­gono da grup­pi, asso­ci­azioni, organ­is­mi e perfi­no da sin­goli. — con­tin­ua Peco­ril­li — Il nos­tro NO all’inceneritore a S.Palomba, l’allarme scorie d’origine nucleare nel viterbese, la Valle del Sac­co emer­gen­za nazionale, sono ques­tioni che non pos­sono essere gestite come una prat­i­ca buro­crat­i­ca! Allo stes­so modo, le ques­tioni del­la san­ità, con in capo a tutte la pri­va­tiz­zazione esasper­a­ta di tut­ti i riv­o­li in cui far incun­eare il sis­tema del­la san­ità pri­va­ta va respin­to, si deve tornare allo spir­i­to del­la san­ità pub­bli­ca, gra­tui­ta ed uni­ver­sale, come già è sta­to pos­si­bile impostare nel nos­tro Paese. Per non dire poi, in tut­ta la regione ma qui a Viter­bo in par­ti­co­lare, del­la ques­tione dell’acqua pub­bli­ca: va tol­ta dalle grin­fie dei pri­vati che innes­can­do un mis­to di potere ges­tionale para­politi­co e di grosse soci­età alle spalle, fan­no pagare ai cit­ta­di­ni la “pri­va­tiz­zazione” nonos­tante l’esito ref­er­en­dario che dice appun­to, acqua pub­bli­ca!”. Questi sono gli accen­ni che il PCI e Sonia Peco­ril­li vogliono affrontare, oltre che ascoltare, nell’incontro pro­mosso a Tar­quinia saba­to 28 gen­naio alle 16.30. L’appuntamento è pres­so la sala Lawrence di via Umber­to I° nel cen­tro del­la cit­tad­i­na etr­usca. Affi­ancher­an­no Sonia Peco­ril­li, i tre can­di­dati del­la cir­co­scrizione provin­ciale Viter­bo per il PCI, Nicolò Par­ri­no, Alessia Ama­to e Lugi Caria. Parteciperà Ugo Moro, Tesoriere nazionale e com­po­nente del­la seg­rete­ria del PCI.

Sonia Peco­ril­li, can­di­da­ta alla pres­i­den­za del­la Regione Lazio , Lista PCI