ECOSISTEMA URBANO 2022,  MATTEONI: “MALE ROMA. ACCELERARE SU RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA E AMBIENTALE”

ECOSISTEMA URBANO 2022, MATTEONI: “MALE ROMA. ACCELERARE SU RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA E AMBIENTALE”

10/11/2022 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 464 volte!

“Per l’amministrazione comu­nale del sin­da­co Gualtieri e per l’esecutivo del pre­mier Mel­oni nei prossi­mi anni è atte­sa una sfi­da tan­to grande quan­to nec­es­saria: lavo­rare per la pro­mozione del­la riqual­i­fi­cazione ambi­en­tale, sociale ed ener­get­i­ca del­la Cap­i­tale d’Italia. Per Roma, infat­ti, al pari di altri capolu­oghi ital­iani, è sta­to un 2021 del­i­ca­to e com­pli­ca­to, in forte affan­no anche nel­la fase post pan­demia. E, più in gen­erale, sono poche le cit­tà che sono rius­cite a fare la dif­feren­za pun­tan­do, davvero, sul­la sosteni­bil­ità ambi­en­tale. A dare l’esempio è Bolzano la nuo­va regi­na green, come tes­ti­mo­ni­a­to da Eco­sis­tema Urbano 2022, il report di Legam­bi­ente real­iz­za­to in col­lab­o­razione con Ambi­ente Italia e Il Sole 24 ORE, sulle per­for­mance ambi­en­tali di 105 Comu­ni capolu­o­go che tiene con­to di 18 indi­ca­tori, dis­tribuiti in sei aree tem­atiche: aria, acque, rifiu­ti, mobil­ità, ambi­ente urbano ed ener­gia. La clas­si­fi­ca finale affer­ma inoltre che la Cap­i­tale è all’88esimo pos­to: una posizione che purtrop­po la dice lun­ga su quan­to c’è anco­ra da fare al fine di con­trastare l’emergenza ener­get­i­ca, ambi­en­tale e sociale in atto. Ci auguri­amo dunque che il Campi­doglio sap­pia met­tere in cam­po le giuste soluzioni per rilan­cia­re l’Urbe Eter­na, trovan­do la diret­ta e fon­da­men­tale col­lab­o­razione del nuo­vo gov­er­no nazionale. Bisogna oper­are, ad esem­pio, sul mag­giore svilup­po degli impianti foto­voltaici sui tet­ti, e delle energie rin­nov­abili, sul­la riqual­i­fi­cazione degli edi­fi­ci pub­bli­ci, sull’elettrificazione del trasporto pub­bli­co e pri­va­to, e sul­la con­cretiz­zazione di sis­te­mi com­pletare di econo­mia cir­co­lare, nonché tante altre mis­ure sug­gerite dal­la stes­sa Legam­bi­ente. Ci riusciremo?”.

A sot­to­lin­ear­lo, in una nota stam­pa, è Mar­co Mat­teoni, ex pres­i­dente del­la Con­far­ti­giana­to Edilizia di Roma e del Lazio, nonché tra i prin­ci­pali play­er nel­la riqual­i­fi­cazione immo­bil­iare ed energetica