TERRITORIO, MATTEONI: “ANCHE A ROMA E NEL LAZIO TERRITORIO A RISCHIO”

TERRITORIO, MATTEONI: “ANCHE A ROMA E NEL LAZIO TERRITORIO A RISCHIO”

22/09/2022 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 300 volte!

TERRITORIO, MATTEONI: “ANCHE A ROMA E NEL LAZIO TERRITORIO A RISCHIO”
“Quan­to accadu­to nei giorni scor­si nelle Marche, regione vio­len­te­mente col­pi­ta dal mal­tem­po, rap­p­re­sen­ta una trage­dia immane e voglio esprimere tut­to il mio cor­doglio e tut­ta la mia vic­i­nan­za alla famiglia delle vit­time. Sono dell’opinione che sia impro­cras­tin­abile e nec­es­sario atti­vare in maniera rap­i­da e conc­re­ta provved­i­men­ti seri per affrontare il fenom­e­no del cam­bi­a­men­to cli­mati­co, e soprat­tut­to, per tute­lare la sicurez­za del nos­tro ter­ri­to­rio, stori­ca­mente prob­lem­ati­co, attra­ver­so azioni di mit­igazione del ris­chio e di pre­ven­zione idro­ge­o­log­i­ca. E il Lazio e la cit­tà di Roma non fan­no eccezione in tal sen­so. Anni fa, infat­ti, — era­no i tem­pi del mio ruo­lo di pres­i­dente del­la Con­far­ti­giana­to edilizia — denun­ci­ai ad una nota trasmis­sione Rai la dis­as­trosa situ­azione del­la Cap­i­tale, dove su 60 mila beni immo­bil­iari abi­ta­tivi e non, una gran­dis­si­ma fet­ta – cir­ca 40mila unità — rischi­a­vano di sof­frire crol­li o lesioni impor­tan­ti in caso di sis­ma. Molti degli edi­fi­ci si trovano per­al­tro all’in­ter­no delle Mure Aure­liane e sono sta­ti costru­iti pri­ma degli anni Set­tan­ta. Sen­za con­sid­er­are, inoltre, che nel­la nos­tra Regione la qua­si total­ità dei Comu­ni pre­sen­ta almeno un’area a ris­chio di frana o di eson­dazione, in cui è mes­sa a repen­taglio la vita umana e più di 350mila cit­ta­di­ni vivreb­bero in aree poten­zial­mente a ris­chio idro­ge­o­logi­co. Un con­testo del­i­ca­to e pre­oc­cu­pante che richiederebbe da parte delle isti­tuzioni com­pe­ten­ti inter­ven­ti pre­ven­tivi e non azione legate sic et sim­pliciter alla log­i­ca del­la emer­gen­za. Solo in tal modo il nos­tro ter­ri­to­rio potrà essere mes­so real­mente in sicurezza”.
A sot­to­lin­ear­lo, in una nota stam­pa, è Mar­co Mat­teoni, ex pres­i­dente del­la Con­far­ti­giana­to Edilizia di Roma e del Lazio, nonché tra i prin­ci­pali play­er nel­la riqual­i­fi­cazione immo­bil­iare ed energetica