A PARMA LA FONDAZIONE ANNA MATTIOLI SCENDE IN CAMPO IN FAVORE DEI PIU’ FRAGILI

A PARMA LA FONDAZIONE ANNA MATTIOLI SCENDE IN CAMPO IN FAVORE DEI PIU’ FRAGILI

21/09/2022 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 389 volte!

A PARMA LA FONDAZIONE ANNA MATTIOLI SCENDE IN CAMPO IN FAVORE DEI PIU’ FRAGILI
Al via i prog­et­ti per gli stu­den­ti ucrai­ni e
le famiglie frag­ili con bambini

Per fron­teggia­re l’emergenza dei profughi accolti nel nos­tro Paese a causa del­lo sta­to di guer­ra in Ucraina, l’I­talia sta offren­do una grande ospi­tal­ità, soprat­tut­to a donne, bam­bi­ni e ragazzi.
La Fon­dazione Anna Mat­ti­oli non avrebbe potu­to restare insen­si­bile a ques­ta dolorosa ques­tione uman­i­taria e ha per­ciò deciso di impeg­nar­si in pri­ma lin­ea offren­do, tramite un ban­do pro­mosso nel­lo scor­so mese di luglio d’intesa con l’Università di Par­ma, dieci borse di stu­dio ed altret­tante oppor­tu­nità di allog­gio gra­tu­ito per stu­dentesse e stu­den­ti ucrai­ni per l’anno acca­d­e­mi­co 2022–23.
A par­tire da questo mese, per­tan­to, sette ragazze e ragazzi uni­ver­si­tari ucrai­ni avran­no la pos­si­bil­ità di pros­eguire il loro per­cor­so for­ma­ti­vo, riceven­do un sosteg­no eco­nom­i­co e la gra­tu­ità dell’alloggio per un anno offer­ti dal­la nos­tra Fon­dazione, oltre all’esenzione dal paga­men­to delle tasse uni­ver­si­tarie e al vouch­er per servizi ris­tora­tivi mes­so a dis­po­sizione da ER.GO.
Pen­san­do ai nuclei famil­iari frag­ili e all’esigenza di cura dei loro figli, abbi­amo deciso inoltre di impeg­nar­ci per sod­dis­fare richi­este di aiu­to prove­ni­en­ti da chi si tro­va in situ­azioni di dif­fi­coltà o di disagio.
Il pri­mo pas­so di un’accoglienza con­sapev­ole è cer­ta­mente quel­lo di offrire un tet­to a chi ne ha per­so il riparo. La casa è, infat­ti, un ele­men­to cen­trale, fon­da­men­tale per dare sicurez­za e per con­tribuire a costru­ire una comu­nità sana e coesa.

Per­tan­to, dopo aver avvi­a­to nei mesi scor­si un costrut­ti­vo dial­o­go con i prin­ci­pali Enti, Isti­tuzioni ed Organ­is­mi pre­posti a Par­ma alle attiv­ità di accoglien­za ed assis­ten­za sociale, abbi­amo deciso di met­tere a dis­po­sizione gra­tuita­mente l’alloggio anche a quat­tro famiglie con bam­bi­ni, di cui due ucraine profughe di guer­ra, offren­do loro un riparo come pri­mo pas­so di un per­cor­so pro­gram­ma­to ver­so un mod­el­lo sociale pro­tet­ti­vo ed inclusivo.
Il prog­et­to, svilup­pa­to d’intesa e con la preziosa col­lab­o­razione dell’Associazione CIAC e del suo staff di oper­a­tori e pro­fes­sion­isti impeg­nati da oltre vent’anni nel set­tore, vuole essere un altro con­cre­to gesto di aiu­to, la rispos­ta ad un bisog­no reale ed urgente, come volu­to dai Fondatori.
Un modo per iniziare a costru­ire insieme il bene comune, par­tendo dalle fondamenta.

Par­ma, 20 set­tem­bre 2022