Roma. “Un nuovo impegno per rialzare la testa… il PCI”. Cuba e Palestina protagonisti sabato 23 a Via del Frantoio

Roma. “Un nuovo impegno per rialzare la testa… il PCI”. Cuba e Palestina protagonisti sabato 23 a Via del Frantoio

18/07/2022 0 Di Maurizio Aversa

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 916 volte!


Così, con una let­tera aper­ta ind­i­riz­za­ta ai lavo­ra­tori e al popo­lo che subisce i mec­ca­n­is­mi del­lo sfrut­ta­men­to sociale, il grup­po diri­gente del­la Sezione del Par­ti­to Comu­nista Ital­iano, Tiburtina Pren­esti­na, gui­da­ta da un grup­po di attivisti, chia­ma ad un momen­to di parte­ci­pazione e fes­ta. Momen­to che è politi­co ma che con­tiene, come nel­la migliore tradizione comu­nista, anche una cena popo­lare. “Caro compagna/o, sti­amo tut­ti viven­do una crisi del sis­tema cap­i­tal­is­ti­co che ci sta velo­ce­mente por­tan­do alla dis­truzione. Pan­demie, guerre, cam­bi­a­men­ti cli­mati­ci sono sem­pre più all’ordine del giorno. – dice appun­to la let­tera dif­fusa nel quartiere e affi­da­ta anche alla comu­ni­cazione online – Noi pro­le­tari e lavo­ra­tori siamo sem­pre più poveri e oppres­si, divisi e chiusi in noi stes­si, e abbi­amo per­so la sper­an­za nel futuro. Ma non è sta­to sem­pre così: ci sono sta­ti dei peri­o­di stori­ci, non lon­tani da noi, in cui la classe opera­ia ave­va dig­nità e forza e, orga­niz­za­ta nel Par­ti­to, è sta­ta in gra­do di con­quistare tan­ti dirit­ti e miglio­ra­men­ti gen­er­ali in ogni aspet­to del­la vita. Tut­to ciò che da anni ci stan­no toglien­do. La sto­ria – con­tin­ua la nota dif­fusa – ha dimostra­to che il Par­ti­to è l’unica arma che può arginare e inver­tire la dis­as­trosa con­dizione in cui siamo costret­ti oggi oltre che uno stru­men­to con­cre­to di cresci­ta per­son­ale e col­let­ti­va. Il nos­tro mod­el­lo ed esem­pio lumi­noso è il glo­rioso P.C.I. , quel­lo delle lotte e delle con­quiste, il Par­ti­to migliore che l’Italia abbia mai avu­to. Diver­si di noi, lavo­ra­tori, gio­vani e donne, han­no deciso di orga­niz­zarsi, di rompere la gab­bia del­la soli­tu­dine e del­la sfidu­cia. Pen­si­amo che solo insieme, ognuno col pro­prio pos­to di lot­ta, è pos­si­bile costru­ire un futuro migliore e diver­so, per noi e soprat­tut­to per le nuove gen­er­azioni. Per questo qualche mese fa abbi­amo fonda­to la Sezione PCI Tiburtina-Pren­esti­na. C’è bisog­no – chi­ude con un appel­lo il doc­u­men­to comu­nista – di un nuo­vo impeg­no, di entu­si­as­mo e fidu­cia nel­la forza del nos­tro pen­siero e del­la classe opera­ia. Da soli non siamo niente, siamo des­ti­nati a subire solo soprusi e umil­i­azioni; se com­bat­ter­e­mo insieme soli­tu­dine e inerzia uni­ti potremo rialzare la tes­ta e scri­vere pagine resisten­za, gius­tizia e nuove vit­to­rie. Ti aspet­ti­amo se vuoi par­lare e dis­cutere con noi, con cal­ma e lib­ertà, per com­in­cia­re di nuo­vo, o per la pri­ma vol­ta, a pen­sare ad un impeg­no collettivo.”.

Alla let­tera, dove sono ben indi­cati i modi, oltre quel­li diret­ti e di per­sona, per con­tattare la neo orga­niz­zazione ter­ri­to­ri­ale del PCI (pci.tiburtinaprenestina@gmail.com ; 37577768376) con­tiene il pro­gram­ma dell’iniziativa di Saba­to 23 dalle ore 19.30, dove è spec­i­fi­ca­to che la Cena Popo­lare (a sot­to­scrizione 15 euro) si svol­gerà anche con la pre­sen­za ed i salu­ti pres­ti­giosi di Clau­dia Mor­gade, Respon­s­abile Polit­i­ca del­la Ambas­ci­a­ta di Cuba in Italia; di Yousef Salman, Pres­i­dente del­la Comu­nità Palesti­nese del Lazio; e di Gia­co­mo De Ange­lis, del­la Seg­rete­ria nazionale del Par­ti­to a gui­da del­la Fed­er­azione Met­ro­pol­i­tana di Roma. Il cir­co­lo Arci “Con­cet­to March­esi” che ospi­ta l’iniziativa è sito in via del Fran­toio, 9c. al Tiburtino. La Metro più vic­i­na è la Metro B – S. Maria del Soccorso.