COMUNE DI MARINO: L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA QUESTA SCONOSCIUTA‼️

COMUNE DI MARINO: L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA QUESTA SCONOSCIUTA‼️

18/07/2022 0 Di Movimento 5 Stelle Marino

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 881 volte!

Leggen­do le risposte dell’Assessore all’Innovazione Tec­no­log­i­ca geom. Top­pi alle due inter­rogazioni riguardan­ti il Prog­et­to FCM (Fibra Comu­nale Mari­no) e la videosorveg­lian­za, riman­go basito nel con­statare che dopo nove mesi dall’insediamento anco­ra non ha com­pre­so questi due prog­et­ti!

In tutte e due le risposte alle inter­rogazioni l’Assessore ci illu­mi­na affer­man­do che il com­ple­ta­men­to dei prog­et­ti è sub­or­di­na­to al com­ple­ta­men­to del­la rete in fibra da parte di Open Fiber e Fiber­cop. Parafrasan­do un noto ex mag­is­tra­to poi politi­co affer­mo: ma che c’azzecca?

Fac­ciamo un po’ di chiarez­za. Open Fiber è una soci­età parte­ci­pa­ta al 60% Cas­sa deposi­ti e presti­ti e al 40% da Fibre Net­works Hold­ings S.a.r.l. men­tre Fiber­cop è con­trol­la­ta per il 58% da TIM, per il 37,5% dal fon­do KKR e per il 4,5% da Fast­web. Entrambe le soci­età cablano il ter­ri­to­rio ital­iano con la fibra otti­ca e suc­ces­si­va­mente ven­dono servizi.

La  Fibra Comu­nale Mari­no, lo dice il nome stes­so, è di pro­pri­età comu­nale cioè appar­tiene all’Amministrazione quin­di a tut­ti noi cit­ta­di­ni di Marino!

Il prog­et­to è sta­to ideato dal sot­to­scrit­to, approva­to e real­iz­za­to dall’Amministrazione Col­iz­za pro­prio per non essere sogget­ti alle soci­età che oper­a­no sul mer­ca­to. Con la fibra comu­nale l’Amministrazione si rende indipen­dente nell’erogare servizi in dati e voce alle scuole del ter­ri­to­rio, otte­nen­do anche un notev­ole risparmio.

Per essere anco­ra più esplic­i­to e per fare com­pren­dere ai cit­ta­di­ni di cosa sti­amo par­lan­do mi spiegherò con un esem­pio: l’attuale Ammin­is­trazione ha ered­i­ta­to dal­la prece­dente una nuo­va stra­da ma preferisce veico­lare il traf­fi­co su una stra­da che appar­tiene ad un comune lim­itro­fo pagan­done il pedaggio!

Sul­la rete FCM il comune for­nisce servizi in dati e voce a Palaz­zo Colon­na, Palaz­zo Mat­teot­ti, Museo Civi­co, Bib­liote­ca e Teatro comu­nale, Cimitero e le scuole Ungaret­ti, Per­ti­ni, Caris­si­mi, D’Azeglio, Ter­raz­zone, Repub­bli­ca, Vival­di, Casa dei Servizi e l’Info Point dell’Appia antica.

Gli ulti­mi appa­rati e la fibra otti­ca sono sta­ti con­seg­nati al comune a fine set­tem­bre 2021 ed era­no sta­ti real­iz­za­ti i rac­cor­di dalle dor­sali alle scuole del­la pia­nu­ra. Non rimane quin­di che col­le­gare in fibra comu­nale i plessi Nie­vo, Cia­ri, Ver­di, Morante, Levi, Amen­dola e le nuove aule del­la Frank.

Ricor­do all’Assessore Top­pi che il com­ple­ta­men­to del­la rete è pro­pe­deu­ti­co all’instal­lazione delle tele­camere di videosorveg­lian­za pre­viste nel prog­et­to “Ter­ri­to­rio sicuro”. Infat­ti ad oggi sono col­le­gate sola­mente 22 delle 64 tele­camere previste!

Asses­sore Top­pi quan­to dob­bi­amo atten­dere anco­ra per com­pletare questi progetti?

Ing. Save­rio Audino