Si faccia rispettare il Decreto Costa sui voli di Ciampino, presentata Mozione dai Consiglieri delle liste Federate dell’Attivismo Partecipato

Si faccia rispettare il Decreto Costa sui voli di Ciampino, presentata Mozione dai Consiglieri delle liste Federate dell’Attivismo Partecipato

17/05/2022 0 Di Movimento 5 Stelle Marino

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1143 volte!

A fir­ma di Car­lo Col­iz­za ‑tra i pro­tag­o­nisti insieme a comi­tati, asso­ci­azioni del ter­ri­to­rio ed a tut­to il Movi­men­to 5 Stelle del­la battaglia che ha por­ta­to alla riduzione dei voli all’aeroporto di Ciampino- è sta­ta pre­sen­ta­ta una Mozione in Con­siglio comu­nale che impeg­ni il sin­da­co a fare quan­to in suo potere per far rispettare le pre­scrizioni del Decre­to Cos­ta in mer­i­to ai voli notturni.

Il cita­to Decre­to del 2018, fir­ma­to dall’allora Min­istro dell’ambiente pen­tastel­la­to Ser­gio Cos­ta e dife­so con suc­ces­so davan­ti al tri­bunale ammin­is­tra­ti­vo dal­la prece­dente ammin­is­trazione, prevede non solo la riduzione dei voli (fino ad un mas­si­mo di 65 movi­men­ti gior­nalieri per quel­li com­mer­ciali) ma anche la chiusura ai voli not­turni dalle 23 alle 6, sal­vo “voli di sta­to” e cause di forza maggiore.

Pro­prio il rispet­to delle fasce not­turne è ogget­to del­la Mozione pre­sen­ta­ta dai Con­siglieri delle liste Fed­er­ate dell’Attivismo Parte­ci­pa­to (Col­iz­za, Cer­ro, Blaset­ti e Carmesi­ni), che chiedono al sin­da­co di avviare azioni a tutela dei cit­ta­di­ni e di pre­tendere trasparen­za sui voli not­turni, con pub­bli­cazione dei dati pun­tu­ali su casis­tiche di forza mag­giore ed autorità che han­no autor­iz­za­to gli sforamenti.

Dopo la scon­cer­tante, quan­to infon­da­ta, affer­mazione di aver ridot­to i voli a Ciampino –che sarebbe suona­ta sem­plice­mente ris­i­bile se non fos­se sta­ta pro­nun­ci­a­ta da un sin­da­co in Con­siglio comu­nale- Cec­chi, accoglien­do la mozione ed i sug­ger­i­men­ti che vi sono con­tenu­ti, può ora real­mente inter­venire a tutela del­la salute dei pro­pri concit­ta­di­ni. Ci aspet­ti­amo che lo fac­cia, met­ten­do da parte la pro­pa­gan­da politica