MARINO, AMBROGIANI(PD): “RIBADIAMO NECESSITA’ DI STORICA VOCAZIONE SPORTIVA E SOCIALE PALAGHIACCIO. CECCHI CHE DICE?”

MARINO, AMBROGIANI(PD): “RIBADIAMO NECESSITA’ DI STORICA VOCAZIONE SPORTIVA E SOCIALE PALAGHIACCIO. CECCHI CHE DICE?”

20/04/2022 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1262 volte!

“Nelle ultime ore si sono riac­ce­si i fari medi­ati­ci sul des­ti­no del Palaghi­ac­cio, stor­i­ca strut­tura sporti­va di Cava dei Sel­ci oggi cadu­ta nel degra­do e nel dimen­ti­ca­toio. Sono anni che seguiamo la vicen­da e sol­leciti­amo con forza e deci­sione Palaz­zo Colon­na affinché si lavori per l’effettiva riqual­i­fi­cazione del Palaghi­ac­cio: siamo dunque con­tenti che sia tor­na­to aspet­to pri­mario del­la agen­da polit­i­ca cit­tad­i­na. In questo con­testo, come Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co, rib­a­di­amo la neces­sità di man­tenere la vocazione sporti­va, sociale e ricre­ati­va del Palaghi­ac­cio, nel­la con­sapev­olez­za mat­u­ra­ta che un nuo­vo iper­me­r­ca­to porterebbe sola­mente un ulte­ri­ore aggravio di mac­chine e inquina­men­to, per giun­ta in una zona già mes­sa in ginoc­chio dal radon, dalle polveri sot­tili dell’aeroporto e da una via­bil­ità com­pli­ca­ta. E sig­ni­ficherebbe la com­p­lessi­va deser­ti­fi­cazione com­mer­ciale e la totale dis­truzione del tes­su­to pro­dut­ti­vo del nos­tro ter­ri­to­rio nonché dei negozi di vic­i­na­to che, invece, aiu­tano e imple­men­tano la social­iz­zazione nel­la nos­tra comu­nità. Ricor­diamo inoltre che la strut­tura nacque anche con finanzi­a­men­ti del cred­i­to sporti­vo a fon­do per­du­to, su ter­ri­tori strap­pati gra­zie alla battaglia fat­ta dal­la nos­tra comu­nità. Eppure, tut­to questo sem­bra dimen­ti­ca­to. Atten­di­amo adesso di capire cosa ne pen­sano l’attuale ammin­is­trazione comu­nale e il sin­da­co di Mari­no Ste­fano Cec­chi: una loro posizione sul des­ti­no del Palaghi­ac­cio sarebbe fon­da­men­tale come for­ma di trasparen­za nei con­fron­ti dei nos­tri concittadini”.

Così, in una nota, il seg­re­tario cit­tadi­no del Pd, Ser­gio Ambrogiani.