GROSSETO, CARAMANICA(REA): “SOS AREE CON AMIANTO: PERICOLO PER PERSONE E ANIMALI. INTERVENIRE”

GROSSETO, CARAMANICA(REA): “SOS AREE CON AMIANTO: PERICOLO PER PERSONE E ANIMALI. INTERVENIRE”

28/01/2022 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 691 volte!

“Riv­o­luzione Ecol­o­gista e Ani­mal­ista intende esprimere la pro­pria pre­oc­cu­pazione e la pro­pria indig­nazione per quan­to sta acca­den­do nel ter­ri­to­rio comu­nale di Gros­se­to, da dove ci giun­gono gravi seg­nalazioni in mer­i­to alla pre­sen­za di aree nel degra­do più com­ple­to, invase di immon­dizia e mate­ri­ali peri­colosi: in par­ti­co­lare, amianto, alla cui espo­sizione – ci preme ricor­dar­lo — ven­gono asso­ciate malat­tie del­l’ap­pa­ra­to res­pi­ra­to­rio (asbestosi, car­ciro­ma pol­monare) e delle mem­brane sierose. Un con­testo igien­i­co-san­i­tario, dunque, poten­zial­mente molto peri­coloso per esseri umani e ani­mali. Nel­lo speci­fi­co, sono due le sac­che di incu­ria che destano grave allarme, come per­al­tro evi­den­zi­a­to dal gior­nal­ista Loren­zo Manci­neschi di La Iena sco­modaLIVE che in più occa­sioni ha doc­u­men­ta­to siti, pieni di rifiu­ti dove sono sta­ti rin­venu­ti par­ti di amianto sgre­to­la­to alta­mente ris­chioso per la salute: la pri­ma area è quel­la in via Zir­cone, dove sareb­bero anco­ra pre­sen­ti las­tre ondu­late di cemento/amianto non com­pat­to a trat­to sbri­ci­o­la­to, oltre ad altri mate­ri­ali chimi­ci, ban­cali, car­toni e plas­ti­ca, genere di rifi­u­to di ogni genere. Men­tre, la sec­on­da area è sit­u­a­ta in local­ità Pog­gio La Moz­za Gros­se­to, una vera e pro­pria dis­car­i­ca a cielo aper­to, con sir­inghe, rima­nen­ze organiche, rifiu­ti peri­colosi: è pro­prio in quell’oasi di spor­cizia risiede una colo­nia feli­na, il cui benessere è costan­te­mente in peri­co­lo. E cosa fan­no le isti­tuzioni, nel frat­tem­po? Ovvi­a­mente nul­la. Abbi­amo anche sol­lecita­to su ques­ta del­i­ca­ta realtà e chiesto aiu­to ad alcune asso­ci­azioni ani­mal­iste (Enpa, Oipa, Lega del Cane) sen­za ottenere purtrop­po sosteg­no alcuno. E, in più occa­sioni, abbi­amo invi­a­to seg­nalazioni uffi­ciali e speci­fiche pec al sin­da­co di Gros­se­to per denun­cia­re il degra­do e l’abbandono di queste aree, sol­lecitan­do al con­tem­po imme­diati e con­creti inter­ven­ti di bonifi­ca e pulizia. Ma da parte del Comune di Gros­se­to abbi­amo riscon­tra­to fino­ra solo silen­zi e indif­feren­za isti­tuzionale. Aus­pichi­amo una decisa inver­sione di rot­ta, altri­men­ti — nos­tro mal­gra­do – sare­mo costret­ti a riv­ol­ger­ci alle sede com­pe­ten­ti al fine di risol­vere la del­i­ca­ta ques­tione. Riv­o­luzione Ecol­o­gista e Ani­mal­ista rimane chiara­mente a dis­po­sizione per incon­trare il sin­da­co e infor­mar­lo anche di altre sac­che di ille­gal­ità e spor­cizia pre­sen­ti sul territorio”.

Così, in una nota, il seg­re­tario nazionale del par­ti­to Riv­o­luzione Ecol­o­gista e Ani­mal­ista, Gabriel­la Caramanica.