Giorno della Memoria a Fondi: due eventi per non dimenticare

Giorno della Memoria a Fondi: due eventi per non dimenticare

27/01/2022 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1347 volte!

Giorno della Memoria a Fondi: due eventi per non dimenticare

Incontro promosso dall’A.N.P.I. al Museo del Medioevo ebraico giovedì 27 gennaio alle 18:30 e appuntamento con la lettura promosso dal Sistema Bibliotecario del Sud Pontino venerdì 28 gennaio alle 10:30

Due gli even­ti in pro­gram­ma per com­mem­o­rare le vit­time dell’Olocausto. Il pri­mo, in pro­gram­ma oggi, Giorno del­la Memo­ria, si ter­rà pres­so il Museo del Medio­e­vo Ebraico, in Largo Elio Toaff, a par­tire dalle ore 18.30. Un pomerig­gio per non dimen­ti­care, pro­mosso dall’Associazione Nazionale Par­ti­giani d’Italia all’insegna del­la sto­ria, dell’arte e del­la filolo­gia. Dopo le let­ture a cura di Sil­via Tagli­aven­to, pres­i­dente delle Fonderie delle Arti Sign­or Keuner, seguiran­no le dis­ser­tazioni di Diego Morg­era e Alessan­dro Gion­ta, rispet­ti­va­mente docente di sto­ria e lau­re­an­do in filolo­gia mod­er­na. Parteciperà all’even­to com­mem­o­ra­ti­vo anche il sin­da­co di Fon­di Beni­amino Maschi­et­to. Nec­es­sario il super green pass.

Il sec­on­do even­to, ded­i­ca­to alle scuole dei comu­ni del Sis­tema Bib­liote­cario Sud Pon­ti­no, si ter­rà domani, parzial­mente in pre­sen­za e parzial­mente in stream­ing allo scopo di dare la pos­si­bil­ità ad un mag­gior numero di per­sone di parte­ci­pare e riflet­tere sui temi del libro “L’ultimo viag­gio – Il dot­tor Kor­czak e i suoi bam­bi­ni”, di Irène Cohen-Jan­ca con illus­trazioni di Mau­r­izio Quarel­lo. L’even­to si ter­rà in pre­sen­za pres­so la bib­liote­ca “Dario Lo Sor­do” di Monte San Bia­gio e potrà essere segui­to in diret­ta anche dal­la pag­i­na Face­book del Sis­tema Bib­liote­cario del Sud Pon­ti­no. Parteciperà Pao­lo Cesari, tradut­tore e cura­tore del­la ver­sione ital­iana del libro. Faran­no parte del pub­bli­co, con pos­si­bil­ità di inter­venire, stu­den­ti di tut­ti i comu­ni del sis­tema tra cui le clas­si 5^A, 5^B, 5^C, 5^E e 4^B dell’istituto com­pren­si­vo Garibal­di di Fon­di. Han­no col­lab­o­ra­to all’organizzazione i del­e­gati Pao­lo Rotun­no (politiche sco­las­tiche), Rita Di Fazio (Sis­tema bib­liote­cario e muse­ale) ed Ele­na De Libero (dis­abil­ità e istruzione pri­maria di pri­mo grado).

«Le vit­time dell’olocausto – com­men­ta il sin­da­co di Fon­di Beni­amino Maschi­et­to – dovreb­bero essere com­mem­o­rate ogni giorno dell’anno e per sem­pre. Il 27 gen­naio – aggiunge lo stes­so citan­do Pri­mo Levi — è una pag­i­na del libro dell’umanità da cui non dovre­mo mai togliere il seg­nal­i­bro del­la memo­ria. Il propos­i­to è quel­lo di pro­muo­vere e incen­ti­vare even­ti, cul­tur­ali, stori­ci o di pro­mozione del­la let­tura, non soltan­to oggi e domani, ma tut­ti i giorni dell’anno per non dimen­ti­care e, soprat­tut­to, per fare tesoro degli inseg­na­men­ti e met­ter­li in atto in un’attualità anco­ra dram­mati­ca­mente seg­na­ta da guerre, odio, vio­len­za e discriminazioni».

«Lo stu­dio, la let­tura e la ricostruzione del­la sto­ria – aggiunge l’assessore alla Cul­tura Vin­cen­zo Carnevale – assumono un’im­por­tan­za api­cale in gior­nate come ques­ta per­ché aiu­tano l’uo­mo a porre dei pun­ti fer­mi: gli ricor­dano di non intrapren­dere una stra­da che potrebbe por­tar­lo a com­met­tere nuo­va­mente dram­mati­ci errori. La conoscen­za e la cul­tura ren­dono liberi e con­tin­uare a pro­muo­vere even­ti come questi nelle scuole e tra i gio­vani avrà effet­ti pos­i­tivi  sul futuro dell’umanità».