Centro Anziani di Frattocchie (Marino): la versione del Presidente Bornaccioni

Centro Anziani di Frattocchie (Marino): la versione del Presidente Bornaccioni

26/01/2022 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1609 volte!

Dopo varie vicissitudini intorno all’APS Centro Anziani Frattocchie di Marino, Claudio Bornaccioni, quale Presidente della citata APS, ha fornito, a nome dell’intero Direttivo dell’Associazione, la sua versione sui fatti accaduti e sulle dinamiche che hanno portato all’attuale situazione di grave confusione nella gestione del Centro di Frattocchie.

Cari cit­ta­di­ni,

fino a questo momen­to sono rimas­to in silen­zio per­ché non ave­vo voglia di ali­menta­re tutte le polemiche che si sono svilup­pate in mer­i­to al Cen­tro Anziani di Frat­toc­chie. Ora però, d’accordo con tut­to il Diret­ti­vo, ho deciso di inter­venire e chiarire esat­ta­mente come stan­no le cose, per­ché mi sono state ripor­tate una serie di accuse che ven­gono riv­olte nei miei con­fron­ti e nei con­fron­ti delle tante per­sone che con me han­no avvi­a­to, seguen­do la legge, l’Associazione di Pro­mozione Sociale (APS) lega­ta al Cen­tro Anziani Frat­toc­chie di Marino.

Siamo accusati, di fat­to, di aver pre­so un’iniziativa fuori luo­go e di aver fat­to qual­cosa che offende e ferisce tut­ti i più ‘vec­chi’ cit­ta­di­ni di Frat­toc­chie, di avere pre­sen­ta­to una pro­pos­ta al Comune per gestire il Cen­tro Anziani sen­za aver avvisato i vec­chi gestori e sen­za aver­li pre­ven­ti­va­mente sen­ti­ti e, quin­di, di aver sot­trat­to il Cen­tro anziani al prece­dente Pres­i­dente. Inoltre, ci accu­sano pure di aver fat­to questo con l’appoggio del­la politica.

Ebbene, come vedremo, queste accuse sono prive di fon­da­men­to.

Va saputo che nel luglio 2021, tramite un conoscente, incon­trai il Pres­i­dente del Cen­tro Anziani pro­prio per par­largli in mer­i­to al futuro del Cen­tro, a cui ero già iscrit­to, in quan­to ave­vo saputo che il vec­chio Pres­i­dente non sarebbe sta­to disponi­bile a rin­no­vare l’incarico.

Quan­do ci sedem­mo allo­ra per par­lare, l’aspetto su cui si sof­fer­mò il vec­chio Pres­i­dente fu, per me del tut­to inaspet­ta­to, rel­a­ti­vo al mio ori­en­ta­men­to politi­co. Nel capire che l’orientamento era diver­so dal suo ed alla mia con­sid­er­azione che feci sull’assenza di nes­so tra questo ori­en­ta­men­to e la vita del Cen­tro Anziani, che invece non si dovrebbe occu­pare di polit­i­ca, il vec­chio Pres­i­dente inter­ruppe il dial­o­go, si alzò e se ne andò, las­cian­do­mi sen­za parole.

Alla luce di questo modo di agire, ho evi­ta­to ulte­ri­ori incon­tri nel 2021 ed ho ver­i­fi­ca­to se ci fos­sero altri cit­ta­di­ni inter­es­sati, seguen­do la legge regionale nel frat­tem­po pro­mul­ga­ta, ad un rilan­cio e mag­giore aper­tu­ra del Cen­tro Anziani.

Sot­to­li­neo di aver cer­ca­to delle per­sone, non dei politi­ci, come alcu­ni dif­fon­dono a voce e su vari canali social, ma cit­ta­di­ni che niente han­no a che fare con la polit­i­ca, disponi­bili a cos­ti­tuire, come chiede­va la nuo­va legge regionale, un’Associazione di Pro­mozione Sociale (APS) per pro­por­ci nel­la ges­tione del Cen­tro Anziani di Frattocchie.

Quan­do, a fine set­tem­bre 2021 abbi­amo pre­sen­ta­to le carte per la reg­is­trazione, sì è evi­den­zi­a­to che per Frat­toc­chie nessun’altra APS era sta­ta reg­is­tra­ta. Men­tre per tut­ti gli altri tre Cen­tri Anziani di Mari­no diver­si da Frat­toc­chie, chi li ges­ti­va si era atti­va­to per pre­sentare entro fine set­tem­bre la nuo­va orga­niz­zazione sec­on­do le norme region­ali, chi ave­va fino ad allo­ra gesti­to il vec­chio Cen­tro Anziani di Frat­toc­chie non ave­va avvi­a­to nes­suna prat­i­ca né pre­sen­ta­to pro­poste al Comune.

Il vec­chio Pres­i­dente del Cen­tro Anziani si è, nei fat­ti, atti­va­to solo quan­do, dopo l’esito delle elezioni di otto­bre 2021, ha saputo che per Frat­toc­chie una APS con le carte in rego­la si era per­me­s­sa di pro­por­si per gestire il Centro.

Oggi il vec­chio Pres­i­dente, sen­za alcun tito­lo per far­lo vista la Con­ven­zione da me fir­ma­ta con il comune il 10 novem­bre scor­so — quin­di con la nuo­va ammin­is­trazione già in carica‑, pre­tende di con­tin­uare a gestire il Cen­tro anziani e lo fa, lui sì, con il sup­por­to del­la polit­i­ca come ha dimostra­to in modo plateale nell’incontro di qualche set­ti­mana fa pres­so il Comune dove erava­mo pre­sen­ti si io che il vec­chio Pres­i­dente, nonos­tante gli atti ammin­is­tra­tivi che era­no già per­fezionati cor­ret­ta­mente e legal­mente da parte degli Uffi­ci comu­nali con la nuo­va APS da me cos­ti­tui­ta, tra l’altro asseg­nan­do alla stes­sa il pre­vis­to con­trib­u­to da parte del Comune a dicem­bre 2021  che, ora però, non vuole dare le chi­avi del Centro.

Altra bugia che viene sostenu­ta tra le per­sone che non conoscono i fat­ti è che l’intento del­la nuo­va APS sia quel­lo si allon­tanare tut­ti i prece­den­ti soci del Cen­tro. Assi­curo che ques­ta è una idea che nes­suno di noi del­la APS ha mai avu­to, anzi, tut­ti ma pro­prio tut­ti, sen­za dis­tinzioni di alcun genere, saran­no i ben­venu­ti. Lo stes­so vec­chio Pres­i­dente sarà il ben­venu­to e potrà aiutare se vor­rà la APS che ha il tito­lo a gestire il Cen­tro a miglio­rare le pro­poste che già abbi­amo in mente per far diventare il Cen­tro Anziani un pun­to di aggregazione vera­mente sig­ni­fica­ti­vo per la popo­lazione non più gio­vane di Frat­toc­chie, così come prevede la legge regionale.

Sono con­vin­to, assieme ai soci e al Diret­ti­vo, che alla fine la gius­tizia pre­var­rà su tut­to. Il tem­po è gen­tilu­o­mo e per il momen­to le nos­tre carte sono in rego­la”.