LAZIO, PALOZZI(CAMBIAMO): “BENE OK A DISPOSIZIONI SU TATUAGGI E PIERCING. ACCOLTE NOSTRE SOLLECITAZIONI”

LAZIO, PALOZZI(CAMBIAMO): “BENE OK A DISPOSIZIONI SU TATUAGGI E PIERCING. ACCOLTE NOSTRE SOLLECITAZIONI”

23/12/2021 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1807 volte!

“Appren­di­amo con sod­dis­fazione che, nel­la sedu­ta di ieri del Con­siglio regionale del Lazio, è sta­to approva­to l’articolo 7 del­la Pl di sta­bil­ità regionale 2022, rel­a­ti­vo alle mod­i­fiche del­la legge del 3 mar­zo 2021, numero 2 recante “Dis­po­sizioni rel­a­tive all’attività di tat­u­ag­gio e di pierc­ing”. Con questo ok, final­mente dopo mesi di sol­lecitazioni isti­tuzion­ali, comu­ni­cati stam­pa e una inter­rogazione ad hoc rimas­ta sen­za rispos­ta, la Regione inter­viene per sanare una sor­ta di “vul­nus” ammin­is­tra­ti­vo, preve­den­do l’applicazione di speci­fiche dis­po­sizioni tran­si­to­rie, e accoglien­do così le istanze di oper­a­tori eco­nomi­ci, enti di for­mazione e, soprat­tut­to, di tan­ti ragazzi inter­es­sati a for­mar­si e a lavo­rare in questo com­par­to pro­fes­sion­ale. Ricor­diamo, infat­ti, che in questi mesi sono state numerose le crit­ic­ità che han­no investi­to il set­tore e la prece­dente man­ca­ta azione del­la ammin­is­trazione Zin­garet­ti ha causato prob­lem­atiche di varie natu­ra: in prim­is, lun­gag­gi­ni e imped­i­men­ti alla for­mazione per tut­ti col­oro desiderosi di abil­i­tar­si per entrare in questo mon­do lavo­ra­ti­vo. Inoltre, i rel­a­tivi Enti di for­mazione non sono sta­ti mes­si in con­dizione di dare una rispos­ta esauri­ente alle moltepli­ci e pres­san­ti richi­este da parte del­l’uten­za sia sul­lo svol­gi­men­to del pro­gram­ma didat­ti­co sia sul­la pos­si­bile data di riparten­za dei cor­si di tat­u­ag­gio e pierc­ing. Come det­to, dunque, siamo feli­ci che la Regione abbia rispos­to alle nos­tre sol­lecitazioni e trova­to una soluzione a ques­ta del­i­ca­ta e annosa questione”.

Così, in una nota, il con­sigliere regionale del Lazio e respon­s­abile nazionale “Orga­niz­zazione” di Cam­bi­amo con Toti, Adri­ano Palozzi.