Città Metropolitana, Assotutela: “Votazioni alla provincia e le scuole stanno a guardare”

Città Metropolitana, Assotutela: “Votazioni alla provincia e le scuole stanno a guardare”

21/12/2021 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 661 volte!

“Nel più totale silen­zio e in una ingius­ti­fi­ca­bile indif­feren­za, si sono svolte in questo fine set­ti­mana, le elezioni provin­ciali che han­no riguarda­to numerose cit­tà ital­iane. Elezioni di sec­on­do gra­do, si chia­mano per­ché non sono i cit­ta­di­ni a votare i pro­pri rap­p­re­sen­tan­ti ma i politi­ci si votano da soli, uno con l’altro”. Lo dichiara il pres­i­dente di Asso­Tutela Michel Mar­i­ta­to che attac­ca: “La rifor­ma di Graziano Del­rio ha mina­to forte­mente questo ente, che in realtà non ave­va molte com­pe­ten­ze. Di fat­to, invece di miglio­rare le cose tut­to è peg­gio­ra­to per­ché per la cosid­det­ta cit­tà met­ro­pol­i­tana, nome sos­ti­tu­ti­vo del­la provin­cia, si con­tin­ua a spendere un mil­iar­do l’anno sen­za capire bene a cosa ser­va, stret­ta tra le Regioni che han­no sem­pre più poteri, e i comu­ni, con sem­pre più com­pe­ten­ze”. Il pres­i­dente avan­za un sospet­to: “Non vor­rem­mo che dietro a tan­to ritrova­to pro­tag­o­nis­mo si nascon­da una sma­nia comune a molte entità politiche negli ulti­mi tem­pi. Una sma­nia che si nasconde dietro a un acron­i­mo: Pnrr e le risorse che l’Europa si appres­ta a dis­tribuire. Un con­siglio ci sen­ti­amo di dar­lo – sostiene Mar­i­ta­to – con­sid­er­a­to che le cit­tà met­ro­pol­i­tane han­no com­pe­ten­za su tut­ti gli isti­tu­ti sco­las­ti­ci supe­ri­ori, bisog­nosi come non mai di manuten­zione e ristrut­turazioni, chiedi­amo che i nuovi pres­i­den­ti provin­ciali elet­ti pre­senti­no un piano pro­gram­mati­co per il recu­pero di tut­ti gli edi­fi­ci degli isti­tu­ti di istruzione, che oggi si pre­sen­tano in con­dizioni dis­as­trose”, chiosa il presidente.