Pomezia, Centrodestra su vicenda Zoo Marine: “Parole Zuccalà infantili”

Pomezia, Centrodestra su vicenda Zoo Marine: “Parole Zuccalà infantili”

26/03/2021 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1186 volte!

“Sin­ce­ra­mente fatichi­amo davvero a com­pren­dere il dem­a­gogi­co tri­on­fal­is­mo e il fal­so moral­is­mo del sin­da­co di Pomezia, Adri­ano Zuc­calà, in mer­i­to alla ordi­nan­za comu­nale, impug­na­ta nel 2020 davan­ti al TAR Lazio da Zooma­rine e da Sky Gar­den. Par­tendo dal­la pre­mes­sa che il Tar Lazio non avrebbe con­fer­ma­to la legit­tim­ità dell’ordinanza di chiusura, ben­sì si sarebbe sola­mente lim­i­ta­to a dire che sul­la ques­tione deve decidere il giu­dice ordi­nario, le odierne dichiarazioni del pri­mo cit­tadi­no grilli­no su ques­ta vicen­da legale suo­nano dunque come ridi­cole e infan­tili, e con­fer­mano implici­ta­mente l’incomprensibile astio di ques­ta giun­ta nei riguar­di di due aziende, come Zooma­rine e Sky Gar­den, che han­no sem­pre oper­a­to e con­tin­u­ano a oper­are nel rispet­to delle regole, por­tan­do svilup­po e occu­pazione all’interno del ter­ri­to­rio comu­nale di Pomezia. A un anno di dis­tan­za dall’inizio di ques­ta ter­ri­bile pan­demia, come cen­trode­stra, siamo con­sapevoli che la tutela del­la salute è la pri­or­ità fon­da­men­tale ma è impor­tante anche la soprav­viven­za delle imp­rese, oggi in ginoc­chio a causa del­la più dev­as­tante crisi eco­nom­i­ca dal dopoguer­ra. In questo con­testo, è com­pi­to delle isti­tuzioni, e dunque anche del Comune di Pomezia, oper­are con buon­sen­so ed effi­cien­za al fine di assi­cu­rare sia il dirit­to alla salute sia il dirit­to al lavoro dei cit­ta­di­ni pome­ti­ni. Il sin­da­co Zuc­calà ci riuscirà?”.Così, in una nota, il “Cen­trode­stra Uni­to di Pomezia”

LE PAROLE DEL SINDACO SU FB — Questo il com­men­to fb del sin­da­co di Pomezia Zuc­calà che ha com­por­ta­to la rispos­ta del cen­trode­stra di Pomezia: “Il Tar Lazio ha defin­i­ti­va­mente archivi­a­to i ricor­si avan­za­ti da Stark Italia (Sky Gar­den) e Zooma­rine, le quali ave­vano impug­na­to l’ordinanza dell’Amministrazione comu­nale di chiusura per 5 giorni per man­ca­to rispet­to delle norme anti-Covid. Il Tar ha con­di­vi­so l’op­er­a­to del Comune di Pomezia anche in mer­i­to al ril­e­va­men­to delle attiv­ità cor­ret­ta­mente svolte dalle autorità giudiziarie inter­venute. Siamo feli­ci che le osser­vazioni e gli atti da noi prodot­ti nei giudizi sono sta­ti con­di­visi dai giu­di­ci, con­fer­man­do il buon oper­a­to del Comune. Sin dal­l’inizio del­l’e­mer­gen­za san­i­taria abbi­amo sem­pre lavo­ra­to per garan­tire la tutela del­la sicurez­za pub­bli­ca, ver­i­f­i­can­do e vig­i­lan­do, insieme alle forze del­l’or­dine che ringrazio per il lavoro che stan­no svol­gen­do dal­l’inizio del­la pan­demia sul­la cor­ret­ta appli­cazione delle nor­ma­tive anti-Covid da parte di tutte le strut­ture e i pub­bli­ci eser­cizi. Ques­tioni di questo tipo non sareb­bero dovute neanche nascere, pro­prio per rispet­to del­la salute del­la col­let­tiv­ità, che per l’Am­min­is­trazione rimane sem­pre al pri­mo posto”.</p>
<!– /wp:paragraph –>