Covid, Assotutela: “Monoclonali, cosa si attende per usarli?”

Covid, Assotutela: “Monoclonali, cosa si attende per usarli?”

04/02/2021 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1006 volte!

“Le dif­fi­coltà per il reper­i­men­to dei vac­ci­ni e il grande impeg­no delle strut­ture san­i­tarie per orga­niz­zarne la som­min­is­trazione, ci spin­gono a fare alcune con­sid­er­azioni sulle pos­si­bil­ità alter­na­tive, colpevol­mente sot­to­va­l­u­tate da una parte del­la comu­nità sci­en­tifi­ca”. Lo dichiara il pres­i­dente di Asso­Tutela Michel Emi Mar­i­ta­to che spie­ga: “non si capisce per­ché l’uso degli anti­cor­pi mon­o­clon­ali, autor­iz­za­ti in altri Pae­si in via emer­gen­ziale, inclusi gli Sta­ti Uni­ti, in Italia e in Europa sia plateal­mente igno­ra­to. Siamo ormai in una fase in cui sono sta­ti pub­bli­cati stu­di con tut­ti i cris­mi su tali rime­di anti Covid, che evi­den­ziano come non esista nes­suna con­troindi­cazione al loro uti­liz­zo”. Il pres­i­dente ril­e­va le dif­fi­coltà ital­iane nell’affrontare la pan­demia con pre­cisi pro­to­col­li di cura: “in Italia abbi­amo bisog­no di un com­bi­na­to dis­pos­to, specie ora che ci si rende con­to del­la caren­za dei vac­ci­ni. Ci chiedi­amo – incalza Mar­i­ta­to – il moti­vo di tan­ta osti­nazione dell’Ema, l’agenzia euro­pea del far­ma­co, quan­do la com­mis­sione tec­ni­co sci­en­tifi­ca dell’omologa ital­iana Aifa si è espres­sa favorevol­mente”. Le sper­i­men­tazioni sui mon­o­clon­ali è in fase avan­za­ta, la fase 3 e ha mostra­to che il prepara­to, se som­min­is­tra­to in fase pre­coce, riduce i ricov­eri del 70% e la mor­tal­ità nei sogget­ti frag­ili. “Abbi­amo collezion­a­to e anco­ra reg­is­tri­amo – con­tin­ua il pres­i­dente — il triste pri­ma­to dei mor­ti per coro­n­avirus e ciò dimostra chiara­mente che sono le ter­apie quelle che difet­tano, insieme alla med­i­c­i­na ter­ri­to­ri­ale in gra­do di antic­i­pare gli even­ti e non far­li scatenare. Per­tan­to chiedi­amo, quale pri­ma azione del cos­tituen­do gov­er­no Draghi, di emanare con dec­re­tazione di urgen­za non dis­cutibili divi­eti anti con­ta­gio ma l’autorizzazione all’uso degli anti­cor­pi mon­o­clon­ali, come avviene già in Ger­ma­nia”, chiosa il presidente.