Romeo&Juliet. L’omaggio della scuola di Cori a William Shakespeare

Romeo&Juliet. L’omaggio della scuola di Cori a William Shakespeare

01/05/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2139 volte!

Romeo&Juliet - IIC Ambrogio Massari Cori (8)L’Istituto Com­pren­si­vo Statale ‘Cesare Chiom­into’ ha reso omag­gio al Bar­do dell’Avon in occa­sione del 400° anniver­sario del­la morte di William Shake­speare con uno spet­ta­co­lo teatrale in lin­gua inglese, ispi­ra­to a ‘Romeo e Giuli­et­ta’, in ver­sione ridot­ta e adat­ta­ta, e mes­so in sce­na giovedì sera sul pal­co dell’oratorio del­la Par­roc­chia SS. Pietro e Pao­lo di Cori.

Pro­tag­o­nisti del­la trage­dia uni­ver­sale i 25 stu­den­ti del­la classe IIC del­la scuo­la media ‘Ambro­gio Mas­sari’ di Cori che han­no regala­to al pub­bli­co for­ti emozioni, inter­pre­tan­do alla per­fezione il copi­one insce­na­to con la regia e il coor­di­na­men­to di Cris­tiana Aureg­gi e il sup­por­to lin­guis­ti­co del­la prof.ssa Maria Bisog­no, su inizia­ti­va del prof. Pier­lui­gi Ricci.

L’esibizione davan­ti a gen­i­tori, docen­ti, ami­ci, altre clas­si e al Sin­da­co di Cori Tom­ma­so Con­ti, è sta­to l’atto finale di un per­cor­so didat­ti­co di preparazione inizia­to a Gen­naio. I ragazzi han­no parte­ci­pa­to con impeg­no alle 12 lezioni tenute da Cris­tiana Aureg­gi, scenografa di opera lir­i­ca pro­fes­sion­ista, lau­re­a­ta in Inghilter­ra e con oltre 20 anni di espe­rien­za all’estero.

I nov­el­li attori sono sta­ti coin­volti fin dall’inizio ed han­no anche con­tribuito alla stesura dei testi e alla creazione delle 11 scene che han­no ripro­pos­to la famiger­a­ta sto­ria d’amore tra Romeo e Giuli­et­ta, osta­co­la­ta dal­la rival­ità delle loro famiglie, che si riap­paci­ficher­an­no solo con la morte dei due ado­les­cen­ti. In tut­to il mon­do quest’anno viene ricorda­to in vari modi il grande dram­matur­go inglese.

A quat­tro sec­oli dal­la morte William Shake­speare (Strat­ford-upon-Avon 23 Aprile 1564 — 23 Aprile 1616) è anco­ra il pro­tag­o­nista indis­cus­so del­la cul­tura mon­di­ale e la sua ered­ità si ritro­va ovunque. Le sue opere sono state tradotte in più di 100 lingue e ven­gono stu­di­ate dagli alun­ni di metà piane­ta e la scuo­la di Cori non ha volu­to man­care a questo impor­tante appuntamento.