Cori, 26–27-28 Febbraio: il ConDominio dell’Arte presenta ‘Anonimo Veneziano’

Cori, 26–27-28 Febbraio: il ConDominio dell’Arte presenta ‘Anonimo Veneziano’

21/02/2016 0 Di Marco Castaldi

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 3166 volte!

MANUELA PALMAS E ANTONIO DE FRANCESCHI (2)Il Con­Do­minio dell’Arte di Cori e Giu­lianel­lo tor­na nel fine set­ti­mana con un nuo­vo ed imperdi­bile spet­ta­co­lo teatrale. Ven­erdì 26 (ore 21), saba­to 27 (ore 21) e domeni­ca 28 Feb­braio (ore 17:30), pres­so il Teatro Comu­nale di Cori, debut­ta ‘Anon­i­mo Veneziano’, con la regia di Tito Vit­tori.

‘Anon­i­mo Veneziano’ era in orig­ine una sceneg­giatu­ra cin­e­matografi­ca, scrit­ta da Giuseppe Berto, per un film di grande suc­ces­so diret­to da Enri­co Maria Saler­no, con Florin­da Bolkan e Tony Musante. Fu uno dei più gran­di incas­si al bot­tegh­i­no nel­la sta­gione 1971–1972. La sua stu­pen­da colon­na sono­ra fu rac­col­ta in un LP (come si chia­ma­vano negli anni ‘70 i dis­chi a 33 giri) e in un 45 giri, can­ta­to da Mas­si­mo Ranieri, anche questo in tes­ta alla hit-parade dell’epoca per parec­chie settimane.

La vicen­da per­son­ale dei due pro­tag­o­nisti si intrec­cia indis­sol­u­bil­mente con un peri­o­do ben pre­ciso del­la sto­ria ital­iana, e questo legame diven­ta essen­ziale per lo svol­gi­men­to degli avven­i­men­ti. Il rifer­i­men­to prin­ci­pale è alla legge For­tu­na-Basli­ni che, nel 1970, intro­duce­va in Italia la pos­si­bil­ità del divorzio. Pro­prio in questi giorni, come allo­ra, si dis­cute ani­mata­mente e spes­so sen­za una reale cog­nizione di causa, su ques­tioni fon­da­men­tali in una soci­età civile mod­er­na, che coin­volge sfere pub­bliche e pri­vate: ricor­dar­si di quel­lo che è suc­ces­so in Italia in quegli anni non può che aiutare a riflet­tere meglio.

Ma ‘Anon­i­mo Veneziano’ è soprat­tut­to una grande sto­ria d’amore, di quelle di una vol­ta: nell’arco di una gior­na­ta, davan­ti ai nos­tri occhi si svolge un rap­por­to dura­to anni che però, nel bene e nel male, tra lac­er­azioni pro­fonde e pas­sioni infi­nite, non si è anco­ra esauri­to. Il tut­to nel­la cor­nice del­la cit­tà più roman­ti­ca del mon­do: Venezia.

Manuela Pal­mas e Anto­nio De Franceschi inter­pre­tano i due omon­i­mi Lei e Lui, che si rive­dono dopo 8 anni. Lei fug­gi­ta dal­la relazione e sta­bil­i­tasi a Milano, lui rimas­to a Venezia. Dopo 8 anni sen­za alcun con­tat­to (lei lo ha cer­ca­to ma lui non ha mai rispos­to) improvvisa­mente lui si rifà vivo e le chiede di rived­er­si. È una mat­ti­na di Novem­bre, e alla stazione di Venezia, dopo 8 anni, i due final­mente si incon­tra­no e … Per infor­mazioni: 328 01 73 431 e 333 47 77 157.