NASCE CENTRALE UNICA APPALTI A FIUMICINO. È GIA’ POLEMICA TRA MAGGIORANZA ED OPPOSIZIONE

NASCE CENTRALE UNICA APPALTI A FIUMICINO. È GIA’ POLEMICA TRA MAGGIORANZA ED OPPOSIZIONE

04/11/2015 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2979 volte!

fiumicino_portoNASCE CENTRALE UNICA APPALTI A FIUMICINO. È GIA’ POLEMICA TRA MAGGIORANZA ED OPPOSIZIONE
MONTINO: “GARANTIREMO PROCEDURE LINEARI E TRASPARENTI”

È sta­ta vota­ta oggi in Con­siglio comu­nale una delib­era che per­me­tte la cos­ti­tuzione tra i Comu­ni di Fiu­mi­ci­no e il Comune di Cervet­eri di una Cen­trale Uni­ca di Com­mit­ten­za per la ges­tione asso­ci­a­ta degli affi­da­men­ti di lavori, servizi e for­ni­ture. La delib­era risponde all’obbligo di legge per gli enti locali  di ricor­rere a forme aggre­gate di acquis­to di beni e servizi a par­tire dal 1° novem­bre 2015. La con­ven­zione, aper­ta anche ad altri comu­ni che inten­dano farne parte, avrà la dura­ta di tre anni e sarà final­iz­za­ta a una migliore pro­gram­mazione e un’ottimale ges­tione delle pro­ce­dure di acqui­sizione di lavori, servizi e beni. Obi­et­tivi sono anche razion­al­iz­zare l’utilizzo delle risorse umane, stru­men­tali ed eco­nomiche imp­ie­gate nel­la ges­tione delle pro­ce­dure di acqui­sizione di lavori, servizi e beni, pro­durre rispar­mi di spe­sa, medi­ante la ges­tione uni­taria delle pro­ce­dure di acqui­sizione, val­oriz­zare le risorse umane impeg­nate nelle attiv­ità rel­a­tive alle pro­ce­dure di acqui­sizione di lavori, servizi e beni, anche medi­ante raf­forza­men­to del­la qual­i­fi­cazione e delle com­pe­ten­ze. Il comune capo-con­ven­zione nei ban­di e nei doc­u­men­ti di gara, det­to Stazione Appal­tante, sarà il Comune di Fiu­mi­ci­no.

“La con­ven­zione è aper­ta all’adesione di altri Comu­ni e di altri enti locali che inten­dano gestire in for­ma asso­ci­a­ta le pro­ce­dure di acqui­sizione di lavori, servizi e beni — spie­ga il sin­da­co del Comune di Fiu­mi­ci­no Esteri­no Mon­ti­no – Abbi­amo con­tat­ta­to altri Comu­ni lim­itrofi dai quali sti­amo aspet­tan­do una rispos­ta, tra i quali Ladis­poli e Civ­i­tavec­chia. È un obbli­go di Legge al quale ci uni­formi­amo molto volen­tieri. In questo modo potremo anco­ra di più e meglio garan­tire pro­ce­dure lin­eari e rapi­de – con­clude Mon­ti­no — nel seg­no del­la legal­ità e trasparen­za”.

L’OPPOSIZIONE: CENTRALE APPALTANTE: PERSO UN ANNO IN CUI SI È BLOCCATA LA CITTÀ

La delib­era per la cos­ti­tuzione del­la cen­trale appal­tante con il Comune di Cervet­eri, approva­ta dal con­siglio comu­nale oggi, è la pro­va del­la pre­sun­zione di una mag­gio­ran­za che con­tin­ua a sbagliare sen­za ascoltare nes­suno.

Un anno fa quan­do il cen­trosin­is­tra decise di aderire alla stazione uni­ca appal­tante del­la Provin­cia di Roma, pur non essendo anco­ra un obbli­go di legge, l’opposizione mise in guardia sul ris­chio di un bloc­co ammin­is­tra­ti­vo. Cosa che pun­tual­mente si è ver­i­fi­ca­ta costrin­gen­do ques­ta mag­gio­ran­za a tornare indi­etro e smen­tire se stes­sa.

Quel giorno ricor­dammo al con­siglio comu­nale che c’erano delle alter­na­tive, per esem­pio una cen­trale uni­ca appal­tante con altri Comu­ni. Igno­ra­ta allo­ra e approva­ta oggi.

Abbi­amo per­so quin­di oltre un anno. Un anno al quale ai già gravis­si­mi prob­le­mi che vive­va­mo, abbi­amo affi­an­ca­to una par­al­isi totale di tut­ta l’attività ammin­is­tra­ti­va che ha por­ta­to questo Comune a un liv­el­lo di degra­do mai vis­to pri­ma: traf­fi­co, smog, degra­do, scuole fatis­cen­ti. Sarebbe bas­ta­to poco: che qual­cuno, con un pizzi­co d’umiltà, c’avesse ascolta­to.

Lo dichiara­no i con­siglieri comu­nali Mau­ro Gonnel­li e William De Vec­chis

Related Images: