Torna il Gran Ballo Russo a Roma stasera, tradizioni, VIP e cultura

Torna il Gran Ballo Russo a Roma stasera, tradizioni, VIP e cultura

12/01/2019 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 412

Fra 250 invitati, VIP e le elite Italia e Russia si incontrano fra musica e sfarzo a Palazzo Brancaccio a Roma per il Gran Ballo russo

La VII Edi­zione del Gran Bal­lo Rus­so si svol­gerà saba­to 12 gen­naio 2019 nell’aristocratico Palaz­zo Bran­cac­cio di Roma, sit­u­a­to nel cuore del­la mer­av­igliosa Cit­tà Eter­na, vici­no a una delle più famose cat­te­drali, San­ta Maria Mag­giore.

In un con­testo di raf­fi­na­ta ele­gan­za, il Gran Bal­lo Rus­so darà l’occasione di immerg­er­si in un’atmosfera impe­ri­ale, in un ambi­ente ricer­ca­to accom­pa­g­na­to da eccel­len­ti vini, ric­che pietanze, spet­ta­coli d’antan e danze storiche. La VII edi­zione dell’evento sarà ded­i­ca­ta al grande com­pos­i­tore rus­so Pëtr Il’ič Čajkovskij e alla sua opera “Lo Schi­ac­cianoci”.
 
L’evento sarà patro­ci­na­to dal Comune di Roma, dal­la Cam­era di Com­mer­cio Ita­lo-Rus­sa, dal Cen­tro per la Scien­za e la Cul­tura Rus­sa e dal Foro di Dial­o­go tra Italia e Rus­sia. Da anni il Bal­lo è pro­mosso dal­la Com­pag­nia Nazionale di Dan­za Stor­i­ca di Nino Graziano Luca — ideatore ed orga­niz­za­tore dell’evento, da Even­ti-Rome di Yulia Bazaro­va — pro­motrice del­la cul­tura rus­sa in Italia, gior­nal­ista e orga­niz­za­trice dell’evento — e dall’Asso­ci­azione cul­tur­ale “Ami­ci del­la Grande Rus­sia” che pro­muove la sto­ria e la cul­tura rus­sa in Italia e quel­la ital­iana in Rus­sia, rap­p­re­sen­ta­ta Pao­lo Drag­onet­ti de Tor­res Rutili.

La regi­na, l’organizzatrice dietro all’appuntamento di pun­ta dell’anno l’elegante Yulia Bazaro­va,  impren­ditrice, gior­nal­ista e pro­motrice del­la cul­tura rus­sa in Italia che così con­fi­da: “Il mio sog­no che diviene realtà ogni vol­ta è quel­lo di unire le per­sone indipen­den­te­mente dal loro pen­siero o la loro prove­nien­za. Al Bal­lo arrivano per­sone da tut­to il mon­do, in onore del­la cul­tura, del­la musi­ca e del­la pos­esia rus­sa. Cre­do che vera­mente la cul­tura e la bellez­za salvi­no il mon­do e lo unis­cano.”

La VII Edi­zione del Gran Bal­lo Rus­so vedrà la parte­ci­pazione, tra gli altri, del­la stra­or­di­nar­ia bal­le­ri­na rus­sa Anas­ta­sia Kuzmi­na, pro­tag­o­nista d’eccezione delle ultime edi­zioni di “Bal­lan­do con le Stelle” su Raiuno, il noto attore amer­i­cano Ran­dall Paul che ha recita­to in “ Eyes Wide Shut” di Stan­ley Kubrik, “Quat­tro mat­ri­moni ed un funerale”  e dei bal­leri­ni dell’Istituto di Cul­tura di Mosca (Cher­mis Demid, Ili­nov Dmit­ry, Nuyanz­i­na Julia, Evtiug­i­na Anas­tasi­ia, Kari­mov Insaf, Akhmadee­va Dayana e Nale­to­va Daria) che si esi­bi­ran­no sulle musiche de “Lo Schi­ac­cianoci”. Alla ser­a­ta parteciper­an­no anche gli allievi Junker del pres­ti­gioso Isti­tu­to di Arte e Indus­tria di Mosca insieme al ret­tore Alex­ei Egorov. Le bal­ler­ine pro­por­ran­no Suite dal­lo Schi­ac­cianoci, men­tre la stel­la nascente Yaroslav Tkachenko, di soli 11 anni, can­terà sulle musiche di Čajkovskij con i ver­si di A. Tol­stoij. Tut­ti gli stu­den­ti si esi­bi­ran­no con dei cos­tu­mi real­iz­za­ti da loro stes­si apposi­ta­mente per l’evento, ded­i­cati all’opera di Čajkovskij Gli allievi Junker fan­no parte di una con­fra­ter­ni­ta che segue l’antico sis­tema for­ma­ti­vo che ha dato luce a bril­lan­ti per­son­al­ità, fra cui scrit­tori di grande cal­i­bro come Tol­stoj e Sumor­okov, e anco­ra com­pos­i­tori tra cui Rim­skij-Kor­sakov e Glazunov. Ques­ta con­fra­ter­ni­ta impar­tisce agli stu­den­ti val­ori quali dovere, onore, rispet­to rec­i­pro­co e fedeltà alla paro­la data.  
 
L’attesissimo even­to vedrà pre­sen­ti centi­na­ia di dan­za­tori del­la Com­pag­nia Nazionale di Dan­za Stor­i­ca prove­ni­en­ti da molte cit­tà ital­iane che baller­an­no incan­tevoli valz­er, appas­sion­ate mazurche e mer­av­igliose quadriglie come la Quadrille Mazour­ka descrit­ta da Cel­lar­ius nel suo The Draw­ing – Room Dances del 1847 frut­to di un work­shop cura­to da Gior­gia De Luca con la col­lab­o­razione di Deb­o­ra Bian­co; i dan­za­tori dell’associazione Russ­ian Waltz da Mosca cap­i­ta­nati da Olga ed Alek­san­dr Pokrovskii ed il  Dipar­ti­men­to di Dan­za Clas­si­ca (diret­to da Deb­o­ra Bian­co) del­la Com­pag­nia Nazionale di Dan­za Stor­i­ca che pro­por­rà con le bam­bine L’Omaggio a Čajkovskij.
 
Ad accom­pa­gnare l’atmosfera stor­i­ca non sarà esclu­si­va­mente la pecu­liare solen­nità, la musi­ca, le antiche tradizioni, il gala­teo, ma anche i cos­tu­mi, real­iz­za­ti da molte sar­to­rie arti­gianali ital­iane e inter­nazion­ali. L’abito di Yulia Bazaro­va sarà real­iz­za­to dal­lo stilista Luca Cor­doli del­la sar­to­ria Veneziana “Ate­lier a Palaz­zo” in col­lab­o­razione con Flavia Mognetti. L’abito, verde e avo­rio, sarà imprezios­i­to da rica­mi vin­tage fat­ti a mano in oro e argen­to met­al­liz­za­to del 1960, oltre che da un’aquila bicip­ite come sim­bo­lo dell’Impero Rus­so.

L’abito del­la bal­le­ri­na Anas­ta­sia Kuzmi­na, invece, sarà real­iz­za­to dal­la cos­tu­mista Pao­la Coz­zoli, cre­atrice di cos­tu­mi otto­cen­teschi, che real­izzerà anche l’acconciatura del­la bal­le­ri­na ispi­ran­dosi al famoso film “Anas­ta­sia”. L’acconciatura sarà val­oriz­za­ta da una tipi­ca tiara rus­sa impe­ri­ale, real­iz­za­ta com­ple­ta­mente a mano con per­le bianche, swarovs­ki e raso di seta.
 
Inoltre, durante la ser­a­ta, gli ospi­ti potran­no degustare le spe­cial­ità sicil­iane del ris­torante “Le Sicil­ianed­de”, accom­pa­g­nati dagli otti­mi vini e olio toscani Tar­con­te, dal­la vod­ka Russ­ian Stan­dard Vod­ka e dalle bol­licine Gan­cia.
All’evento parteciper­an­no come part­ner anche l’associazione cul­tur­ale “Russky klub” e l’agenzia “Sim­ply Biz”, il cen­tro stam­pa Goprint., oltre che a diver­si alberghi e ris­toran­ti come Groupe Val­adier e Ris­torante Valen­tine, Hotel Her­mitage dell’Isola D’Elba e Colon­na Pevero Hotel in Sardeg­na.
 
Come ogni anno durante la ser­a­ta si svol­gerà il con­cor­so per il miglior abito otto­cen­tesco, alla fine del quale alcu­ni dei vinci­tori saran­no pre­miati con week­end o cene pres­so alcune delle strut­ture men­zion­ate, cadeau fat­ti a mano real­iz­za­ti dell’artista Lara Abi Haidar per l’occasione o spe­cial­ità tipiche delle aziende part­ner.
 
Gli orga­niz­za­tori dell’evento dichiara­no che il Gran Bal­lo Rus­so non è un sem­plice bal­lo, ma è un even­to socio-cul­tur­ale volto a con­sol­i­dare i rap­por­ti fra Rus­sia e Italia, un’occasione per esprimere a gran voce la neces­sità di pace a liv­el­lo inter­nazionale, favoren­do pon­ti inter­cul­tur­ali che raf­forzi­no i rap­por­ti tra tut­ti i pae­si. All’evento parteciperà la stam­pa sia ital­iana che rus­sa. Pre­sen­zier­an­no rap­p­re­sen­tan­ti isti­tuzion­ali ital­iani, così come l’élite ital­iana e rus­sa del mon­do intel­let­tuale, artis­ti­co ed impren­di­to­ri­ale, tra cui il Principe Sfoza Rus­poli con la con­sorte Maria Pia Rus­poli, il Principe Giulio Tor­lonia e la con­sorte Vit­to­ria, Natalia Tzarko­va, la ritrat­tista dei papi, la stilista Eleono­ra Alta­more, Mas­si­mo Mal­luc­ci de’ Muluc­ci, il diret­tore dell’Istituto del­la Scien­za e del­la Cul­tura Rus­sa Oleg Ossipov, rap­p­re­sen­tati delle ambas­ci­ate e altri ospi­ti d’onore.

Con­di­vi­di: