MIGRANTI, “INIZIATIVA COMUNE” AL FIANCO DEI SINDACI “DISOBBEDIENTI”

MIGRANTI, “INIZIATIVA COMUNEAL FIANCO DEI SINDACIDISOBBEDIENTI

04/01/2019 0 Di Marco Montini
Vis­ite: 237

Inizia­ti­va Comune sol­i­dariz­za con i sin­daci, che han­no assun­to una posizione ancorché provvi­so­ria, con­tro l’applicazione alla “cieca” del decre­to Sicurez­za. Indub­bi­a­mente la posizione dei pri­mi cit­ta­di­ni non é frut­to di una protes­ta scon­sid­er­a­ta, ma tende a fare luce su norme spinte più per dare risposte stru­men­tali ai pro­pri “fol­low­er” e non nel rispet­to dei dirit­ti cos­ti­tuzion­ali. L’epiligo di ques­ta “strana avven­tu­ra” potrebbe portare a due risul­tati: la Corte cos­ti­tuzionale can­cel­la il prodot­to “sal­vavoti”; Orlan­do, De Mag­istris, Fal­co­matà, Nardel­la, Piz­zarot­ti, Decaro, e tut­ti gli altri pri­mi cit­ta­di­ni sin­daci la fas­cia tri­col­ore e daran­no con­to alla gius­tizia. L’unica cosa che sap­pi­amo è che questi ulti­mi han­no ragione da vendere. Che i dub­bi che soll­e­vano sul decre­to Sicurez­za sono sacrosan­ti. E che fos­se anche solo per onestà intel­let­tuale, sen­za alcun cal­co­lo politi­co alle spalle, han­no fat­to bene a soll­e­var­li. Han­no fat­to bene a dire, ad esem­pio, che è una fol­lia pri­vare un richiedente asi­lo dell’accesso al servizio san­i­tario nazionale, come da arti­co­lo 13 del decre­to stes­so. Han­no fat­to bene a dire che è altret­tan­to folle che il figlio di un richiedente asi­lo, pri­va­to del­la res­i­den­za, non pos­sa andare a scuo­la. Han­no fat­to bene a dire che la fine del­la pro­tezione uman­i­taria rischia di gener­are decine di migli­a­ia di clan­des­ti­ni che dal­la sera alla mat­ti­na perder­an­no allog­gio e lavoro e non potran­no cer­carne un altro, se non alla mer­cé dei con­tra­b­bandieri nell’illegalità. Siamo dunque di fronte ad for­ma di protes­ta civile, con­rag­giosi che non la pen­sano come il Min­istro Salvi­ni e l’eserciro dei 5stelle al gov­er­no del Paese”.

Così, in una nota, il por­tav­oce di Inizia­ti­va Comune, Roc­co Tiso.