Pantelleria: intervista al Sindaco Campo sulla Conferenza dei Servizi

Pantelleria: intervista al Sindaco Campo sulla Conferenza dei Servizi

19/12/2018 0 Di Francesca Marrucci
Vis­ite: 521

Si è tenuta ieri la Conferenza dei Servizi a Pantelleria, dopo la protesta sui voli DAT.

Campo: “La Compagnia ha preso impegni e presentato un piano di promozione molto interessante.”

di Francesca Mar­ruc­ci

Si è tenu­ta ieri l’attesa Con­feren­za dei Servizi a Pan­tel­le­ria. Pre­sen­ti, oltre all’amministrazione pan­tesca, il Sin­da­co di Lampe­dusa, Sal­va­tore Martel­lo, l’ENAC, l’Assessorato Regionale ai Trasporti e la Com­pag­nia Aerea DAT, chia­ma­ta in causa dalle numerose proteste e man­i­fes­tazioni susse­gui­te­si in questi giorni.

Abbi­amo inter­vis­ta­to il Sin­da­co, Vin­cen­zo Cam­po, che ci ha rac­con­ta­to com’è anda­ta e come sia rimas­to favorevol­mente col­pi­to dalle pro­poste messe sul tavo­lo dal­la com­pag­nia danese.

Allo­ra Sin­da­co, cos’ha det­to la DAT?

La com­pag­nia si sta impeg­nan­do seri­amente nell’organizzare adeguata­mente la logis­ti­ca e ci ha pre­sen­ta­to una pro­pos­ta davvero inter­es­sante che com­prende una det­tagli­a­ta pro­mozione del ter­ri­to­rio. Del resto se aumen­tano i tur­isti, anche loro ne giover­an­no. 

Di che si trat­ta?

È un approc­cio del tut­to nuo­vo, mai pro­pos­to dalle com­pag­nie che ave­vano la ges­tione del­la trat­ta in prece­den­za. La DAT sta pren­den­do accor­di con Tour Oper­a­tor inter­nazion­ali per lan­cia­re una cam­pagna di comu­ni­cazione ed aumentare l’incoming nell’isola. Apri­ran­no anche un hub a Paler­mo, aumen­tan­do il numero dei tec­ni­ci. Riguar­do alla sicurez­za non c’erano già prob­le­mi in prece­den­za, su questo abbi­amo chiare ras­si­cu­razioni dall’ENAC.

Alla man­i­fes­tazione ave­va accen­na­to anche ad accor­di con altre com­pag­nie, se ne è par­la­to?

Abbi­amo forte­mente chiesto un lavoro comune per creare accor­di di inter­lin­ea. La DAT e l’Assessorato Regionale han­no assi­cu­ra­to che stan­no già pren­den­do accor­di con le altre com­pag­nie aeree non solo per tute­lare i passeg­geri in caso di can­cel­lazione del volo, ma soprat­tut­to in caso di ritar­di. Una delle richi­este più fre­quen­ti dei cit­ta­di­ni era ques­ta del­la ripro­tezione per evitare di pagare due volte un bigli­et­to.

Qualche com­pag­nia si è già dimostra­ta disponi­bile?

Le trat­ta­tive sem­bra­no essere a buon pun­to con Ali­talia e Air Italy, men­tre con Ryanair e altri è molto più dif­fi­cile.

Si è par­la­to anche del­la ques­tione tar­iffe?

Anche questo è un tema che ci sta par­ti­co­lar­mente a cuore. Sec­on­do noi, ma anche sec­on­do Lampe­dusa, le attuali tar­iffe non garan­tis­cono affat­to la prossim­ità ter­ri­to­ri­ale. Sono nec­es­sari dei rib­assi, anche per­ché per la mag­gior parte dell’anno i bigli­et­ti da fare sono comunque due per col­le­gare le isole al resto del­la nazione.

Quali altre richi­este ha por­ta­to Pan­tel­le­ria al tavo­lo?

Abbi­amo chiesto alla DAT e all’Assessorato Regionale di con­sid­er­are l’apertura di una trat­ta inver­nale su Cata­nia. Attual­mente, d’inverno ci sono due voli per Paler­mo e due per Tra­pani al giorno. Una trat­ta cos­ta, lo sap­pi­amo, ma si potrebbe pen­sare ad una razion­al­iz­zazione, con­ver­tendo una trat­ta per Tra­pani che comunque è servi­ta anche dai traghet­ti. La DAT, anche in questo caso, si è dichiara­ta pos­si­bilista.

Quan­do si avrà qualche rispos­ta conc­re­ta a queste richi­este?

A metà gen­naio ci sarà una nuo­va Con­feren­za dei Servizi diret­ta­mente in Regione e lì la DAT ci dirà a che pun­to siamo. Sarà però impor­tante uscire da quell’assise con un doc­u­men­to uni­co di tut­ti gli attori pre­sen­ti al tavo­lo e poi chiedere insieme la riv­is­i­tazione delle tar­iffe per dare più forza alla richi­es­ta al MIT.

Il col­lega­men­to aereo di Pan­tel­le­ria con la Regione Sicil­iana e con il resto del­la Peniso­la è davvero un prob­le­ma sen­ti­to ed urgente. Non si trat­ta di un vez­zo, ma di una vera esi­gen­za lega­ta alla qual­ità del­la vita e degli scam­bi dell’isola, ma anche al suo even­tuale svilup­po tur­is­ti­co.

Attual­mente, ci sono solo un paio di com­pag­nie low cost che la col­legano al nord Italia per gran parte dell’anno (Volotea e Blu Air), ma tranne che per 4 mesi, sono inesisten­ti i col­lega­men­ti diret­ti con la Cap­i­tale, di cui si occu­pano Ali­talia e Blu Express e niente sul sud Italia.

Questo rende assai dif­fi­cile per i Tour Oper­a­tor orga­niz­zare un flus­so tur­is­ti­co sta­bile che invece potrebbe rap­p­re­sentare un vero e pro­prio traino per tut­ta l’economia dell’isola.

Il fat­to che il cli­ma la ren­da piacev­ole anche d’inverno potrebbe essere una risor­sa immen­sa, ma essendo di fat­to assen­ti col­lega­men­ti diret­ti, se si escludono quel­li del­la DAT con Tra­pani e Paler­mo, arrivare diven­ta un’avventura ed una spe­sa che in molti preferiscono non affrontare. 

Un des­ti­no immer­i­ta­to per la Per­la Nera del Mediter­ra­neo, Pat­ri­mo­nio dell’Unesco. Per questo i col­lega­men­ti aerei sono il pri­mo indis­pens­abile pas­so per togliere l’isola dal suo iso­la­men­to.

Con­di­vi­di:
0