ZINGARETTI: 125MILA EURO PER I CONSIGLI DEI GIOVANI E DEI BAMBINI DEI COMUNI DEL LAZIO

ZINGARETTI: 125MILA EURO PER I CONSIGLI DEI GIOVANI E DEI BAMBINI DEI COMUNI DEL LAZIO

03/12/2018 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 263 volte!

NEL LAZIO RIPARTE STAGIONE PROTAGONISMO GIOVANILEUN ALTRO IMPEGNO MANTENUTO CON I GIOVANI DELLA NOSTRA REGIONE CHE LI PORTA AI TAVOLI DELLE DECISIONI.  

La Regione Lazio rifi­nanzia,  com­p­lessi­va­mente con cir­ca 125mila euro, i Con­sigli dei Gio­vani e dei Bam­bi­ni, forme di parte­ci­pazione demo­c­ra­t­i­ca per le nuove gen­er­azioni del Lazio, per ren­der­li stru­men­ti ordi­nari del­la polit­i­ca atti­va coin­volti nel gov­er­no locale e regionale. Il Lazio è sta­ta la pri­ma Regione, tramite la sua legge n. 20/2007, adisti­tuzion­al­iz­zare le forme di parte­ci­pazione demo­c­ra­t­i­ca in lin­ea con la Con­ven­zione ONU sui dirit­ti del Fan­ci­ul­lo e la Car­ta Euro­pea di parte­ci­pazione dei gio­vani alla vita locale e regionale. Oggi, con un nuo­vo Avvi­so Pub­bli­co e tranche di finanzi­a­men­to, la Regione sostiene la creazione di una fil­iera di parte­ci­pazione demo­c­ra­t­i­ca che va dagli 8 ai 25 anni. I Con­sigli dei Bam­bi­ni, dagli 8 ai 14 anni, sono organi demo­c­ra­ti­ci di rap­p­re­sen­tan­za isti­tu­iti dai Comu­ni insieme alle isti­tuzioni sco­las­tiche per portare nelle Ammin­is­trazioni un pun­to di vista dif­fer­ente da quel­lo degli adul­ti.     

I Con­sigli dei Gio­vani, dai 15 ai 25 anni, oltre ad essere un’opportunità e un’occasione per i ragazzi e le ragazze di avere un luo­go dove far sen­tire la pro­pria voce e pro­porre le pro­prie idee, rap­p­re­sen­tano un cam­bi­a­men­to epocale nel proces­so deci­sion­ale delle ammin­is­trazioni locali. Infat­ti Municipi e Comu­ni, in pre­sen­za di un Con­siglio dei Gio­vani, pri­ma di adottare deci­sioni riguar­do le politiche gio­vanili, dovran­no con­sultare le ragazze e i ragazzi. Vicev­er­sa, il Con­siglio dei Gio­vani potrà svilup­pare inizia­tive nonché pro­muo­vere attiv­ità per infor­mare i ragazzi e coin­vol­ger­li nel­la vita ammin­is­tra­ti­va.

Ad oggi nel Lazio sono attivi 14 Con­sigli dei Gio­vani con oltre 150 ragazzi coin­volti: in provin­cia di Roma, pro­tag­o­nisti di ques­ta espe­rien­za sono i ragazzi di Grotta­fer­ra­ta, Albano, Bas­sano Romano, Cape­na, Affile, Cave e del II Munici­pio del­la Cap­i­tale. Nel viterbese i Con­sigli dei Gio­vani sono attivi a Ori­o­lo Romano, Vejano, Gallese e Valler­a­no e nel frusi­nate a Paliano. In provin­cia di Lati­na i ragazzi sono al tavo­lo delle deci­sioni sia a Priver­no che ad April­ia.

Con la riat­ti­vazione delle forme di parte­ci­pazione demo­c­ra­t­i­ca per le ragazze e i ragazzi del  Lazio – dichiara il Pres­i­dente del­la Regione Lazio, Nico­la Zin­garet­ti — avvi­amo una nuo­va sta­gione di pro­tag­o­nis­mo gio­vanile nel­la nos­tra regione. Rein­ves­ti­amo sui Con­sigli dei Gio­vani, dei Ragazzi e dei Bam­bi­ni per aprire le porte delle Ammin­is­trazioni alle nuove gen­er­azioni dimostran­do, anco­ra una vol­ta, che il Lazio è la regione dei gio­vani, atten­ta a costru­ire politiche per abbat­tere quel­la bar­ri­era che esclude intere gen­er­azioni”.

Il nuo­vo avvi­so pub­bli­co, tramite uno stanzi­a­men­to com­p­lessi­vo di 123.000€, pun­ta a sostenere la nasci­ta di nuovi Con­sigli e le loro attiv­ità. Ogni Comune potrà richiedere un finanzi­a­men­to per l’attivazione di un nuo­vo Con­siglio (fino a 6.000€) oppure un con­trib­u­to per la real­iz­zazione dei prog­et­ti di un Con­siglio già atti­vo (fino a 5.000€). Inoltre, la Regione Lazio attiverà a breve una con­feren­za dei Con­sigli attivi al fine di pot­er coor­dinare le attiv­ità e creare una rete per dif­fondere le buone pras­si, per real­iz­zare prog­et­ti e inizia­tive.

Con il sosteg­no eco­nom­i­co e con la creazione del­la Rete dei Con­sigli diamo una spin­ta e cit­tad­i­nan­za a quelle ragazze e quei ragazzi che vogliono dire la pro­pria e cam­biare demo­c­ra­ti­ca­mente la pro­pria cit­tà e Regione. Ora toc­ca ai Sin­daci e ai Pres­i­den­ti di Munici­pio atti­vare ques­ta prog­et­tual­ità: creare una cit­tà ascoltan­do le fasce più dimen­ti­cate sig­nifi­ca costru­ir­la a misura di tut­ti”, con­clude Zin­garet­ti.

Tutte le infor­mazioni e modal­ità di ade­sione pos­sono essere trovate su http://www.regione.lazio.it/rl_giovani/?vw=documentazioneDettaglio&id=46973. La sca­den­za per la pre­sen­tazione delle domande è fis­sa­ta per le ore 12.00 del 31 gen­naio 2019.