Pd Lazio: Astorre segretario, più forte Zingaretti

Pd Lazio: Astorre segretario, più forte Zingaretti

03/12/2018 0 Di puntoacapo
Visite: 238

A primarie in 64mila,affluenza bassa a Roma,doppia in provincia

(ANSA) — Sarà Bruno Astorre il nuovo segretario del Pd Lazio. Il senatore ha vinto le Primarie aperte che si sono tenute ieri dalle 8 alle 21 in tutta la regione.
    Astorre, uomo forte di Areadem nel Lazio, ha ottenuto il 70 per cento delle preferenze, con oltre 44 mila voti. Un risultato che rafforza in prospettiva non solo locale anche il governatore Nicola Zingaretti. Ufficialmente neutrale al congresso regionale, il presidente della Regione ha però a livello nazionale buoni rapporti con Dario Franceschini e con Paolo Gentiloni, l’altro grande sostenitore del nuovo segretario laziale.

Ventimila voti sono andati invece allo sfidante principale di Astorre, il deputato Claudio Mancini, dalemiano storico, era il candidato di Renzi, Orfini e dei Popolari di Gasbarra e Fioroni: “Abbiamo perso ma con un voto straordinario. Viva il Pd” ha commentato.

Il terzo candidato, Andrea Alemanni (area Richetti), non ha sfondato: Astorre ha vinto anche nel II Municipio di cui il giovane dirigente è vicepresidente.

I COMMENTI POLITICI:

Pd Frascati: Luca Iaia “Ai populismi e al razzismo rispondiamo con la partecipazione al nostro momento di democrazia”

Bel esercizio di democrazia ieri in centinaia di seggi in tutto il Lazio per eleggere il segretario regionale del Partito Democratico, con oltre sessantamila persone che hanno votato recandosi al seggio e animando un positivo confronto. Frascati ha dato, ancora una volta, un importante contributo con 468 persone che sono venute presso la nostra sede ad incontrarci e ad esprimere la loro preferenza. Volevo ringraziare davvero ciascuno di loro. Il nostro partito continua ad essere l’unico argine democratico a certi populismi e a forme di razzismo purtroppo sempre più evidenti, anche nella nostra città. Noi rispondiamo con la partecipazione. Un grosso in bocca al lupo a Bruno Astorre, nuovo segretario regionale del PD che sono certo farà un ottimo lavoro nonostante il cammino non sarà tra i più semplici. Un’ultima parola a chi ci ha messo la faccia e ha portato il suo contributo direttamente o indirettamente, mai come adesso c’è bisogno dell’impegno di tutti per emergere da questo stato di abbrutimento della società.

LADISPOLI: CONGRATULAZIONI E BUON LAVORO A BRUNO ASTORRE E FEDERICO ASCANI

Il Senatore Bruno Astorre nuovo Segretario Regionale ed il Consigliere Comunale e di area metropolitana Federico Ascani eletto membro dell’Assemblea Regionale PD Lazio. A loro, da parte del Partito Democratico di Ladispoli, vanno le più sentite congratulazioni per l’ottimo traguardo raggiunto. Un nuovo ciclo aperto in uno dei momenti più particolari ed importanti del Partito nel suo processo di ridefinizione, quello della fase congressuale nazionale appena aperta. Un obiettivo reso ancor più di spessore perché raggiunto grazie ad uno dei capisaldi strutturali del Partito stesso, il processo partecipativo delle primarie aperto a tutti i cittadini. Per la nostra città, ci sentiamo in obbligo di ringraziare le oltre 330 persone che si sono recate nella giornata di sabato 1 Dicembre in Viale Italia al Bar Forti per esprimere la propria preferenza verso uno dei tre candidati segretari in corsa tra Andrea Alemanni, Bruno Astorre e Claudio Mancini, al quale vanno i nostri ringraziamenti per aver dato senso politico e programmatico al PD territoriale del futuro. Un sentito e particolare ringraziamento vanno inoltre ad Emanuele Pierini e Marco Di Marzio che insieme allo stesso Federico Ascani hanno egregiamente rappresentato la città di Ladispoli in questa competizione come candidati all’Assemblea Regionale dando ulteriore significato cittadino alla tornata elettorale. Per Bruno Astorre un augurio di buon lavoro, convinti del fatto che seppur complesso per articolazione ed estensione sarà compiuto ottimamente data la caratura stessa della figura politica. Per Federico Ascani un forte in bocca al lupo da tutto il Circolo locale convinti che anche lì, come per gli altri ruoli già da lui ricoperti, saprà ben rappresentare la città di Ladispoli.


Condividi:
0