Marino/S. Maria delle Mole. BiblioPop accoglie Roberto Di Sante ed il suo libro Corri, dall’inferno a Central Park.

Marino/S. Maria delle Mole. BiblioPop accoglie Roberto Di Sante ed il suo libro Corri, dall’inferno a Central Park.

13/11/2018 0 Di Maurizio Aversa
Vis­ite: 1647

S.MARIA DELLE MOLE/MARINO. SABATO 17 BIBLIOPOP PRESENTA ROBERTO DI SANTE E IL SUO LIBRO: “CORRI, DALLINFERNO A CENTRAL PARK

La locan­d­i­na, che accat­ti­vante guar­da dai negozi di S. Maria delle Mole e Mari­no, non è dis­sim­i­le dalle tante locan­dine che le molte realtà che han­no volu­to pre­sentare al pub­bli­co il libro di Rober­to Di Sante, “Cor­ri, dall’inferno al Cen­tral Park”, sono cir­co­late in Italia e nel mon­do. Eppure qui, in ques­ta che Bib­lioPop pro­muove per saba­to 17, alle 17.30 pro­prio pres­so i locali del­la ex chieset­ta in via Don Ugo Bassi, a S. Maria delle Mole, c’è qual­cosa di par­ti­co­lare. Ovvero nel fat­to che qui sul ter­ri­to­rio mari­nese, nel­la Mari­no che ha dato i natali a Rober­to, nel­la cit­tà del vino che ha vis­to for­mar­si Rober­to come per­sona, come gio­vane stu­dente e gio­vane gior­nal­ista; per poi ritrovar­lo a dirigere par­ti impor­tan­ti del­la cronaca romana de Il Mes­sag­gero, ecco, pro­prio qui, anco­ra nes­suno gli ave­va riv­olto ques­ta pro­pos­ta. Inten­di­amo­ci, i mer­i­ti di con­tenu­to sono solo del­lo scrit­tore e del­lo spes­sore umano che Rober­to ha mes­so in questo scrit­to. Impor­tante ma vis­su­to con lev­ità. Eppure il sem­plice ruo­lo di oper­a­tore cul­tur­ale, asseg­na a Bib­lioPop, non a caso inti­to­la­ta alla indi­men­ti­ca­bile Gisel­da Rosati, quel­la fun­zione che occorre pro­prio a far vivere e far divenire “legame”, “empa­tia”, oltre la curiosità, oltre lo sca­vo delle vite e degli ani­mi. E non è una dif­feren­za da poco. Per questo nell’invitare i cit­ta­di­ni mari­ne­si, a com­in­cia­re da quel­li che si ricor­dano bene e benis­si­mo di Rober­to Di Sante, per­sona e pro­fes­sion­ista lon­tano mil­iar­di di chilometri, come la stra­grande mag­gio­ran­za dei gior­nal­isti che a tor­to, pro­prio in questi giorni ven­gono sot­to­posti ad accuse ed offese deg­ne di miglior causa. Il libro, la tes­ti­mo­ni­an­za, e quin­di le parole che anche Andrea Garibal­di, altro pro­fes­sion­ista che è sta­to “pun­ta” del Cor­riere del­la Sera, non faran­no altro, saba­to, che resti­tuir­ci un ami­co, un uomo, che abbrac­cia il mon­do e l’umanità in un modo orig­i­nale: cav­al­can­do i prob­le­mi con una sor­ta di mossa del cav­al­lo. Quin­di sen­za fug­gire, ma anche sen­za ingag­gia­re un inutile e dis­pendioso cor­po a cor­po. Per questo Rober­to ne uscirà vinci­tore, per questo molti di noi si potran­no riconoscere in una analo­ga espe­rien­za. Con molle per­son­ali che scat­tano in altro modo, ma tutte che risul­ter­an­no vin­cen­ti se, come direbbe, un qual­si­asi mari­nese a Rober­to: “ci met­ti la tigna”. Vi aspet­ti­amo, dunque, a Bib­lioPop, saba­to alle 17.30, ricor­dan­dovi che anche l’Assessore alla Cul­tura del Comune di Mari­no parteciperà alla pre­sen­tazione dell’opera dis­an­tiana, così come il coor­di­na­tore di Acab, Mau­r­izio Aver­sa armo­nizzerà questo che si immag­i­na sarà un bel­lis­si­mo con­fron­to pub­bli­co. L’ingresso è libero, e non è vieta­to ai minori né ai non let­tori abit­u­ali.

Con­di­vi­di:
0