Svernamento dei chirotteri: il Parco dei Castelli dispone la chiusura stagionale dell’emissario di Nemi

Svernamento dei chirotteri: il Parco dei Castelli dispone la chiusura stagionale dell’emissario di Nemi

07/11/2018 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 311

Il Par­co regionale dei Castel­li Romani con ordi­nan­za n. 38 del 24/10/2018, dispone la chiusura dell’Emissario di Nemi, dal 1° novem­bre 2018 al 31 mar­zo 2019, essendo sito di fon­da­men­tale impor­tan­za per lo sver­na­men­to dei chi­rot­teri.

I chi­rot­teri europei sono minac­ciati di estinzione e fra le cause prin­ci­pali, vi è la dis­truzione dei rifu­gi e il dis­tur­bo arreca­to all’interno degli stes­si nelle fasi di letar­go inver­nale. L’Italia dal 2005, ha ader­i­to all’accordo EUROBATS o Bat Agree­ment, per la con­ser­vazione delle popo­lazioni di pip­istrel­li in Europa. Le indagi­ni con­dotte dal Par­co han­no accer­ta­to che il sito “emis­sario del lago di Nemi”, è quel­lo di mag­giore inter­esse per quan­to riguar­da la nos­tra area nat­u­rale pro­tet­ta, per i chi­rot­teri con la pre­sen­za di 8 specie, pari a cir­ca il 35% di quelle ril­e­vate nel­la provin­cia di Roma, con­sid­er­ate vul­ner­a­bili in base alla Red list dell’IUCN in Italia e dal­la Diret­ti­va Habi­tat 92/43 CEE (alle­gati II e IV). Sec­on­do le indi­cazioni emerse dal nuo­vo stu­dio effet­tua­to dal dr. Vin­cen­zo Fer­ri – La Chi­rot­tero­fau­na del Par­co Regionale dei Castel­li Romani: Ricerche 2018 – in col­lab­o­razione con il per­son­ale del Par­co è emer­so che tale chiusura è fon­da­men­tale per il man­ten­i­men­to dell’habitat di tali specie.

L’ordi­nan­za vieta l’accesso all’emissario del lago di Nemi, fat­ta eccezione per le attiv­ità di stu­dio e ricer­ca svolte dall’Ente Par­co o che abbiano ottenu­to il nul­la osta da parte del Par­co. È inoltre vieta­to, dis­tur­bare i chi­rot­teri con emis­sioni sonore ad alto vol­ume nelle vic­i­nanze degli acces­si. Il man­ca­to rispet­to di ques­ta dis­po­sizione prevede una mul­ta da € 25,00 a € 1.032,00.
Il Par­co dei Castel­li Romani, con­tin­uerà a mon­i­torare l’efficacia di tali dis­po­sizioni al fine di esten­der­le ad altri siti analoghi, di par­ti­co­lare inter­esse per la tutela dei chi­rot­teri e provved­erà insieme alle forze dell’ordine attive sul ter­ri­to­rio, a con­trol­lare e far rispettare le dis­po­sizioni emesse.

Con­di­vi­di:
0