Buon compleanno “Evasori”! I dieci anni del libro-denuncia di Roberto Ippolito a San Miniato

Buon compleanno “Evasori”! I dieci anni del libro-denuncia di Roberto Ippolito a San Miniato

07/11/2018 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 369

I peg­giori truc­chi del­la nos­tra vita domeni­ca 11 novem­bre 2018 al Salot­to del Tartu­fo nell’anniversario del­la pub­bli­cazione con Bom­piani

A con­tin­uare a riv­e­lare gli scon­cer­tan­ti espe­di­en­ti escog­i­tati per non pagare le tasse è lo scrit­tore Rober­to Ippoli­to. Domeni­ca 11 novem­bre è a San Mini­a­to per un com­plean­no molto par­ti­co­lare: alle 15.00 Ippoli­to è il pro­tag­o­nista dell’incontro ded­i­ca­to a un suo best sell­er “I dieci anni del libro ‘Eva­sori’ e delle sue denunce”, con la parte­ci­pazione del sin­da­co Vit­to­rio Gab­ban­i­ni e la pre­sen­za dell’assessore comu­nale alla cul­tura Chiara Rossi.

Nel­lo stori­co bor­go arroc­ca­to su un colle lun­go l’Arno nel Pisano a poca dis­tan­za da Firen­ze, l’appuntamento con il libro pub­bli­ca­to da Bom­piani nel 2008 è in pro­gram­ma nel Salot­to del Tartu­fo, in piaz­za del Sem­i­nario. L’evento è pre­vis­to nell’ambito degli appro­fondi­men­ti di cul­tura, tur­is­mo, econo­mia e attual­ità orga­niz­za­ti dal Comune di San Mini­a­to e dal­la Fon­dazione San Mini­a­to Pro­mozione, ospi­tati nel­la ten­sostrut­tura del­la Coop.fi allesti­ta nei tre week­end del­la 48^ Mostra Mer­ca­to Nazionale del tartu­fo bian­co.

Le pagine di “Eva­sori” han­no las­ci­a­to il seg­no per aver ricostru­ito in tut­ti i suoi aspet­ti l’enormità e la cap­il­lar­ità dell’evasione fis­cale e, come si legge nel ris­volto di cop­er­ti­na, “l’inesauribile fan­ta­sia cre­ati­va di chi fro­da il fis­co”. Pri­ma nes­sun libro ave­va mai descrit­to puntigliosa­mente, ma anche con toc­co lieve, un fenom­e­no che non fa onore all’Italia. Ippoli­to, è det­to anco­ra nel ris­volto di cop­er­ti­na, ha real­iz­za­to “la pri­ma inchi­es­ta pun­tuale, rig­orosa, doc­u­men­ta­ta, che sor­prende e diverte, che rac­con­ta un mal­cos­tume tal­mente dif­fu­so da non essere nep­pure più per­cepi­to” e anzi “sem­bra perfi­no legit­ti­ma­to”.

Fra gli ulti­mi arrivati ci sono un dis­trib­u­tore rim­i­nese di for­mag­gi ideatore di due finte soci­età in Cina e un impren­di­tore canavese del­lo smal­ti­men­to dei rot­ta­mi uti­liz­za­tore addirit­tura di 123 con­ti cor­ren­ti, carte di cred­i­to e libret­ti di depos­i­to su una venti­na di banche. Impeg­nati entram­bi a far perdere le trac­ce, sono i parte­ci­pan­ti del­lo sport nazionale più prat­i­ca­to ma odioso: la fuga dal fis­co.

Domeni­ca 11 novem­bre a San Mini­a­to sarà pos­si­bile con­cen­trar­si su quel “cam­pi­onario sur­reale di giochi di pres­ti­gio e truc­chi dif­fusi in tut­ta Italia” mostra­to dall’autore e all’origine dei dan­ni provo­cati dal­la spaven­tosa mole dell’evasione fis­cale che non conosce tregua. Le ultime stime del gov­er­no, rese note a fine set­tem­bre, par­lano di oltre 107 mil­iar­di sot­trat­ti illecita­mente al fis­co per il 2015, ovvero il 6,5% del pil, una quo­ta molto vic­i­na a quel­la impeg­na­ta per tut­ta la san­ità ital­iana.

Le con­seguen­ze dei peg­giori truc­chi del­la nos­tra vita sono pesan­ti. “Lo Sta­to potrebbe fare tante cose impor­tan­ti in più oppure potrebbe ridurre le tasse recu­peran­do le somme non pagate” escla­ma l’autore di “Eva­sori”. Aggiun­gen­do: “C’è una grave ingius­tizia nel fat­to che i cit­ta­di­ni onesti con­tribuis­cono al finanzi­a­men­to dei servizi men­tre gli eva­sori ne usufruis­cono sen­za pagar­li. Come se non bas­tasse, con il con­dono i pri­mi subis­cono un affron­to e i sec­on­di ven­gono pre­miati”.

Pas­sati dieci anni dall’uscita del libro in quali set­tori l’evasione sta conoscen­do una par­ti­co­lare vivac­ità? Ippoli­to affer­ma che “dopo l’esplodere delle finte asso­ci­azioni cre­ate per occultare attiv­ità eco­nomiche, i bed & break­fast in nero e le tasse locali igno­rate sono due fron­ti bol­len­ti”.

Rober­to Ippoli­to è autore di lib­ri d’inchiesta di suc­ces­so. Ha pub­bli­ca­to gli ulti­mi suoi lib­ri con Chiarelet­tere: nell’ordine “Igno­ran­ti”, “Abu­sivi” e “Eurosprechi”. Ha fir­ma­to con Bom­piani anche “Il Bel Paese mal­trat­ta­to” e pri­ma anco­ra ha pub­bli­ca­to con Lat­erza. E’ orga­niz­za­tore di even­ti cul­tur­ali. Ha ideato e diret­to “Volu­mi­nosi” ai Granai a Roma (fes­ti­val let­ter­ario non stop 9 ore), “Lib­ri al cen­tro” a Cinecit­tà (pri­mo fes­ti­val mai svolto in un cen­tro com­mer­ciale), “con­Pa­soli­ni” a Roma, “Nel baule” al Maxxi, “A tut­to vol­ume” a Ragusa, “Pagine in cam­mi­no” a Castel­lan­e­ta. È sta­to edi­tor del Fes­ti­val dell’economia di Tren­to. Ha dato vita al Tour del brut­to dell’Appia Anti­ca. Gior­nal­ista, dopo aver cura­to a lun­go l’economia per il quo­tid­i­ano “La Stam­pa”, è sta­to diret­tore comu­ni­cazione Con­find­us­tria, diret­tore relazioni esterne dell’università Luiss di Roma e docente di “Imp­rese e con­cor­ren­za” alla Scuo­la supe­ri­ore di gior­nal­is­mo del­la stes­sa Luiss.

Con­di­vi­di:
0