MARINO, L’ARCHEOCLUB DENUNCIA: “TURISTI ACCOLTI TRA IMMONDIZIA, URINA E DEIEZIONI UMANE”

MARINO, L’ARCHEOCLUB DENUNCIA: “TURISTI ACCOLTI TRA IMMONDIZIA, URINA E DEIEZIONI UMANE

06/11/2018 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 685

MARINO, L’ARCHEOCLUBCOLLI ALBANIDENUNCIA LE CONDIZIONI DI DEGRADO DEL SOTTOPASSO DI PIAZZA MATTEOTTITURISTI ACCOLTI TRA IMMONDIZIA, URINA E DEIEZIONI UMANE. AMMINISTRAZIONE COMUNALE E MULTISERVIZI LATITANTI

L’Associazione Archeo­club “Col­li Albani”, in qual­ità di gestore dei cir­cuiti sot­ter­ranei del­la Cit­tà di Mari­no, il cui ingres­so è sito pres­so il sot­topas­so di Piaz­za Mat­teot­ti, intende denun­cia­re le con­dizioni di degra­do vigen­ti all’interno dei locali in ques­tione, quali spor­cizia, atti van­dali­ci e deiezioni umane.

Nonos­tante le con­tin­ue seg­nalazioni effet­tuate agli organi com­pe­ten­ti, quali Ammin­is­trazione Comu­nale, Forze dell’Ordine e Mul­ti­servizi dei Castel­li di Mari­no S.p.A., NESSUNO ha pre­so provved­i­men­ti in mer­i­to, las­cian­do il sito in un totale sta­to di abban­dono, degra­do e incu­ria. Inoltre, al fine di pre­sidiare gli spazi in ques­tione, abbi­amo imp­ie­ga­to le nos­tre risorse fisiche ed eco­nomiche per ren­dere deco­roso il sot­topas­so e più volte abbi­amo sug­ger­i­to all’Amministrazione Comu­nale di instal­lare tele­camere di sorveg­lian­za o quan­tomeno di provvedere ad una chiusura not­tur­na, anche in questo caso sen­za mai avere risposte. 

Pur rite­nen­do in prim­isrespon­s­abili i cit­ta­di­ni tut­ti, sin­to­mo di un dis­a­gio sociale sem­pre più dila­gante, teni­amo a ricor­dare all’Amministrazione Comu­nale che nei locali del sot­topas­so vi è l’accesso ai cir­cuiti sot­ter­ranei, UNICA ATTRAZIONE TURISTICA FRUIBILE del ter­ri­to­rio e per­tan­to bigli­et­to da visi­ta del­la Cit­tà di Mari­no, da tute­lare e sal­va­guardare con occhio di riguar­do tut­to l’anno, non sola­mente per la Sagra dell’Uva, e rite­ni­amo INDECOROSO dover accogliere i tur­isti tra vetri rot­ti, pozze di uri­na, deiezioni umane, muri imbrat­tati e spor­cizia di ogni genere.

Infine, si ricor­da alla stes­sa Ammin­is­trazione Comu­nale di far rispettare il Capi­to­la­to Spe­ciale d’Appalto fir­ma­to dal­la Mul­ti­servizi dei Castel­li di Mari­no S.p.A. che prevede:

  • la spaz­zatu­ra dei por­ti­ci cit­ta­di­ni(Art. 1)”;
  • che “i por­ti­ci attual­mente esisten­ti e quel­li che entr­eran­no in uso durante il peri­o­do di appal­to devono essere lavati con acqua e ido­neo deter­si­vocon la fre­quen­za nec­es­saria a garan­tire una costante pulizia e comunque almeno con caden­za bimen­sile(Art. 29)”;
  • che “l’Impresa è tenu­ta, su richi­es­ta dell’Amministrazione Comu­nale, a provvedere entro 72 ore dal­la richi­es­ta, a can­cel­lare scritteche dovessero risultare pre­sen­ti su immo­bili di pub­bli­ca pro­pri­età (Art. 35)”.
  •  

Mari­no, lì 6 novem­bre 2018

 

Il Pres­i­dente

Fabi­ana Giansan­ti