ROMA NORD, STAMATTINA SFRATTO ESECUTIVO ALL’HOTEL FLAMINIUS

ROMA NORD, STAMATTINA SFRATTO ESECUTIVO ALL’HOTEL FLAMINIUS

11/10/2018 0 Di puntoacapo
Visite: 251

ROMA NORD, STAMATTINA SFRATTO ESECUTIVO ALL’HOTEL FLAMINIUS. CORSETTO (LEGA): ‘BAMBINI ITALIANI IN STRADA”

 
“Comprendiamo le ragioni di diritto privato dei proprietari dell’immobile ma l’amministrazione pentastellata non ha gestito l’emergenza con gli strumenti politici promessi in campagna elettorale”
 
“Questa mattina tre famiglie italiane alloggiate all’hotel Flaminius in emergenza dal Comune dal 2014, a seguito dell’alluvione che colpì Prima Porta, stanno subendo lo sfratto esecutivo con minori a seguito.”
Lo rende noto Riccardo Corsetto, presidente della sezione Ponte Milvio, Lega con Salvini.
Non contestando il diritto della proprietà dell’immobile, che deve rientrare legittimamente in possesso della struttura, per legittimi motivi di carattere privato, rileviamo però il ritardo estremo e ingiustificato con cui l’amministrazione pentastellata del Municipio XV e le politiche sociali hanno gestito questa emergenza, che riguarda, peraltro, anche alcuni bambini tra i tre e i 10 anni, come documentato in un video dalla nostra sezione di Ponte Milvio.”
“Soltanto ieri infatti — prosegue l’esponente del movimento di Salvini, Riccardo Corsetto — solo un giorno prima dello sfratto esecutivo, i servizi sociali diretti dal Presidente del Movimento 5 Stelle, Simonelli, hanno formalizzato con protocollo n° 3506 un’offerta di sostegno economico, peraltro utile solo nel caso in cui le famiglie sfrattate presentino al municipio un regolare contratto firmato. Circostanza assai remota per chi però non ha redditi e si presenti a un locatore millantando il Comune di Roma come unico garante.”
 
“Inoltre il sussidio, come si legge nel documento stilato, è stato consegnato solo 24 ore prima dello sfratto, senza nessun margine d’anticipo utile ad evitare a queste famiglie la violenza di essere divise in centri di accoglienza (madri e figli da una parte, padri da un’altra).” 
 
“Il documento tardivo e inefficace del Municipio specifica anche che il sussidio è vincolato al bilancio municipale diventando per tanto qualcosa di simile a un pagherò. Qualcosa che nessun locatore potrebbe considerare garanzia.”
“Dispiace — conclude Corsetto — constatare che ancora una volta, l’attenzione all’emergenza abitativa, non abbia trovato riscontro nei fatti, oltreché negli slogan, dei locali amministratori pentastellati.”
“Vedere oggi la Polizia del Sindaco di Roma, costretta a cacciare dei bambini italiani da un letto non rientra nei programmi per cui questi signori sono stati votati.”
Condividi:
0