Roma/Tor Cervara, partecipazione per l’inaugurazione dell’Orto Giardino del centro diurno. Il Tulipano Bianco: “Un modello da seguire”

Roma/Tor Cervara, partecipazione per l’inaugurazione dell’Orto Giardino del centro diurno. Il Tulipano Bianco: “Un modello da seguire”

05/10/2018 0 Di Marco Montini
Vis­ite: 274

Tan­to affet­to e tan­ta parte­ci­pazione per l’inaugurazione dell’Orto Gia­rdi­no pres­so il cen­tro diurno socio-riabil­i­ta­ti­vo per per­sone diver­sa­mente abili, “La Bot­te­ga delle Idee”, sit­u­a­to in via di Tor Cer­vara 309, a Roma. Al taglio del nas­tro, svoltosi oggi, han­no parte­ci­pa­to ragazzi e famiglie del­la strut­tura, la con­sigliera regionale del Lazio, Mar­ta Bona­foni, la respon­s­abile Uoc Dis­abili Adul­ti AslRm2, Anna­maria Palmieri, il diri­gente del V Munici­pio, Alessan­dro Mas­si­mo Vogli­no, il respon­s­abile del­la coop­er­a­ti­va “Oltre”, Rober­to Diana, il pres­i­dente del cen­tro anziani “Michele Tes­ta”, Francesco Gen­ovesi, e il pres­i­dente dell’associazione “Il Tuli­pano Bian­co”, Francesco Gior­dani.

Oggi è sta­to un giorno molto impor­tante dal pun­to di vista sociale e ricre­ati­vo – ha det­to pro­prio Gior­dani nel suo inter­ven­to -. L’apertura dell’Orto Gia­rdi­no, infat­ti, rap­p­re­sen­ta un vero e pro­prio stru­men­to ter­apeu­ti­co e di lavoro per tut­ti gli uten­ti che fre­quen­tano il cen­tro, oltre che luo­go di incon­tro per la comu­nità del quartiere. Un mod­el­lo fon­da­men­tale, divenu­to realtà gra­zie alla fat­ti­va col­lab­o­razione con l’AslRm2 e la coop­er­a­ti­va “Oltre”. Vista l’esperienza in inter­ven­ti di agri­coltura sociale — ha con­tin­u­a­to il pres­i­dente de “Il Tuli­pano Bian­co” -, abbi­amo ritenu­to che un nos­tro inter­ven­to di riqual­i­fi­cazione potesse favorire svilup­po e poten­zi­a­men­to del prog­et­to in atto nel­lo spazio verde. Un inter­ven­to, oggi pos­si­bile, mi preme ricor­dar­lo, gra­zie ai tan­ti cit­ta­di­ni che, attra­ver­so il 5x1000, han­no fat­to una don­azione a “Il Tuli­pano Bian­co”. Una azione avvenu­ta sen­za tri­on­fal­is­mi, in pun­ta di pie­di, che ci riem­pie di orgoglio e ci spinge anco­ra di più a con­tin­uare nel­la stra­da intrapre­sa: quel­lo del­la sol­i­da­ri­età e del­la vic­i­nan­za”.

Il nuo­vo prog­et­to, dunque, si muove intorno alla riqual­i­fi­cazione dell’area ester­na al villi­no di via di Tor Cer­vara, che attual­mente non prevede altri spazi o zone ter­rose idonee alla colti­vazione: “Sono sicuro — con­clude il pres­i­dente Gior­dani — che sarà un momen­to di felic­ità e con­di­vi­sione per tan­ti ragazzi del cen­tro diurno e per tut­ti i volon­tari che quo­tidi­a­mente vi oper­a­no con impeg­no e pro­fes­sion­al­ità. Tut­to, insom­ma, è sta­to pen­sato affinché nes­suno si sen­tisse esclu­so e quin­di per favorire una colti­vazione col­let­ti­va. Infine, l’orto gia­rdi­no, essendo al con­fine con il parcheg­gio del con­sul­to­rio, pre­sidio ASL, si con­figu­ra anche come luo­go di incon­tro per lavo­ra­tori e famiglie con bam­bi­ni, uno spazio sociale in più per l’intero quad­rante ter­ri­to­ri­ale”.

Con­di­vi­di:
0