NOMADI, ASSOTUTELA: “SITUAZIONE EMERGENZIALE. CHIUDERE CASTEL ROMANO”

NOMADI, ASSOTUTELA: “SITUAZIONE EMERGENZIALE. CHIUDERE CASTEL ROMANO

13/09/2018 0 Di Marco Montini
Vis­ite: 200

Anche oggi ci ritro­vi­amo a com­mentare l’ennesimo episo­dio di micro­crim­i­nal­ità accadu­to all’interno del cam­po rom di Cas­tel Romano, in pieno ter­ri­to­rio capi­toli­no ma a due pas­si da Pomezia: nelle scorse ore un nuo­vo rogo, l’ennesimo, è divam­pa­to nel­la strut­tura. Ormai gli atti di ille­gal­ità non si con­tano più e van­no a nuo­cere in maniera peri­colosa e pesante sia sug­li auto­mo­bilisti in tran­si­to lun­go la via pon­ti­na, sia sulle popo­lazioni lim­itrofe, la cui vivi­bil­ità rischia di essere ridot­ta ai min­i­mi ter­mi­ni. Purtrop­po non bas­ta più il prezioso con­trol­lo delle forze dell’ordine, serve un inter­ven­to defin­i­ti­vo da parte del Comune di Roma, che deve pro­cedere con la grad­uale dis­mis­sione del cam­po rom di Cas­tel Romano. Sarebbe un atto di respon­s­abil­ità che la sin­da­ca Rag­gi non può e non deve sot­to­va­l­utare”.

Così, in una nota, il pres­i­dente nazionale di Asso­tutela, Michel Emi Mar­i­ta­to.