Roma, al Museo di Roma in Trastevere prosegue fino ad ottobre la mostra DREAMERS

Visite: 285

Museo di Roma in Trastevere: prorogata fino al 7 ottobre 2018 la mostra “Dreamers. 1968: come eravamo, come saremo”

Prosegue per oltre un mese l’esposizione con immagini e video dedicata al 50° anniversario del 1968, a cura di AGI Agenzia Italia, da un’idea di Riccardo Luna

Ancora un mese di tempo per rivivere uno degli anni più importanti della storia d’Italia attraverso un percorso fotografico e multimediale. Dopo il successo di questi mesi, l’esposizione Dreamers. 1968: come eravamo, come saremo, voluta da Agi Agenzia Italia in occasione del 50° anniversario del 1968, prosegue fino al 7 ottobre 2018 al Museo di Roma in Trastevere.

L’esposizione è il risultato di un attento lavoro di ricerca svolto dall’AGI all’interno dei materiali d’epoca. Il percorso per immagini e video, nato da un’idea di Riccardo Luna, direttore AGI e curata a quattro mani con Marco Pratellesi, condirettore dell’agenzia, si basa, infatti, sull’archivio storico di quell’anno, ricostruito grazie al recupero del patrimonio di tutte le storiche agenzie italiane e internazionali.

La mostra è a cura di AGI Agenzia Italia, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale‐​Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e con il patrocinio del MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Le numerose fotografie provengono dall’archivio storico di AGI mentre gli altrettanto numerosi prestiti sono messi a disposizione da AAMOD‐​Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, AFP Agence France‐​Presse, AGF Agenzia Giornalistica Fotografica, ANSA, AP Associated Press, Marcello Geppetti Media Company, Archivio Riccardi, Contrasto, Archivio Storico della Biennale di Venezia, LUZ, Associazione Archivio Storico Olivetti, RAI‐​RAI TECHE, Corriere della Sera, Il Messaggero, La Stampa, l’Espresso. I servizi museali sono diZètema Progetto Cultura.

La mostra fornisce l’occasione di compiere un viaggio nel passato, in un’epoca lontana d’Italia grazie a 171 immagini, tra le quali più di 60 inedite; 19 archivi setacciati in Italia e all’estero; 15 filmati originali che ricostruiscono più di 210 minuti della nostra storia di cui 12 minuti inediti; 40 prime pagine di quotidiani e riviste riprese dalle più importanti testate nazionali; e inoltre una ricercata selezione di memorabilia: un juke boxe, un ciclostile, una macchina da scrivere Valentine, la Coppa originale vinta dalla Nazionale italiana ai Campionati Europei, la maglia della nazionale italiana indossata da Tarcisio Burgnich durante la finale con la Jugoslavia, la fiaccola delle Olimpiadi di Città del Messico.

 I materiali compongono diverse sezioni tematiche che raccontano la cronaca del tempo, gli usi, i costumi e le sue tradizioni. Non solo, quindi, le occupazioni e i movimenti studenteschi, ma anche e soprattutto la dolce vita, la vittoria dei campionati europei di calcio e le altre imprese sportive, il cinema, la vita quotidiana, la musica, la tecnologia e la moda.  

Si passa dai grandi “sognatori del futuro” (Martin Luther King, Bob Kennedy) alla cronaca internazionale del ’68 (guerra in Vietnam, segregazione razziale negli USA, la presidenza Nixon, la Primavera di Praga, la Grecia dei colonnelli e il maggio francese), dalle rivolte studentesche, leoccupazioni e le contestazioni affrontate nella sala “Il movimento fra occupazioni e tazebao — Valle Giulia” alle vicende italiane raccontate nella sezione “Le due Italie: dal Belice al Piper” (le storie drammatiche del terremoto del Belice contrapposte a quelle di costume legate al Piper e i suoi illustri frequentatori), dalla musica italiana e internazionale alle grandi imprese sportive (la vittoria ai Campionati Europei della Nazionale Italiana a Roma contro la Jugoslavia). E per concludere il viaggio un ambiente sonoro con le voci e i suoni del 1968, una parte dedicata al grande fermento tecnologico del 1968 che culminerà con lo sbarco sulla luna di Neil Armstrong del 1969 e una esperienza immersiva con la riproduzione dell’ambiente di un’aula universitaria occupata. Spazio in cui visionare cinegiornali dell’epocadocumenti originali ceduti da AAMOODRAI – RAI TECHE.

L’evento, realizzato con il contributo di Intesa Sanpaolo, in collaborazione con SIAE‐ Società Italiana degli Autori ed Editori e in partnership con la RAI, Sky, la FIGC, la Fondazione Museo del Calcio, ilCONI, l’AAMOD‐​Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio Democratico, Open Polis e il CENSIS, si avvale della collaborazione scientifica ed editoriale dell’Istituto dell’Enciclopedia italiana “Treccani”con il quale è stato realizzato il catalogo dell’esposizione.

I media partner coinvolti sono Formiche, il Tascabile, magazine digitale di Treccani, Rai Teche,Scomodo, RadioimmaginariaVoiceBookRadio.  

Ricordiamo che acquistando la nuova MIC Card al costo di 5 euro chi vive e studia a Roma può accedere illimitatamente per 12 mesi nei Musei in Comune e nei siti storico artistici e archeologici della Sovrintendenza.

Sono escluse dal circuito della MIC le mostre negli spazi espositivi del Museo di Roma e del Museo dell’Ara Pacis che hanno una bigliettazione separata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.