“TIVOLI CHIAMA!” Lo spettacolo dal vivo va in scena nel centro storico e nelle Ville Patrimonio Unesco

TIVOLI CHIAMA!” Lo spettacolo dal vivo va in scena nel centro storico e nelle Ville Patrimonio Unesco

05/07/2018 0 Di Fabio Ciarla
Vis­ite: 537

IL 31 LUGLIO GRANDE SERATA PER FESTEGGIARE FRANCA VALERI, MA IN CARTELLONE ANCHE MASSIMO RANIERI, ELIO GERMANO, SYRIA, MARCO PAOLINI E TANTI ALTRI

Dopo il grande suc­ces­so delle prece­den­ti edi­zioni prende il via dall’ 8 luglio al 4 agos­to 2018 la quar­ta edi­zione di “Tivoli Chia­ma! — Il Fes­ti­val delle Arti”, rasseg­na cul­tur­ale per la val­oriz­zazione del pat­ri­mo­nio stori­co-artis­ti­co e pae­sag­gis­ti­co attra­ver­so lo spet­ta­co­lo dal vivo, nata nel 2015 gra­zie a un ban­do del Mibact al quale il Comune di Tivoli ha parte­ci­pa­to con un prog­et­to che si è posizion­a­to al ter­zo pos­to in grad­u­a­to­ria.

Il Fes­ti­val è real­iz­za­to e finanzi­a­to dal Comune di Tivoli, con il sosteg­no del­la SIAE e di Artisti 7607 e in col­lab­o­razione con il Mibact e con l’Istituto Vil­la Adri­ana e Vil­la D’Este. L’organizzazione e la pro­duzione esec­u­ti­va sono affi­dati all’A.T.C.L. Asso­ci­azione Teatrale fra i Comu­ni del Lazio di cui il Comune di Tivoli è socio e cofonda­tore.

Le inizia­tive pro­poste s’inseriscono in spazi in cui pae­sag­gio, tradizione e arte rap­p­re­sen­tano un unicum, stra­or­di­nario e irripetibile. Attra­ver­so teatro e musi­ca gli spet­ta­tori potran­no vivere un’esperienza indi­men­ti­ca­bile nei sug­ges­tivi siti stori­co-arche­o­logi­ci di Vil­la D’Este, San­tu­ario di Ercole Vinci­tore e Vil­la Adri­ana e nelle Piazze Rivaro­la e Garibal­di pros­eguen­do il per­cor­so di profi­cua col­lab­o­razione tra il Comune di Tivoli e il Mibact.

La final­ità ulti­ma sot­to­lin­ea l’Ass.re alla Cul­tura Urbano Bar­beri­ni - è quel­la di creare un sis­tema inte­gra­to che favorisca una sin­er­gia tra le attiv­ità cul­tur­ali, tur­is­tiche e impren­di­to­ri­ali e i beni cul­tur­ali, al fine di pro­muo­vere uno svilup­po sosteni­bile, in armo­nia con la vocazione pro­pria del ter­ri­to­rio tiburtino, trasfor­man­do Tivoli in una vera e pro­pria “Fab­bri­ca di Cul­tura” per gli artisti, favoren­do la cresci­ta di un pub­bli­co che si affezioni alla cit­tà e ai suoi luoghi. Le “Arti” in questo modo saran­no lo stru­men­to attra­ver­so il quale accrescere e colti­vare sen­ti­men­ti d’identità e aggregazione, insieme ad inno­vazione, con­tem­po­raneità e inter­cul­tur­al­ità”.

La scelta del nome è sta­ta sin­teti­ca­mente spie­ga­ta così dal­la mad­ri­na del Fes­ti­val Fran­ca Valeri: ”Tivoli chia­ma, con il suo pas­sato, con le sue ville, con la sua gente. Chia­ma per­ché ha molte cose da dire. Ascoltatele, la cul­tura è seren­ità”.

L’investimento sostenu­to dall’Istituto Vil­la Adri­ana e Vil­la d’Este sul prog­et­to – rib­adisce il Diret­tore Andrea Bru­ciati — è sig­ni­fica­ti­vo per­ché cre­di­amo nel­la elab­o­razione di una piattafor­ma ter­ri­to­ri­ale comune vol­ta alla ricer­ca e alla sper­i­men­tazione in ogni dis­ci­plina delle Arti. Riten­go che le sedi selezion­ate, il San­tu­ario di Ercole Vinci­tore e Vil­la Adri­ana, rap­p­re­senti­no delle quinte scenogra­fiche eccezion­ali uniche al mon­do che evi­den­ziano e sup­por­t­ano in maniera stra­or­di­nar­ia il lavoro degli artisti, con­fer­en­do ad ogni appun­ta­men­to in pro­gram­ma una nota dis­tin­ti­va uni­ca, indelebile nel­la memo­ria del pub­bli­co e degli stes­si oper­a­tori.”

Il cartel­lone si pre­sen­ta ric­co di appun­ta­men­ti con gran­di nomi del­la cul­tura e del­lo spet­ta­co­lo. L’8 luglio l’apertura sarà affi­da­ta all’attore Elio Ger­mano accom­pa­g­na­to dal­la musi­ca dal vivo di Teho Tear­do, nel­la splen­di­da cor­nice di Vil­la Adri­ana. Il Fes­ti­val pros­eguirà con il con­cer­to di Mas­si­mo Ranieri dal tito­lo Malìa Napo­le­tana il 13 luglio al San­tu­ario di Ercole Vinci­tore; l’artista sarà accom­pa­g­na­to da una for­mazione com­pos­ta da per­le del­la musi­ca ital­iana quali Enri­co Rava alla trom­ba e al flicorno, Sebi Bur­gio al pianoforte, Ric­car­do Fio­ra­van­ti al con­tra­b­bas­so, Mar­co Guidolot­ti ai sas­so­foni e Ste­fano Bag­no­li alla bat­te­ria.

Sem­pre al San­tu­ario di Ercole il 20 luglio andrà in sce­na il con­cer­to-spet­ta­co­lo di Syr­ia Per­ché non can­ti più” ded­i­ca­to a Gabriel­la Fer­ri e il 1 agos­to Tec­no –Filò” di e con l’attore Mar­co Paoli­ni.

Quest’anno per la pri­ma vol­ta, il 28 luglio, si ter­rà un con­cer­to a Piaz­za Rivaro­la, con alle spalle la splen­di­da cor­nice del Tem­pio del­la Sibil­la e Ponte Gre­go­ri­ano Enri­co Capuano e la Tam­mur­ri­a­ta Rock si esi­bi­ran­no in un con­cer­to indi­men­ti­ca­bile, ad ingres­so libero. Il 31 luglio ser­a­ta spe­ciale a Vil­la d’Este “Auguri Fran­ca!” in onore del­la mad­ri­na del fes­ti­val, la grande attrice-autrice Fran­ca Valeri in occa­sione del suo com­plean­no.

La chiusura del Fes­ti­val il 04 agos­to sarà affi­da­ta al con­cer­to di Demo Morsel­li e Mar­cel­lo Cir­il­lo accom­pa­g­nati da una Big Band che si ter­rà in Piaz­za Garibal­di, con­clu­den­do la ker­messe con una grande fes­ta di piaz­za.