Marino, in Via Bellucci l’acqua esce nera da tre giorni!

Marino, in Via Bellucci l’acqua esce nera da tre giorni!

28/06/2018 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 894

Marino, in Via Bellucci l’acqua esce nera da tre giorni!

di Francesca Mar­ruc­ci

È ormai il ter­zo giorno che gli abi­tan­ti di Via Mar­co Bel­luc­ci, nel cen­tro Stori­co di Mari­no, aprono i rubi­net­ti e sver­sano in casa un flu­i­do nero e male­odor­ante che cer­to non assomiglia nem­meno lon­tana­mente all’acqua e pota­bile non è pro­prio un vocabo­lo da usare.

I cit­ta­di­ni han­no subito denun­ci­a­to la situ­azione attra­ver­so dei post su Face­book nel grup­po Mari­no — Osser­va­to­rio del­la Polit­i­ca, denun­cian­do il fat­to che l’Acea non fos­se anco­ra in gra­do di capire da dove proviene l’infiltrazione. Il Comune, ieri, ha emes­so un’ordinanza che vieta l’uso dell’acqua per uso ali­menta­re, il che era qua­si super­fluo, ma dovu­to, per­me­t­ten­do l’uso igien­i­co-san­i­tario, il che ha las­ci­a­to i cit­ta­di­ni molto pre­oc­cu­pati e per­p­lessi.

La con­sis­ten­za, l’odore e il col­ore dell’acqua che esce dai rubi­net­ti non è nem­meno avvic­in­abile, quin­di nes­suno è disponi­bile ad usar­la in qual­sivoglia modo, anche per­ché non è anco­ra sta­to accer­ta­to di quale orig­ine sia la con­t­a­m­i­nazione e dall’odore non è da esclud­ere una con­dot­ta fog­nar­ia. Le immag­i­ni par­lano da sole.

Così han­no com­men­ta­to, dall’opposizione, la vicen­da, Mar­co Coman­di­ni (Leu) e Ste­fano Cec­chi (Lista per il decen­tra­men­to):

Immag­i­nate di stare 3 e più giorni così…in estate poi. È vera­mente agghi­ac­ciante che in Via Mar­co Bel­luc­ci a Mari­no ci sia una situ­azione tan­to ver­gog­nosa, sono 3 giorni che esce acqua nera las­cian­do decine e decine di famiglie senz’acqua. Acea in tre giorni non è rius­ci­ta ne a risol­vere ne tan­tomeno ad indi­vid­uare il proble­ma, l’unica cosa conc­re­ta che è rius­ci­ta a fare è portare, ma solo oggi pomerig­gio, un’autobotte, cosa a dir poco fas­tidiosa, con molti cit­ta­di­ni davvero furen­ti. Avreb­bero volu­to un inter­ven­to tem­pes­ti­vo e riso­lu­ti­vo, mag­a­ri con più mezzi di inter­ven­to, ma invece nul­la. L’acqua esce nera un po’ come l’umore degli abi­tan­ti di quel­la zona, che dap­pri­ma han­no dovu­to qua­si implo­rare per mesi il ripristi­no del­la pub­bli­ca illu­mi­nazione e in questi giorni per avere l’acqua.” affer­ma Mar­co Coman­di­ni dal suo pro­fi­lo Fb.

Ste­fano Cec­chi rin­cara la dose: “Sem­pre più allu­ci­nante la situ­azione che ormai da giorni attanaglia Via Bel­luc­ci. Con­tin­ua inces­sante a scen­dere dai rubi­net­ti delle abitazioni, una poco ras­si­cu­rante acqua nera e male­odor­ante. 
Sape­vo di alcu­ni inter­ven­ti effet­tuati dal grup­po Acea che, a quan­to pare, non han­no però por­ta­to alla risoluzione del prob­le­ma. 
Mi chiedo però come pos­sa ques­ta Ammin­is­trazione, pro­pri­etaria di tutte le tuba­ture comu­nali, emet­tere ques­ta ordi­nan­za, dopo 3 giorni dall’inizio dell’evento, dove vieta sì l’uso dell’acqua per scopi ali­men­ta­ri, e ci mancherebbe altro, conce­den­done tut­tavia l’utilizzo per lavar­si e fare una bel­la doc­cia rigen­er­ante. 
Vera­mente sen­za parole!

Via Mar­co Bel­luc­ci, Mari­no

L’acqua res­ta sem­pre il bene pri­mario, sen­za il quale si pre­dispone la chiusura dei luoghi pub­bli­ci come scuole e uffi­ci pro­prio per la sua impor­tan­za a liv­el­lo igien­i­co san­i­tario fig­uri­amo­ci la sua impor­tan­za in una abitazione. Per­ché i nos­tri concit­ta­di­ni devono anco­ra sop­perire a ques­ta grave man­can­za sen­za che si inter­ven­ga in modo serio e veloce, non è cer­to un prob­le­ma da pren­dere alla leg­gera.
Sol­i­dale con tut­ti col­oro che stan­no viven­do questo dis­a­gio, aus­pi­co che final­mente si giun­ga alla soluzione di ques­ta incresciosa vicen­da.

Con­di­vi­di:
0