BANCA POPOLARE DEL LAZIO SCEGLIE SATISPAY E ARRICCHISCE LA GAMMA DEI PROPRI SERVIZI

BANCA POPOLARE DEL LAZIO SCEGLIE SATISPAY E ARRICCHISCE LA GAMMA DEI PROPRI SERVIZI

Visite: 197

Banca Popolare del Lazio “abbraccia” la rivoluzione fintech destinata a modificare le abitudini di pagamento e integra Satispay

21 Maggio 2018 – Banca Popolare del Lazio ha scelto Satispay come nuovo strumento di pagamento da integrare alla propria offerta, arricchendo così la gamma di servizi con la più innovativa soluzione di mobile paymentpresente oggi sul mercato italiano.

Satispay funziona attraverso una semplice applicazione gratuita, disponibile per qualsiasi smartphone e sistema operativo, sia in versione consumer che business. Con Satispay è possibile scambiare denaro con i contatti della propria rubrica telefonica e, soprattutto, pagare con estrema velocità e convenienza presso gli esercenti fisici e online convenzionati, oltre che effettuare servizi a valore come ad esempio le ricariche telefoniche. Per gli esercenti fisici e online aderenti al servizio non sono previsti costi di attivazione o canoni mensili ma soltanto una commissione fissa di 0,20 € per i pagamenti di importo superiore a 10 €: tutti gli incassi inferiori a questa soglia non hanno alcuna commissione.

Massimo Lucidi, Amministratore Delegato di Banca Popolare del Lazio ha commentato: “Banca Popolare del Lazio è da sempre vicina al cliente nelle continue sfide che si presentano, siamo convinti che il nostro ruolo sia anche quello di offrire servizi e prodotti che rendano sicuro il presente della nostra clientela e realizzabili i suoi progetti futuri. In Satispay abbiamo riconosciuto caratteristiche e valori che rispondono a questa nostra visione. Un servizio che rende oggi più semplice l’evoluzione delle abitudini di pagamento – oltre che particolarmente conveniente per gli esercizi commerciali – e che pone le basi per il futuro contribuendo a creare una relazione sempre più di valore con la clientela”.

Alberto Dalmasso, CEO di Satispay ha dichiarato: “Siamo particolarmente felici dell’accordo con Banca Popolare del Lazio per l’integrazione del nostro servizio all’interno della loro offerta. Il Lazio è una Regione che abbiamo iniziato a presidiare recentemente e collaborare con un partner come Banca Popolare del Lazio è sicuramente una grande opportunità, un riconoscimento e un’ulteriore spinta a fare sempre di più per accompagnare consumatori ed esercenti attraverso la trasformazione digitale, al fine di offrire agli utenti il massimo dell’economicità, del vantaggio e della trasparenza”.

BANCA POPOLARE DEL LAZIO Società Cooperativa per Azioni

Nata nel 1904 come “Cassa Agricola Operaia” prende il nome di Banca cooperativa Pio X” in seguito alla donazione di 1.000 lire da parte del Pontefice. Dagli anni Settanta, inizia un progetto di sviluppo che porterà la Banca alla trasformazione in “Popolare” (1993) e infine – grazie alla fusione con la Banca Popolare di Terracina – all’attuale forma e denominazione di “Banca Popolare del Lazio” (1994).

In base alla Legge 33/​2015 sulla trasformazione in SPA delle banche popolari con un attivo di bilancio superiore agli 8 miliardi di euro, la Banca Popolare del Lazio rimane nel ristretto gruppo delle prime 10 banche popolari a livello nazionale che hanno conservato tale status, nonché tra le prime 20 banche popolari indipendenti.

Principali dati di bilancio al 31/​12/​2017

  • raccolta diretta da clientela € 1.821 milioni;
  • raccolta indiretta € 746,5 milioni;
  • impieghi a clientela € 1.461 milioni;
  • portafoglio titoli complessivo € 632 milioni;
  • Patrimonio netto € 276 milioni;
  • CET 1 capital ratio 17,6%;
  • Total capital ratio al 17,7%.

Satispay

Satispay è un servizio di mobile payment basato su un network alternativo alle carte di credito e debito: libero, efficiente, gratuito e sicuro. Disponibile per iPhone, Android, può essere utilizzato da chiunque abbia un conto corrente bancario per scambiare denaro con i contatti della propria rubrica telefonica e pagare nei punti vendita ed e-​commerce convenzionati con la stessa semplicità con cui si invia un messaggio o si effettua il check-​in sui social network. Per gli utenti il servizio è completamente gratuito, non ci sono infatti costi di iscrizione, di invio o ricezione pagamenti. Per gli esercenti aderenti al servizio non sono previsti costi di attivazione o canoni mensili ma soltanto una commissione fissa di 0,20 € per i pagamenti superiori a 10 €: tutti gli incassi inferiori a questa soglia non hanno alcuna commissione.

Satispay SpA è una startup innovativa frutto dell’intenso lavoro di un team di giovani italiani. Dopo i precedenti round di finanziamento, la società ha recentemente chiuso un’importante operazione di aumento di capitale che ha portato la raccolta complessiva a 26,8 milioni di Euro. Oltre agli evidenti vantaggi economici, Satispay consente anche di migliorare l’esperienza del cliente, rendendo più rapido ed efficiente il pagamento e riducendo i tempi di attesa alla cassa. Sono questi i motivi che convincono piccoli negozi e grandi brand a integrare Satispay come sistema di pagamento, tra questi: Esselunga, Coop, Eataly, PAM, Burger King, Motivi, Yamamay, Trenord, Benetton, Caffè Vergnano, Venchi, Grom, MyChef, Gruppo Cigierre, Total Erg, Kasanova, Repsol, Freddy, Moleskine, Arcaplanet, MC2 St. Barth, Sorelle Ramonda, Vivigas. Satispay è integrato anche con PagoPA per i pagamenti di multe, tasse, bolli e ticket sanitari.

Condividi:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.