Sequestrato a Capriotti il Castello Bracci a Fiano Romano dalla GdF

Sequestrato a Capriotti il Castello Bracci a Fiano Romano dalla GdF

20/04/2018 1 Di puntoacapo
Vis­ite: 465

I Finanzieri del Coman­do Provin­ciale di Roma han­no dato ese­cuzione ad un decre­to di seque­stro emes­so dal­la Sezione Spe­cial­iz­za­ta Mis­ure di Pre­ven­zione del Tri­bunale capi­toli­no, su richi­es­ta del­la locale Procu­ra del­la Repub­bli­ca, nei con­fron­ti di Ange­lo CAPRIOTTI e di alcu­ni suoi famil­iari, avente ad ogget­to immo­bili di pre­gio del val­ore sti­ma­to di oltre 5 mil­ioni di euro.

Il seque­stro ha riguarda­to, in par­ti­co­lare, il noto “Castel­lo Brac­ci” e la rel­a­ti­va tenu­ta “Cas­tel Brac­ci”, siti a Fiano Romano (RM), che, come emer­so dagli accer­ta­men­ti con­dot­ti dai mil­i­tari del Nucleo di Polizia Eco­nom­i­co- Finanziaria del­la Cap­i­tale, sono ricon­ducibili al pluripregiu­di­ca­to impren­di­tore romano, arresta­to lo scor­so 4 aprile, uni­ta­mente ad altri com­pli­ci, per rici­clag­gio, reimpiego di somme di denaro di prove­nien­za illecita e intes­tazione fit­tizia di beni.

Le Fiamme Gialle sono rius­cite a risalire alle reale pro­pri­età del castel­lo, nonos­tante fos­se “scher­ma­ta” da una soci­età a respon­s­abili­tà lim­i­ta­ta (la MADE) il cui rap­p­re­sen­tante legale è uno dei figli del CAPRIOTTI, men­tre il cap­i­tale sociale è intera­mente detenu­to da una per­sona giuridi­ca di dirit­to mon­e­gas­co (la CASTEL ROCK), rap­p­re­sen­ta­ta da San­dro BOSI, noto anti­quario, anch’egli des­ti­natario del­la richia­ma­ta ordi­nan­za di cus­to­dia caute­lare in carcere.

Ciò nonos­tante, il CAPRIOTTI non ha avu­to alcu­na remo­ra a pub­bli­ciz­zare sul pro­prio pro­fi­lo face­book e su altri siti web l’offerta in locazione del castel­lo — adibito a resort e cen­tro benessere — a 9 mila euro al giorno.

 

Con­di­vi­di:
0