Castel De Paolis a Vinitaly (Pad. A Stand 7) con le nuove annate e la sfida del Metodo Classico

Castel De Paolis a Vinitaly (Pad. A Stand 7) con le nuove annate e la sfida del Metodo Classico

Visite: 122

A VERONA FABRIZIO SANTARELLI PUNTA A CONFERMARE GLI OTTIMI SVILUPPI DEL MERCATO CINESE OLTRE A PRESENTARE IL PROGETTO DELL’OTTAVA ETICHETTA DELL’AZIENDA, UNO SPUMANTE, CHE COMPLETA COSÌ L’OFFERTA DELLA CANTINA DEI CASTELLI ROMANI

Uno spumante a completare la gamma, poi le nuove annate dei vini storici e, ultima ma non da poco, la conferma degli interessanti sviluppi nel mercato cinese. Questo il mix di attività che Castel De Paolis è pronta a portare a Verona per il Vinitaly 2018, dove sarà presente con il proprio Stand (n. 7) nel Padiglione del Lazio (Pad. A) da domenica 15 a mercoledì 18 aprile.

La cantina ora condotta da Fabrizio Santarelli, figlio del fondatore Giulio che rimane comunque un punto di riferimento per l’azienda, presenterà in anteprima il Frascati Doc Campovecchio 2017, il Frascati Superiore Docg 2017 e il Donna Adriana Lazio Bianco IGT 2016 per quanto riguarda i vini bianchi; per i vini rossi saranno in degustazione Campovecchio Lazio Rosso IGT 2015 e il I Quattro Mori Lazio Rosso IGT 2013; infine i grandi vini dolci di casa Santarelli, il Rosathea Lazio Rosso IGT (Moscato Rosa) 2015 e il Muffa Nobile Lazio Bianco IGT (Semillon, Sauv. Blanc, Moscato G.) 2015.

Tornando a parlare di novità assolute, è già in cantiere – non ancora in cantina tuttavia – l’ottava etichetta di Castel De Paolis. Ai sette vini citati, presenti fin dagli inizi, si va ad aggiungere un Metodo Classico da uve bianche frutto di un lavoro di ricerca, qualcosa di molto prezioso che sarà pronto tra due anni e che, in parte, sarà svelato proprio a Verona.

Molto importanti sono però i progetti di rinnovamento e sviluppo di Castel De Paolis che vedono protagonista la Cina, dove la storica cantina dei Castelli Romani ha il suo principale sbocco estero. Sono in corso contatti per verificare la possibilità di ulteriori sviluppi, che saranno ovviamente oggetto di alcuni incontri al Vinitaly.

La Cina, oltre che essere il mercato del vino del futuro, offre grandi possibilità di sviluppo in tutti i campi – ha confermato Fabrizio Santarelli, appena rientrato da un viaggio nel Paese della Grande Muraglia -, bisogna però farsi conoscere e avere i partner giusti. Noi, fortunatamente, siamo sul mercato cinese già da diversi anni e, inoltre, abbiamo un rapporto stretto con il nostro partner locale. Stiamo quindi valutando una serie di azioni commerciali e tecniche che però saranno rese note solo quando ufficialmente definite, speriamo presto ovviamente!”.

Castel De Paolis vi aspetta a Verona dal 15 al 18 aprile per l’edizione 2018 di Vinitaly
Padiglione A (Lazio) – Stand n. 7 (come le nostre etichette, come i 7 Colli e i 7 Re di Roma…)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.