I geologi del Lazio tra aggiornamento professionale e nuove tecnologie

I geologi del Lazio tra aggiornamento professionale e nuove tecnologie

19/02/2018 0 Di Marco Montini

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 240 volte!

I Geolo­gi del Lazio tra aggior­na­men­to e nuove tec­nolo­gie. Per l’Ordine guida­to dal pres­i­dente Rober­to Tron­car­el­li, infat­ti, la for­mazione rap­p­re­sen­ta uno stru­men­to fon­da­men­tale per aggiornare, incre­mentare e spe­cial­iz­zare le com­pe­ten­ze pro­fes­sion­ali. “Par­tendo da questi impor­tan­ti prin­cipi — sot­to­lin­ea Tron­car­el­li — ope­ri­amo quo­tid­i­ana­mente per pro­muo­vere lo svol­gi­men­to del­la for­mazione su tut­to il ter­ri­to­rio regionale, met­ten­do a dis­po­sizione dei nos­tri iscrit­ti una var­ie­ga­ta offer­ta for­ma­ti­va medi­ante l’organizzazione di numerosi cor­si di stu­dio e attiv­ità, nel­la con­sapev­olez­za mat­u­ra­ta che quel­la del geol­o­go è una figu­ra sem­pre più richi­es­ta sia nell’ambito pub­bli­co sia pri­va­to”. Il 2018, dunque, si è aper­to così come si era chiu­so l’anno prece­dente: con la real­iz­zazione di even­ti, lezioni, gior­nate di stu­dio al fine di imple­mentare le conoscen­ze e le capac­ità dei pro­fes­sion­isti che com­pon­gono l’Ordine. “Ques­ta set­ti­mana — por­ta ad esem­pio la coor­di­na­trice del­la Com­mis­sione Aggior­na­men­to Pro­fes­sion­ale Con­tin­uo dell’Ordine, Giusep­pina Bian­chi­ni — i Geolo­gi del Lazio han­no orga­niz­za­to un cor­so di Qgis base-avan­za­to, soft­ware molto utile per la ges­tione spaziale dei dati e final­iz­za­to alla anal­isi e alla ges­tione dei dati ter­ri­to­ri­ali. Il cor­so è sta­to tenu­to dal geol­o­go Giuseppe Cosenti­no, tec­nol­o­go pres­so il CNR, spe­cial­iz­za­to nei sis­te­mi infor­ma­tivi ter­ri­to­ri­ali per la ges­tione delle peri­colosità geo­logiche e nel­la geolo­gia appli­ca­ta, e sarà repli­ca­to nel­la sec­on­da metà di mar­zo a Roma e Fiug­gi (FR)”.

L’impegno dell’OGL è quel­lo di offrire ai pro­pri iscrit­ti oppor­tu­nità di appro­fondi­men­to con pro­poste diverse e var­ie­gate che vor­reb­bero coprire tutte le spe­cial­iz­zazioni delle scien­ze del­la Ter­ra, priv­i­le­gian­do tem­atiche che vol­ta per vol­ta si pro­pon­gono all’attenzione del­la cat­e­go­ria per aggior­na­men­ti leg­isla­tivi o per nuovi pro­gres­si del­la scien­za e del­la tec­ni­ca. Cura, per­al­tro, diret­ta­mente gli aspet­ti orga­niz­za­tivi e oper­a­tivi degli even­ti al fine di per­me­t­tere il con­teni­men­to dei costi di ges­tione e con­seguente­mente sta­bilire quote di parte­ci­pazione molto con­tenute se non addirit­tura nulle. “L’OGL — aggiunge il con­sigliere Gian­lui­gi Gian­nel­la — è inoltre atten­to all’aggiornamento del quadro nor­ma­ti­vo, offren­do ai pro­pri iscrit­ti gior­nate di appro­fondi­men­to che riguardano sia diret­ta­mente le nuove leg­gi emanate, sia le ricadute applica­tive che queste pro­ducono in ambito pro­fes­sion­ale”. Oltre ai cor­si di aggior­na­men­to, è ormai con­sue­to e con­sol­ida­to l’impegno dell’OGL nel pro­porre semes­tral­mente ai neo­lau­re­ati eserci­tazioni di preparazione agli Esa­mi di Sta­to per l’abilitazione alla Pro­fes­sione di Geol­o­go, con esem­pi prati­ci su casi di stu­dio e chiari­men­ti sul­la nor­ma­ti­va vigente, coin­vol­gen­do diret­ta­mente i pro­fes­sion­isti come docen­ti al fine di cer­care di ridurre il gap che purtrop­po esiste tra Uni­ver­sità e pro­fes­sione.

Con­di­vi­di:
error0