Daniele Ognibene fa il pieno a Rocca di Papa con ‘Liberi e Uguali’

Daniele Ognibene fa il pieno a Rocca di Papa con ‘Liberi e Uguali’

Visite: 201
Daniele Ognibene

Daniele Ognibene fa il pieno a Rocca di Papa con ‘Liberi e Uguali’

 
In tanti nel tardo pomeriggio di venerdì 9 febbraio hanno affollato la sala del Rifugio d’Annibale, a Rocca di Papa, per l’incontro pubblico che ha tenuto a battesimo anche nell’alta cittadina castellana il candidato al Consiglio Regionale del Lazio, Daniele Ognibene, che ha proseguito così il suo tour elettorale sul territorio.
Al banco dei relatori tanti esponenti politici locali riuniti sotto al vessillo di “Liberi e Uguali”, che nel nome della nuova formazione di Pietro Grasso, si sono posti in forte antitesi anche sulla scena locale, ad un Partito Democratico che ha rinunciato al suo ruolo di opposizione per avvicinarsi alla maggioranza di governo del Sindaco Crestini.
Presenti l’ex sindaco Pasquale Boccia, il suo predecessore Carlo Ponzo, la consigliera capogruppo in Consiglio comunale di Articolo 1-​Mdp, Elisa Pucci, e tante altre espressioni del territorio, non solo di Rocca di Papa ma anche degli altri Comuni dei Castelli romani.
Anche molti giovani al tavolo dei relatori, che stanno attivando una rete di adesione tra le nuove generazioni, in sostegno del candidato Ognibene, della candidata in coppia Maria Lo Moro, ed anche di Elisa Simoni, candidata alla Camera.
Ad aprire il partecipato incontro è stata Doriana Basili, coordinatrice di Articolo 1 a Rocca di Papa e delegata nazionale per LeU, che ha poi aperto la carrellata di interventi.
“Siamo certi che la proposta di Zingaretti sia vincente — ha detto Boccia -, perchè ha governato bene nonostante le difficoltà. Noi riteniamo che ci sia bisogno di inclusività, di gente che sappia mettersi insieme con serenità e umiltà, per elaborare un nuovo progetto ed un modello che è destinato a fare del Lazio un modello per le altre Regioni. Eleggere Daniele Ognibene significa far capire agli amici romani che il territorio della provincia ha enormi potenzialità, e che siamo in grado di sederci ad un tavolo di confronto, dove poter dire la nostra.
Nella nostra città — ha continuato Boccia facendo un riferimento alla realtà locale — si è insediata una realtà pericolosa, fatta di dissidi e veleni, che hanno portato solo ad inciuci politici. Noi come minoranza non abbiamo modo di svolgere il nostro ruolo perchè assistiamo ad un annientamento e ad un impoverimento nelle proposte e nella gestione amministrativa. Un clima che non è più tollerabile e al quale abbiamo opposto un percorso politico nuovo, fatto di condivisione e di competenza, di serietà ed onestà”.
“Daniele è giovane ma è un decano della politica — ha detto Ponzo — . Per noi è determinante avere un riferimento territoriale in Regione, e Daniele ha l’esperienza e la passione giusta per poterlo fare”. Daniele Ognibene ha alle spalle il ruolo di assessore della Città Volsca, ed oggi, forte del grande riscontro che la cittadinanza gli ha attribuito in termini di preferenze, ricopre il ruolo di Presidente del Consiglio. “Con lui abbiamo il dovere di vincere lo scoramento delle persone, che non credono più in una politica sempre più lontana dai problemi reali del territorio” gli ha fatto eco Elisa Pucci.
“Lavoro da tanti anni sul territorio ed anche a Rocca di Papa sono di casa — ha detto Ognibene prendendo la parola -. Amo frequentare i Pratoni del Vivaro per fare sport, ed è stata una grande delusione quando la Raggi ha detto no alle Olimpiadi, che avrebbero comportato anche la riqualificazione di quei fantastici luoghi. Quando la politica non ha ambizioni è destinata a fallire e credo che la Regione possa dare tanto in questo senso. Ecco perchè il mio impegno sarà quello di lavorare e impegnarmi per questo territorio, e se sarò eletto, continuerò a stare tra la gente e a dare quelle risposte che il territorio si aspetta da noi. Una fra tutte quella sulle antenne, dove si è fatta da anni una battaglia per ottenerne la delocalizzazione, ed oggi che vi è una sentenza definitiva il Comune non interviene e nessuno dei rappresentanti politici sovracomunali è intervenuto. Questo mi ha lasciato interdetto
Serve un cambio di marcia sulla tutela ambientale, sulla sanità — ha concluso Ognibene -, servono risposte concrete, e questo lo si può fare solo se riusciamo a dire la nostra in Regione e in Parlamento”.

Lunedì 12 febbraio Ognibene sarà a Genzano, presso il ristorante “La Casina delle Rose”. Con lui ci saranno Patrizia Mancini, Luca Lommi, Maria Lo Moro, Lionello Cosentino, Luca Brienza, Piero Martino ed Elisa Simoni. “Abbiamo bisogno di idee e suggerimenti per migliorare le nostre proposte” ha detto presentando l’appuntamento. “Vi aspetto per parlare del futuro della nostra regione, un futuro da costruire insieme” ha concluso il 36enne veliterno.

Condividi:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *