Mangia 140 grammi di peperoncino Bhut Jolokia per il Guinness. Jack Pepper attende le decisioni di Londra

Mangia 140 grammi di peperoncino Bhut Jolokia per il Guinness. Jack Pepper attende le decisioni di Londra

08/02/2018 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 353

Con 140,73 grammi Jack Pepper, a Tarquinia, strapazza il Guinness Mondiale dei Record nel mangiare la maggiore quantità del piccantissimo Bhut Jolokia nel tempo di 2 minuti.

Ora tutti aspettano le decisioni di Londra

Il ten­ta­ti­vo di Guin­ness Mon­di­ale dei Pri­mati sostenu­to da Jack Pep­per alias Gian­car­lo Gas­parot­to a Tar­quinia è anda­to in por­to anche ques­ta vol­ta. Anzi il cam­pi­one di Ron­co Bri­anti­no in provin­cia di Mon­za si è super­a­to al di là di ogni aspet­ta­ti­va andan­do ben oltre il risul­ta­to ottenu­to nel­la prece­dente pro­va por­ta­ta a ter­mine nell’agosto del­lo scor­so e superan­do di ben 25 gram­mi il quan­ti­ta­ti­vo inger­i­to dall’attuale deten­tore statu­nitense del tito­lo. Per la con­fer­ma occor­rerà, però, in ogni caso atten­dere le deci­sioni e l’omologazione di Lon­dra sede degli uffi­ci del­la nota orga­niz­zazione dei Guin­ness World Records da sem­pre Autorità Mon­di­ale per le imp­rese fuori dall’ordinario. Ma andi­amo con ordine, rac­con­tan­do una sto­ria ai lim­i­ti dell’incredibile che ormai sta affasci­nan­do  l’intera nazione ed in par­ti­co­lare gli aman­ti del­la spezia rossa e mes­so in agi­tazione  mez­zo mon­do, tra Italia, Inghilter­ra e Sta­ti Uni­ti.

Nel­la Pri­mav­era del 2017 la pro­va di man­gia­re il mag­gior quan­ti­ta­ti­vo di peper­on­ci­no Bhut Jolokia, il quar­to nel­la Scala Scov­ille tra i più pic­can­ti del piane­ta, nel tem­po mas­si­mo di 2 minu­ti, viene inseri­ta uffi­cial­mente tra le gare con le quali pot­er tentare di con­quistare uno tra i più ambiti e mas­si­mi riconosci­men­ti in questo cam­po a liv­el­lo inter­nazionale.  Dopo qualche mese lo statu­nitense Kevin “L.A. Beast” Strahle, noto record­man in varie dis­ci­pline, nel­la sede di New York dell’organizzazione londi­nese dei Guin­ness con­quista per la pri­ma vol­ta il pri­ma­to con 121,90 gram­mi. Gian­car­lo “Jack Pep­per”  Gas­parot­to, in quel momen­to Cam­pi­one Ital­iano in car­i­ca dei Man­gia­tori di Peper­on­ci­no, a Tar­quinia Lido nell’Area Even­ti AVAD, nel mese di Agos­to del­lo stes­so anno, nell’ambito del­la Fes­ta del Peper­on­ci­no Argen­Pic, ten­ta uffi­cial­mente il pri­ma­to e lo strap­pa con 130,38. Qua­si 10 gram­mi di dif­feren­za sono pesan­ti. Lon­dra, tut­tavia, non omolo­ga il risul­ta­to scuo­ten­do neg­a­ti­va­mente la tes­ta per un paio di pel­licine (equiparate, nonos­tante l’evidenza, invece, a pezzi) rimaste attac­cate sulle papille del­la lin­gua di Gas­parot­to. La doc­cia fred­da spi­az­za tut­ti e nonos­tante le proteste gli ingle­si ten­gono duro nel rispettare, in maniera fer­rea, il rego­la­men­to: dopo la pro­va la boc­ca deve rimanere com­ple­ta­mente lib­era e tut­ti gli even­tu­ali residui espul­si per essere pesati come rima­nen­za che deve por­tar­si in detrazione dal quan­ti­ta­ti­vo inger­i­to.

Gli orga­niz­za­tori, l’Ass. Bor­go dell’ArgentoArgen­Pic Del­egazione di Tar­quinia dell’Accademia Ital­iana del Peper­on­ci­no (Pres. Sil­vana Pas­sa­mon­ti) e l’Ass Cul­tur­ale Oltrepen­siero (Pres. Pietro Car­ra) non si per­dono d’animo e, con loro, nem­meno Gian­car­lo Gas­parot­to.  La richi­es­ta di un nuo­vo ten­ta­ti­vo uffi­ciale viene iscrit­ta nei reg­istri dei Guin­ness. Lon­dra autor­iz­za per il 4 feb­braio 2018 e per Jack sta­vol­ta si spalan­cano le porte del Comune di Tar­quinia che patroci­na l’evento e con­cede il priv­i­le­gio di pot­er sostenere la pro­va in una delle più sug­ges­tive e belle sale con­sil­iari d’Italia.

L’Accad­e­mia Ital­iana del Peper­on­ci­no con sede a Dia­mante in provin­cia di Cosen­za gui­da­ta da Enzo Mona­co invia per l’occasione il Con­sigliere Nazionale Dr Anto­nio Bar­talot­ta, Pres­i­dente del­la Del­egazione Romana Ipse Dix­it con il capo uffi­cio stam­pa Daniela Piron. Con loro anche l’attuale Cam­pi­one Ital­iano dei Man­gia­tori di Peper­on­ci­no Arturo Ren­cric­ca che con un abbrac­cio ha dato l’augurio di in boc­ca al lupo a Gas­parot­to. Per incor­ag­gia­men­to, pri­ma del­la dimostrazione, Bar­talot­ta gli ha con­seg­na­to la spilla uffi­ciale dell’Accademia ed il Con­sigliere comu­nale del­e­ga­to Mau­r­izio Per­inu gli ha por­ta­to il salu­to dell’Ammin­is­trazione Comu­nale a nome del Sin­da­co Pietro Men­car­i­ni e dell’Assessore alla Cul­tura e Spet­ta­co­lo Mar­ti­na Tosoni. Il poeta e scrit­tore Cesare Aloisi, sec­on­do clas­si­fi­ca­to nel­la sezione Lib­ri del Pre­mio Argen­Pic 2017, gli ha ded­i­ca­to con un video alcu­ni stor­nel­li pub­bli­cati e lui des­ti­nati sul libro “Sua Maes­ta er Peper­on­ci­no” edi­to da Bib­lio­the­ka Edi­zioni e il reg­ista, attore e doppi­a­tore Nino Scar­di­na sostiene Jack con le voci a lui care dei Car­toon che han­no accom­pa­g­na­to la sua infanzia quelle di Bugs Bun­ny e dell’Uomo Tigre. Insom­ma tut­ti (com­pre­so il pub­bli­co delle gran­di occa­sioni che ha gremi­to la Sala Con­sil­iare del Comune di Tar­quinia) han­no volu­to tran­quil­liz­zare e stare vici­no in qualche modo a Gas­parot­to.

Con il cuore in gola, in pri­ma fila, la sua com­pagna Bar­bara e la Pep­per Fam­i­ly (tra loro anche Fede Casper Chili ed Emanuela Crescen­zi), nell’attesa di una “per­for­mance” che in molti han­no sper­a­to fos­se eccezionale. E’ sta­ta, invece, una vera e pro­pria strage… ovvi­a­mente di peper­onci­ni. Allo scadere dei due minu­ti la bilan­cia si fer­ma a 146,73. Sono i gram­mi di peper­onci­ni inger­i­ti (16 il numero) che cre­ano di fat­to un abis­so di cir­ca 25 gram­mi con il pri­ma­tista statu­nitense. Una pro­va oltre ogni lim­ite del­la resisten­za. La lin­gua di Jack ques­ta vol­ta, a segui­to del liv­el­lo di pic­can­tez­za del Bhut Jolokia e del quan­ti­ta­ti­vo inger­i­to pre­sen­ta delle irri­tazioni e pic­cole ustioni. I tes­ti­moni con tan­to di guan­ti e armati di cot­ton fioc han­no scan­daglia­to, al fine di dis­si­pare ogni equiv­o­co e dub­bio, la boc­ca di Gian­car­lo toglien­do pic­coli residui di peper­on­ci­no e depo­nen­doli nell’apposito con­teni­tore.

I risul­tati e l’andamento del­la pro­va attra­ver­so i  ver­bali dei tes­ti­moni (Clau­dia Papali­ni e Monia Paoli­ni fun­zionari dell’ARSIAL — Agen­zia Regionale per lo Svilup­po e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio, Ser­gio Borza­c­chi, Pres­i­dente dell’Uni­ver­sità Agraria, e Lau­ra Sposet­ti, Asses­sore del Comune), degli oper­a­tori video e fotografi­ci (Tiziano Cres­cia, Ass.  Dot­DRAWGicar, Oltrepen­siero Redazione) ed i ril­e­va­men­ti tec­ni­ci dei cronometristi del­la Fed­er­azione Ital­iana — FICr — (Thomas Tre­ta e Vit­to­rio Pri­o­lo) saran­no inviati entro un mese (ques­ta vol­ta si spera per l’attesa quan­to dovu­ta omologazione) a Lon­dra dove i giu­di­ci sono sta­ti mes­si nel­la con­dizione, attra­ver­so la trasmis­sione tele­vi­si­va stream­ing (una co-pro­duzione Oltrepen­sieroNews WebTV e Pega­so WebTv per la regia di Gian­car­lo Mil­ioni) con­dot­ta dal­la pre­sen­ta­trice radio­fon­i­ca e tele­vi­si­va Rober­ta Fras­carel­li (Italia Stam­pa - Radio Blue Point) di pot­er vedere la pro­va in diret­ta e il suo anda­men­to oltre a ren­der­si con­to del­la strut­tura orga­niz­za­ti­va.    

Il ten­ta­ti­vo di Guin­ness è sta­to effet­tua­to uti­liz­zan­do esem­plari di Bhut Jolokia for­ni­ti e cer­ti­fi­cati da uno dei vivai più spe­cial­iz­za­ti d’Italia nel­la coltura di peper­onci­ni: “Vivi Pic­cante” di Pao­la Pelu­so e Leo Farchi­a­ta di San­re­mo. La Man­i­fes­tazione è sta­ta orga­niz­za­ta nel quadro degli even­ti pre­visti dal­la IV Edi­zione del­la Fes­ta del Peper­on­ci­no e del III Pre­mio Cul­tur­ale Argen­Pic 16–17-18–19 agos­to 2018 (Mad­ri­na Anna Moroni di Rai1 — Pres­i­dente Ono­rario Osval­do Bevilac­qua di Rai2) orga­niz­za­ti dall’Ass. Bor­go dell’Argento — Argen­Pic (Del­egazione di Tar­quinia dell’Accademia Ital­iana del Peper­on­ci­no), dall’Ass. Cul­tur­ale Oltrepen­siero con il Patro­ci­no del Comune di Tar­quinia e l’assistenza del­la Pro­tezione Civile coor­di­na­ta dal Con­sigliere Comu­nale Del­e­ga­to Rober­to Benedet­ti.     

Con­di­vi­di:
0