Marino, il bilancio del M5S sull’urbanistica nel 2017

Marino, il bilancio del M5S sull’urbanistica nel 2017

04/01/2018 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 463

MARINO, PIANIFICAZIONE URBANISTICA, FOCUS SU SPAZI PUBBLICI, INFRASTRUTTURE E STANDARD: AL CENTRO LA TUTELA DELLINTERESSE PUBBLICO

Dopo l’approvazione del Piano d’emergenza Comu­nale, l’Adozione delle mappe di ris­chio del Cono di Volo, il recepi­men­to del Piano Ter­ri­to­ri­ale Provin­ciale Gen­erale; tut­ti atti che le prece­den­ti ammin­is­trazioni non ave­vano adot­ta­to nei ter­mi­ni pre­visti dal­la legge, nonos­tante fos­sero  total­mente volti a garan­tire la sicurez­za e la salute dei cit­ta­di­ni, pros­egue l’azione sul piano urban­is­ti­co. All’ordine del giorno del Con­siglio sono state pre­sen­tate tre delibere, queste cos­ti­tu­is­cono il pri­mo impor­tante pac­chet­to di soluzioni che ci con­sen­tirà di avviare la for­mazione del nuo­vo PRG.

Nell’ordine:

  • Adegua­men­to del con­trib­u­to del cos­to di costruzione e degli oneri con­ces­sori
  • Atto di ind­i­riz­zo per la redazione delle con­ven­zioni e delle ces­sioni di aree e opere pub­bliche
  • Atto per il riordi­no com­p­lessi­vo degli stru­men­ti urban­is­ti­ci

I risul­tati por­tati a casa sono tan­ti: innanz­i­tut­to si sono adeguati i con­tribu­ti dei costi di costruzione e degli oneri con­ces­sori ormai fer­mi al 2010 nonos­tante il DPR 380/2001 preve­da l’aggiornamento annuale; si sono fis­sati i cri­teri affinchè si pos­sa ricor­rere alla ces­sione di aree e opere solo in caso di dimostra­ta util­ità pub­bli­ca (ad oggi non era pos­si­bile neanche indi­vid­uar­le a causa del­la man­can­za di con­trol­lo pre­gres­sa da parte dei pro­fes­sion­isti del­la polit­i­ca) e si è dato l’incarico all’ufficio tec­ni­co di redi­gere una CARTA UNICA DEL TERRITORIO che, oltre a sovrap­porre le tante pre­vi­sioni antropiche fram­men­tate ad oggi in vari stru­men­ti urban­is­ti­ci, dichiara decadu­ti i PPA che sono scadu­ti dal 2011 ma che, sem­pre quel­li bravi che ci han­no pre­ce­du­to, si sono ben guar­dati dal toc­care. Suc­ces­si­va­mente si è approva­ta un ulte­ri­ore delib­era di vari­ante al PRG, molto impor­tante dal pun­to di vista dei servizi, che per­me­t­terà la real­iz­zazione di un Cab­i­na ENEL su 290 mq di ter­reno e con­sen­tirà un poten­zi­a­men­to ed un effi­cien­ta­men­to delle reti elet­triche a servizio di  San­ta Maria delle Mole.

Le azioni messe in cam­po sono molte e queste delibere seg­nano pas­si impor­tan­ti per resti­tuire dig­nità e qual­ità all’urbanistica di Mari­no, con com­pe­ten­za e pro­fes­sion­al­ità.

Movi­men­to 5 Stelle Mari­no