Radio: i 5 format che hanno fatto più discutere nel 2017

Radio: i 5 format che hanno fatto più discutere nel 2017

30/12/2017 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 586

 Il 2017 sta per finire, anche per le emit­ten­ti radio­foniche è tem­po di bilan­ci.Per quan­to riguar­da gli ascolti legati al pri­mo semes­tre del 2017, sono in cresci­ta qua­si tut­ti i prin­ci­pali grup­pi ital­iani. Rtl è sta­ta pro­tag­o­nista di un vero e pro­prio boom, molto bene sono andate anche Rds, Radio Italia, Radio 105 e Radio 24. Ma i migliori pro­gram­mi dell’anno quali sono? Sti­lare una clas­si­fi­ca che met­ta tut­ti d’accordo è pres­soché impos­si­bile, ma ci si può provare. E allo­ra, ecco la clas­si­fi­ca dei cinque for­mat radio­foni­ci che più han­no fat­to dis­cutere.

1-Cir­co Mas­si­mo (Radio Cap­i­tal). La novità tar­ga­ta Gian­ni­ni è sta­ta un suc­ces­so. La fir­ma di Repub­bli­ca, affi­an­ca­ta da Jean Paul Bel­lot­to, apre l’informazione del mat­ti­no e tra le 7 e le 9 tra notizie, anal­isi, com­men­ti, dibat­ti­ti e inter­viste riesce ad inter­es­sare e a far dis­cutere.

2-La Zan­zara (Radio 24). Cru­ciani e Paren­zo sono sem­pre una garanzia. Il tar­do pomerig­gio centi­na­ia di migli­a­ia di per­sone non pos­sono fare a meno di sin­toniz­zarsi sull’emittente di Con­find­us­tria. Le inter­viste al veleno  del ‘nemi­co dei veg­ani’ con l’irresistibile spal­la Paren­zo sono un qual­cosa di asso­lu­ta­mente imperdi­bile.

3-ECG (Radio Cusano Cam­pus). Meri­ta un pos­to sul podio questo pro­gram­ma offer­to dall’emittente dell’Università Nic­colò Cusano e con­dot­to da Rober­to Ardui­ni e Andrea Di Cian­cio. I due riescono ad essere irriv­er­en­ti e autorevoli a sec­on­da delle cir­costanze e ogni giorno con i loro ospi­ti e le loro inchi­este fan­no notizia, rius­cen­do ad essere ripresi prati­ca­mente da tut­ti i gior­nali e dai mag­giori siti ital­iani.

4-La Famiglia giù al Nord (Rtl). Uno dei for­mat più ascoltati d’Italia, con Fer­nan­do Proce, Jen­nifer Press­man e Sil­via Annichiari­co. La loro è la famiglia più numerosa del Paese. Leg­gerez­za, sim­pa­tia, e tan­ta buona musi­ca carat­ter­iz­zano la mat­ti­na­ta di chi nel­la radio cer­ca com­pag­nia e qualche risa­ta.

5- Per un’ora d’amore (Radio Sub­a­sio). Appun­ta­men­to cult per tut­ti i roman­ti­ci d’Italia su un’emittente in costante cresci­ta. Un for­mat stori­co che anco­ra fun­ziona. Per­ché le emozioni e le can­zoni d’amore indi­men­ti­ca­bili non han­no età.

Con­di­vi­di:
0