MARINO: TERMINATI I SEMINARI SUI SOCIAL NETWORK NELLE SCUOLE

MARINO: TERMINATI I SEMINARI SUI SOCIAL NETWORK NELLE SCUOLE

27/05/2017 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1239 volte!

MARINO: TERMINATI I SEMINARI SUI SOCIAL NETWORK NELLE SCUOLE “Tutte le tec­nolo­gie mostra­no lati pos­i­tivi, ma non quel­li neg­a­tivi che pur ci sono e che dob­bi­amo saper affrontare ”  

         Con l’ultimo appun­ta­men­to di ven­erdì scor­so si è chiu­so il Ciclo di Sem­i­nari pro­mossi dal Comune di Mari­no ded­i­cati ai Social Net­work tenutisi nelle scuole ele­men­tari di S. Maria delle Mole, Castel­luc­cia e Cava dei Sel­ci.

         Gli incon­tri han­no vis­to la parte­ci­pazione atti­va di molti docen­ti e gen­i­tori che han­no potu­to apprez­zare la pro­fes­sion­al­ità delle docen­ti psi­cologhe e psi­coter­apeute dott.ssa Nicol­i­na Cian­ci (crim­i­nolo­ga) e dott.ssa Gabriel­la Loren­zi (psi­coon­colo­ga) che oper­a­no pri­vata­mente nel Comune di Albano Laziale.

         Sod­dis­fazione è sta­ta espres­sa dalle Asses­sore Bar­bara Cer­ro alle politiche sociali e Pao­la Tiberi alle scuole.

Le esperte che, ci teni­amo a sot­to­lin­ear­lo e le ringrazi­amo per questo, si sono prestate a tito­lo gra­tu­ito, han­no trat­ta­to esauri­en­te­mente la mate­ria facen­do com­pren­dere ai pre­sen­ti la peri­colosità dei Social Net­work attra­ver­so fil­mati, pre­sen­tazioni di slides, ques­tionari e appro­fondi­men­ti, inter­a­gen­do  empati­ca­mente con il pub­bli­co.

Teni­amo a rib­adire la valid­ità di questi incon­tri – ha pre­cisato la Cer­ro – attra­ver­so i quali i parte­ci­pan­ti han­no potu­to appro­fondire una tem­at­i­ca così del­i­ca­ta acquisendo infor­mazioni utili da trasmet­tere ai ragazzi, siano essi figli o stu­den­ti.

L’Amministrazione Comu­nale per­tan­to – ha con­clu­so la Cer­ro – è par­ti­co­lar­mente orgogliosa di aver pre­cor­so i tem­pi, in quan­to è sta­to affronta­to un tema di grande attual­ità sul quale si pone anco­ra poca atten­zione da parte delle isti­tuzioni. Sicu­ra­mente par­lan­do di dipen­den­za, devian­za, bullis­mo, cyber­bullis­mo e di anal­fa­betismo affet­ti­vo abbi­amo potu­to com­pren­dere quali sono i rischi e, soprat­tut­to, i peri­coli che la tec­nolo­gia spes­so nasconde”.