Visite: 662
Fabrizio De Santis
Fabrizio De Santis

Comunali a Marino, De Santis: “Bartoloni-​Di Giulio-​Laurenti, nemici davanti il Tar ma amici in coalizione? Contraddizione politica nel centrosinistra”

“E’ davvero goffo il tentativo del segretario di Sel Marino, Mirko Laurenti, di mascherare la palese contraddizione politica, insita nella coalizione che sostiene Eleonora Di Giulio. In particolare, sul tema dell’urbanistica, in merito alla quale il vendoliano — intervistato da un giornale locale — si affretta a rimarcare la propria contrarietà al progetto “Divino Amore- Mugilla” e a difendere d’ufficio un Gianfranco Bartoloni, evidentemente folgorato sulla via di Damasco. Una toppa peggio del buco. Vorrei ricordare allo smemorato Laurenti, infatti, che Bartoloni, fondatore della lista civica Marino Futura, che appoggia la Di Giulio, è colui che, in veste di assessore all’Urbanistica, si è dimostrato tra i più fervidi sostenitori di quel piano edificatorio il cui impatto, è bene ribadirlo per evitare demagogiche speculazioni, dalle amministrazioni di centrodestra è stato alleggerito di oltre la metà rispetto a quanto previsto dal deleterio Prg del centrosinistra marinese. Laurenti, inoltre, fa finta di dimenticare che due anni fa fu proprio lui stesso a ricorrere ai giudici amministrativi contro il progetto urbanistico di Bartoloni mentre, appena un mese dopo, Eleonora Di Giulio, allora candidata a sindaco per l’Ucs, inviò ai giornali un trionfante comunicato stampa, in cui confermava il sostegno politico ed economico al ricorso al Tar, intrapreso da Sel e alcune associazioni contro il progetto edilizio. Dunque nemici davanti al tribunale amministrativo e amici in coalizione? Davvero un bell’esempio di doppiogiochismo politico, quello dei vari Di Giulio, Laurenti e Bartoloni. Atteggiamenti incoerenti, che dimostrano l’inconsistenza politica della coalizione di centrosinistra. Ma, siamo certi, i cittadini di Marino non si faranno prendere in giro”. Così, in una nota, Fabrizio De Santis, coordinatore della lista civica Movimento 2.0 che sostiene Stefano Cecchi sindaco.

Banner elettorale Cecchi

Condividi:
0

5 thoughts on “Marino, De Santis: “Bartoloni-​Di Giulio-​Laurenti, nemici davanti il Tar ma amici in coalizione? Contraddizione politica nel centrosinistra””

  1. Questo è il massimo che ci si può aspettare da una comparsa come De Santis. Al di là della contraddizione che un lettore ha ricordato, quella che riguarda Ciamberlano, vincitore di primarie truffa per Palozzi e ora finalmente a casa sua, la coerenza della destra di cui egli è fiero ce la stanno spiegando i magistrati e i carabinieri, che illustrano un sistema criminale altamente sofisticato ed esteso, come sofisticato ed esteso sul territorio è il controllo clientelare e ricattatorio in funzione elettorale. Non importa, ora, il toto-​inquisiti (sei, secondo quanto anticipato dagli inquirenti), né l’eventualità di un diretto coinvolgimento del Nostro. Troppo banale la sua presenza. Se Bartoloni era il più convinto assertore della “promozione del territorio” mediante cemento, perché Palozzi e Silvagni non lo hanno bloccato? Mentre Silvagni si occupava di usura, concessioni illegali, mazzette e assunzioni clientelari nel suo ufficio a Palazzo Colonna, De Santis poteva tentare di fermare lo scriteriato Bartoloni. Ve lo dovete levare dalla testa che un PRG discutibile sia INEVITABILMENTE un’automatismo da 1.300.000 mc di cemento x 15.000 abitanti; il sindaco è sovrano e la cosa poteva essere ANNULLATA. Invece, a testa bassa, avanti tutta verso la distruzione speculativa del territorio, perché è l’affare degli affari, il vero motivo del VOSTRO far politica a Marino. Sì, certo, la presenza di Bartoloni appare una contraddizione, ma la chiarezza inequivocabile con cui Eleonora Di Giulio, e Mirko Laurenti con SEL — Sinistra Italiana, portano avanti la lotta alla speculazione edilizia da sempre, e fino alla definizione dell’attuale programma elettorale, elimina il merito della contraddizione. FINE DELL’EDILIZIA SPECULATIVA E SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO. Questo ha programmato Eleonora Di Giulio, questo, leggendo l’intervista di Laurenti, è il punto fermo assoluto di SEL — Sinistra Italiana, questo ha sottoscritto Bartoloni. A loro assumersi rischi e responsabilità delle proprie scelte. Il resto, sono le chiacchiere di De Santis. Pensi, se ne è capace, alle sue, di contraddizioni. Cecchi, le sue contraddizioni, è andato a farsele spiegare dai Carabinieri. Forse i magistrati inquirenti gliele spiegheranno meglio, a lui come a tutti gli altri, come le hanno spiegate al sindaco, agli assessori arrestati, alla stampa e all’opinione pubblica. Solo questo, per uno come De Santis, monetina fuori corso senza spendibilità.

  2. Il signor De Santis ha la faccia di bronzo come tutti i politicanti della sua parte, a cominciare da Palozzi. Dopo avere distrutto Marino, insieme al suo Sindaco Silvagni ‚arrestato per gravissimi reati, dovrebbe farsi da parte a tornare al suo lavoro, se ne ha uno.

  3. Caro De Santis, caro ex viceSindaco, vicende giuridiche a parte, cioè quelle che hanno mostrato senza ombra di dubbio a tutti i marinesi quali fossero le ampie competenze e la vera coerenza di tutta la Destra marinese (coerenza che riemerge ancor più oggi con le indagini ancora in corso e con i “nuovi” alleati acquisiti a sostegno della candidatura di Cecchi che tanto nuovi non sono seppur provenienti dai banchi di opposizione a Silvagni). Una destra che si è mostrata in tutti e dodici gli anni di Governo a Marino, molto poco attenta alla Cosa Pubblica ma molto sensibile ad altri argomenti, dicevo a parte tutto questo che, caro ex viSindaco De Santis, che fai finta di dimenticarti, ti invito a leggere bene l’intervista in oggetto e, se davvero vuoi, ad un confronto pubblico in merito. Ampiamente a disposizione, io. Saluti

  4. All’ex Vicesindaco del Sindaco arrestato e reoconfesso, ricordero che tra le proprie fila ha tal Caimberlano, Candidato Sindaco ed ex-​capogruppo del PD, che in consiglio comunale diceva cose ben precise, che non parli di coerenza proprio lui che ha accanto il “campione” dell’opposizione.
    Sentir parlato di contraddizione politica chi ingloba niente meno che l’ex leader dell’opposizione è sconcertante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *