Marino, i cittadini segnalano: il degrado sotto la scuola d’infanzia alle Vascarelle

11/05/2016 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 7199 volte!

IMG_4281Man­date le vostre foto e seg­nalazioni a redazione@paconline.it

Scri­vo ques­ta let­tera per denun­cia­re un degra­do che ormai da mesi dila­ga sot­to la scuo­la dell’infanzia Vas­carelle di Mari­no. La posizione dei sec­chioni del­la spaz­zatu­ra, che si trovano sot­to il muro del­la scuo­la, sta cre­an­do non pochi prob­le­mi alla comu­nità che fre­quen­ta quo­tid­i­ana­mente la zona, (ricor­do a tut­ti che oltre alla scuo­la c’è l’Assohandicap e ci sono decine di famiglie che ci vivono).

Da novem­bre cir­ca abbi­amo nota­to che il mar­ci­apiede che costeggia i sec­chioni era imprat­i­ca­bile, in quan­to strapieno di rifiu­ti di ogni tipo, e si era costret­ti a cam­minare in mez­zo alla stra­da dove, non essendo­ci dos­si, le mac­chine sfrec­ciano a tut­ta veloc­ità.

Sono cosi iniziate seg­nalazioni da parte dei gen­i­tori e un giorno i sec­chioni era­no spar­i­ti!!!! Voi penserete: ok il prob­le­ma è risolto!!! Invece no!

Gli abi­tan­ti del­la zona, molti di loro anziani e che fan­no fat­i­ca a cam­minare, per protestare ad una soluzione sbriga­ti­va han­no con­tin­u­a­to a buttare i loro rifiu­ti sul mar­ci­apiede, così che i sec­chioni sono ricom­par­si, ma solo quel­li del­la car­ta e del vetro! Bel­la soluzione anch’essa sbriga­ti­va! Infat­ti gli abi­tan­ti but­tano l’indifferenziata negli uni­ci sec­chioni che ci sono.

Mori­toran­do la zona ci siamo accorte che gente di altri Comu­ni e non, si sente  lib­era di scari­care rifiu­ti di ogni genere, da mate­ri­ale di scar­to edile, mat­eras­si, rifiu­ti ingom­bran­ti e ulti­ma­mente eter­nit! Ormai una vera e pro­pria dis­car­i­ca!

Dopo infi­nite seg­nalazioni a tut­ti gli enti pos­si­bili, han­no mes­so in sicurez­za l’amianto, incar­ta­to e impac­chet­ta­to, ma è comunque anco­ra lì, aspet­tan­do che lo vengano a togliere. E  pas­sano i giorni e riman­gono i sac­chet­ti edili che non si sa chi li deve smaltire.

Ora arrivano notizie che presto (non si sa quan­to presto!) i sec­chioni ver­ran­no spo­sta­ti di mar­ci­apiede da destra a sin­is­tra. Un’altra soluzione sbriga­ti­va per far con­tente le mamme arrab­bi­ate? Mi chiedo per­chè non trovare una soluzione riso­lu­ti­va al prob­le­ma? Non si potrebbe creare una peniso­la (esem­pio quel­la che si tro­va adi­a­cente ad Acqua e Sapone) per avere più ordine e cre­an­do mag­a­ri una cop­er­tu­ra ed instal­lan­do una tele­cam­era?

Ovvi­a­mente ques­ta è una pro­pos­ta che vuole dare spun­to ad idee riso­lu­tive ad una ques­tione che va avan­ti da trop­po tem­po.

Spero che qual­cuno si pren­da la respon­s­abil­ità di aiutare ques­ta pic­co­la comu­nità di per­sone: bam­bi­ni dell’asilo, tut­ti i bam­bi­ni e ragazzi che sfor­tu­nata­mente ogni giorno devono fre­quentare il cen­tro riabil­i­ta­ti­vo dell Asso­hand­i­cap e le famiglie che abi­tano nel­la zona che già ven­gono clas­sifi­cate di classe B.

Con ques­ta sper­an­za con­clu­do ringrazian­do la redazione di Pun­to a Capo Online che come sem­pre dà voce a tut­ti i cit­ta­di­ni. Infini­ta­mente gra­zie per il vostro servizio.

Deb­o­ra Di Fazio

Con­di­vi­di:
error0