Grottaferrata: Nuova Ordinanza sulla movida, l’Amministrazione dà l’ok fino alle ore 24

Grottaferrata: Nuova Ordinanza sulla movida, l’Amministrazione dà l’ok fino alle ore 24

12/08/2015 0 Di federico
Vis­ite: 862

Bicchieri vuoti fotografati questa notte 10 aprile 2010 a Trastevere a Roma. Scende in campo da questo weekend, per tutti i fine settimana fino alla fine dell'estate, la task-force della Polizia municipale, in azione nei luoghi della movida romana. Delle 70 pattuglie che presidiano di notte la capitale, circa 50 con 150 agenti controllano i luoghi più frequentati dai giovani il fine settimana. In tutto sono impiegati 210 uomini. Lampeggianti accesi e presenza costante degli agenti fanno da deterrente per le strade popolate dai ragazzi che entrano ed escono dai locali o si fermano a chiacchierare sorseggiando una birra sui marciapiedi. Il via alla task-force è cominciato con il sopralluogo del comandante del corpo dei vigili urbani, Angelo Giuliani, del delegato del sindaco alla Sicurezza, Giorgio Ciardi e del delegato al Centro storico, Dino Gasperini. ANSA / CLAUDIO PERI / CRI

Nuo­va ordi­nan­za per la dis­ci­plina delle attiv­ità rumor­ose con­nesse alle forme di intrat­ten­i­men­to e spet­ta­co­lo nei pub­bli­ci eser­cizi ed attiv­ità sim­i­lari all’ombra dell’Abbazia di S. Nilo.

Mod­i­fi­ca­ta parzial­mente la prece­dente ordi­nan­za n. 23196 emana­ta il 21 luglio u.s.: con­ces­sa attiv­ità all’aperto dei locali pub­bli­ci con impianti elet­troa­cus­ti­ci fino alle ore 24.00 per tut­ti i giorni del­la set­ti­mana. Pos­si­bile, inoltre, lo svol­gi­men­to di even­ti con­comi­tan­ti ed in locali attigui.

 Con Ordi­nan­za n. 25817 del 12 agos­to 2015 l’Amministrazione comu­nale di Grotta­fer­ra­ta ha mod­i­fi­ca­to parzial­mente la prece­dente Ordi­nan­za in vig­ore per la dis­ci­plina delle attiv­ità rumor­ose ser­ali dei locali pub­bli­ci, emana­ta lo scor­so 21 luglio, la quale per­me­t­te­va attiv­ità rumor­ose all’aperto con uti­liz­zo di impianti elet­troa­cus­ti­ci entro e non oltre il ter­mine delle ore 22.00.

Con la vari­azione sud­det­ta, l’orario di rego­la­men­tazione viene ora este­so alle ore 24.00 per tut­ti i giorni del­la set­ti­mana.

La val­u­tazione oper­a­ta dall’Amministrazione comu­nale è sta­ta dunque quel­la di ascoltare anche le esi­gen­ze dei gestori dei pub­bli­ci eser­cizi e sim­i­lari, man­te­nen­do tut­tavia intat­ta la neces­sità di garan­tire la qui­ete pub­bli­ca, il cui man­ca­to rispet­to è sta­to spes­so denun­ci­a­to nel tem­po da diver­si Cit­ta­di­ni.

Introdot­ta, inoltre, la pos­si­bil­ità di svol­gere even­ti e attiv­ità di alli­eta­men­to e intrat­ten­i­men­to con­comi­tan­ti da parte di locali posti nelle imme­di­ate adi­a­cen­ze, anche qui con mod­i­fi­ca dell’Ordinanza del 21 luglio scor­so.

Restano invari­ate le altre dis­po­sizioni con­tenute nel­la prece­dente Ordi­nan­za, fra cui il divi­eto di con­sumo delle bevande alcol­iche in con­teni­tori di vetro o sim­i­lari nelle strade pub­bliche o aperte al pub­bli­co tran­si­to nell’orario che inter­corre dalle 22 alle 7 del mat­ti­no, così come l’obbligo per i gestori di posizionare dei con­teni­tori per la rac­col­ta delle bot­tiglie e lat­tine vuote in prossim­ità dell’uscita del pro­prio eser­cizio, al fine di evitare episo­di di van­dal­is­mo e garan­tire il pub­bli­co deco­ro del­la Cit­tà.

Abbi­amo pre­so atto han­no dichiara­to con­giun­ta­mente il Sin­da­co Giampiero FONTANA ed il Vice Sin­da­co Gian­lu­ca PAOLUCCIche l’Ordinanza del 21 luglio, aven­do prodot­to i suoi effet­ti, può essere mod­i­fi­ca­ta. Infat­ti, rispet­to alla scor­sa estate, non si sono più ver­i­fi­cati episo­di quali risse, schia­mazzi not­turni, rumori molesti ed altro, per effet­to dei quali si era reso nec­es­sario inter­venire, dis­ci­plinan­do in sen­so restrit­ti­vo gli orari di svol­gi­men­to delle attiv­ità rumor­ose con­nesse a forme di intrat­ten­i­men­to e spet­ta­co­lo nei pub­bli­ci eser­cizi ed attiv­ità sim­i­lari. Inoltre, abbi­amo ritenu­to ragionevoli le richi­este avan­zate dalle cat­e­gorie pro­dut­tive, dal­la cit­tad­i­nan­za, dall’associazionismo e, non ulti­mo, da alcu­ni Con­siglieri comu­nali che han­no rac­colto in Cit­tà molte pro­poste tese a pro­trarre le attiv­ità di sva­go oltre le 22.00 nel peri­o­do esti­vo. Ciò, a dimostrazione che l’Amministrazione comu­nale, atten­ta nel rac­cogliere le numero­sis­sime proteste, pre­sen­tate a suo tem­po anche sot­to for­ma di petizione, da parte di tan­ti Cit­ta­di­ni, infas­tidi­ti la scor­sa estate dai com­por­ta­men­ti poco urbani degli avven­tori di talu­ni locali, ora è altret­tan­to atten­ta a pren­dere atto che la situ­azione è muta­ta favorevol­mente e, per­tan­to, si può derog­a­re su alcune restrizioni, come l’orario sino al quale dif­fondere musi­ca o la con­comi­tan­za di even­ti in locali con­fi­nan­ti. Una cosa, però, ci preme sot­to­lin­eare – han­no pros­e­gui­to il Sin­da­co FONTANA ed il Vice Sin­da­co PAOLUCCIossia il carat­tere sper­i­men­tale delle mod­i­fiche introdotte all’Ordinanza orig­i­nar­ia. Vale a dire che ove la muta­ta situ­azione favorev­ole, sino­ra riscon­tra­ta, ven­ga meno e si ripresenti­no i deplorevoli episo­di del­la scor­sa estate, non esiter­e­mo a ripristinare le restrizioni oggi rimosse.      

Con­fidi­amo, per tali motivi, nei pro­pri­etari dei locali di Grotta­fer­ra­ta, nelle Asso­ci­azioni e nel­la Cit­tad­i­nan­za tut­ta, affinché ci si atten­ga alle pre­scrizioni invari­ate del­la prece­dente Ordi­nan­za, man­te­nen­do un com­por­ta­men­to col­lab­o­ra­ti­vo con l’Amministrazione comu­nale, la Polizia Locale e le Forze dell’Ordine, in modo da pre­venire sul nascere even­tu­ali episo­di inur­bani. In tal modo saran­no con­tem­per­ate le esi­gen­ze pub­bliche di ordine e sicurez­za con gli inter­es­si dei gestori dei pub­bli­ci eser­cizi ed attiv­ità sim­i­lari, che in ogni caso pre­sen­tano aspet­ti di inter­esse sociale per la Comu­nità, in quan­to luoghi di ritro­vo, di aggregazione e di sva­go”.

Con­di­vi­di:
0